Archivi Blog

4 anni e 3 mesi per l’ex sindaco Cereda. Maiorano: “Non possiamo fare altro che prendere atto della decisione dei giudici”.

ceredaIl primo grado è ufficialmente un capitolo chiuso: l’ex sindaco di Buccinasco Loris Cereda (Pdl) è stato infatti condannato a 4 anni e 3 mesi di reclusione, ad una provvisionale di 45mila euro da versare al Comune costituitosi parte civile, alla confisca di beni per 37mila euro e all’interdizione per 5 anni dai pubblici uffici. Insomma, per riassumere si può dire che al primo cittadino di Buccinasco dal maggio 2007 al marzo 2011 non sia andata bene come per il caso legato agli scacchi, quando invece fu assolto (anche se dopo una prima condanna) dall’accusa di “cheating”, ovvero di aver barato a giocare. La notizia ha avuto un eco piuttosto grande, non solo in Lombardia, ma anche nel resto dell’Italia. Anche perché è arrivata in concomitanza, più o meno, con il Commissariamento – questa volta per infiltrazioni mafiose – del Comune di Sedriano, il primo nella storia dell’Italia Repubblicana ad essere sciolto in Lombardia per questa ragione. Tante, quindi, le reazioni di una sentenza che ha visto coinvolti anche segretari, consiglieri e tecnici comunali. [ Cliccare QUI per continuare a leggere ]

 

Assoluzione piena per Trimboli e gli altri accusati

trimboliL’incubo era iniziato martedì 22 marzo 2011, quasi quattro anni fa. Gli elicotteri avevano sorvolato i cieli di Buccinasco fin dalle prime ore del mattino, aprendo una delle parentesi più tristi della storia recente del comune: l’arresto di sindaco e assessore ai Lavori Pubblici, la caduta della giunta di centrodestra e l’ennesimo commissariamento. Tra gli imputati non c’erano, però, solamente
Loris Cereda e Marco Cattaneo. Numerose erano state le personalità coinvolte: alcune di esse decisero in tal senso di patteggiare, altri invece di andare avanti, dimostrando in Appello di avere ragione. L’ex consigliere comunale Antonio Trimboli, l’ex segretario comunale Giovanni Sagaria e l’architetto Giovanni Carminati, infatti, sono stati pienamente assolti nella sentenza d’Appello di lunedì scorso. [ Cliccare QUI per continuare a leggere ]

CHI DA LEZIONI

Schiavone[ di Guido Morano ]

Ma chi sono i cinquestellati di Buccinasco o meglio chi è il loro leader, che impartisce lezioni di “buona politica “ a questa amministrazione ?

Parlo di Alberto Schiavone, che si dibatte nel dubbio se considerarsi un privato cittadino oppure, come sarebbe ovvio, un soggetto politico che figura come candidato dalle elezioni amministrative del Comune di Buccinasco per la legislatura 2007/2012. La lista di appartenenza si denominava Federazione di Centro che si dichiarava, pur non avendo alcun collegamento con il centro-sinistra, a sostegno della candidatura di Maurizio Carbonera. Leggi il resto di questa voce

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: