Archivi Blog

IL NUOVO GOVERNO E IL PD

[ di Giambattista Maiorano ]

Pare siamo ormai giunti alla fese finale del varo del nuovo governo grillo leghista.

Salvo sporadici interventi su whatsApp destinato ad iscritti ed amici del PD di Buccinasco, ho preferito disertare gli abituali appuntamenti nel sito, lasciando tutto lo spazio agli acuti articoli del nostro vicesindaco David Arboit tanto sull’evoluzione della situazione generale quanto sulla situazione all’interno del nostro partito.

Non un’assenza per indifferenza e tanto meno per mancanza di stimoli, quanto per una voluta pausa di riflessione nel tentativo di meglio comprendere spudorate giravolte da un lato e la sofferenza di un corpo ferito e ancora in preda alle convulsioni dei vari personalismi non in grado di riprendersi dall’altro.

Oggi il quadro sembra più chiaro.

Leggi il resto di questa voce

Annunci

CHE FARE?

[ di Giambattista MAIORANO ]

Una batosta così grande è difficile da metabolizzare. Nessuno si era fatta illusione: la battaglia era difficile, aveva quasi dell’impossibile, ma in fondo aleggiava una speranziella basata sul buon senso.

In fondo, pur con qualche concessione demagogica, il programma presentato è stato quello più vicino alla realtà del Paese. Più che promesse, il filo conduttore è stato caratterizzato e determinato dalle cose realizzate negli ultimi 5 all’interno di un quadro nazionale ed internazionale tutt’altro che favorevole. I dati economici e la ripresa davano finalmente respiro ma la prudenza consigliava di non esagerare per non perdere quanto faticosamente si era conquistato.

Hanno vinto gli altri. Non hanno stravinto tuttavia e se l’esito elettorale avrà o meno successo non ci vorrà molto a verificarlo. Ha fatto bene il PD a giocare quelle carte? Penso di sì per il semplicissimo fatto che un Paese non avanza né socialmente né economicamente sollecitando pancia e paure e meno che mai promettendo paradisi impossibili. Leggi il resto di questa voce

DATE A CESARE…

[ di Giambattista MAIORANO ]

La risposta più immediata ed efficace alla provocazione con Vangelo e rosario di Matteo Salvini l’ha data il vescovo di Milano mons. Del Pini. Non poteva essere più lapidaria. Un semplice: “nei comizi si parli di politica”. C’è tutto in questa frase.

L’uso spregiudicato di simboli religiosi, oltre a negare l’essenza degli insegnamenti sottostanti, porta ad agire in maniera assolutamente simmetrica a quanto si continua a professare di voler combattere. I fondamentalismi nascono esattamente con la stessa dinamica: non dialogo, ma guerra totale sino alla distruzione dell’altro. Si pensava fino ad oggi che questo atteggiamento fosse in voga soltanto tra alcuni gruppi islamici. Scopriamo invece che l’idea è molto accarezzata dal leader di una destra sempre più retrograda sul piano politico e pericolosa sul piano culturale.

Leggi il resto di questa voce

PENSIERINI DI NATALE

Scuola napoletana, seconda metà del Seicento – La Natività

[ di Giambattista MAIORANO ]

La luce soffusa dell’immancabile presepe nel solito angolo di casa, mi ricorda il capolavoro di Edoardo De Filippo “Natale in casa Cupiello”.

Vado con la mente alla mia fanciullezza in quella sorta di casa umida e buia senza un contatore dell’elettricità e l’erogazione fornita da un privato che accendeva grosso modo verso le 19.00 e spegneva la mattina appena faceva giorno. In quel contesto non ci si poteva permettere di più. La famiglia era numerosa ed il lavoro di mio padre il più delle volte intermittente senza garanzie di durata e la difficoltà di mettere insieme il pranzo con la cena.

Leggi il resto di questa voce

BUCCINASCO: PREMIATA LA CONTINUITA’

[ di Giambattista Maiorano ]

 

“Passata la tempesta, odo augelli far festa …”  Beh sì, l’ho vissuta nel ricordo leopardiano questa vittoria che nell’ultima settimana è sembrata sempre più allontanarsi. L’effetto del’apparentamento tra i tradizionali partiti del centro destra e la lista civica Buccirinasco si è trasformata nel classico boomerang per gli autori convinti di avere in mano ormai la partita e ricacciati finalmente gli avversari sul viale del tramonto. Non sono state sufficienti neppure le ampie e gustose libagioni con grigliate d’altri tempi nella giornata immediatamente precedente le votazioni nel sito di Cusago occupato da una nuova azienda del verde nata dalle ceneri di una analoga fallita nella primavera del 2016. A ben vedere le stesse combinazioni con ambienti normalmente definiti “poteri forti” non hanno giovato alla causa. La voglia era tanta. Ritornare in auge e ripristinare antiche liturgie è sempre stata la passione di personaggi ben noti a Buccinasco. Non ce l’hanno fatta ed i loro volti, già preoccupati alla lettura degli esiti del primo turno, non potevano che essere disfatti alle 23,45 di domenica sera 25 giugno 2017 quando la vittoria del candidato Pruiti è apparsa certa ancorché in attesa dei dati sfornati dagli uffici comunali. Diversi hanno preferito non farsi vedere nell’atrio del palazzo municipale. In particolare all’appuntamento mancavano gli strateghi perplessi nella loro confusione “ideale” pronti a giurare che la gente non ha capito una mazza e che aberrante resta il permanere della partitocrazia salvo il fatto paradossale dell’essersi prestati all’indesiderata operazione. Leggi il resto di questa voce

GIAMBATTISTA MAIORANO: APPELLO AL VOTO

La campagna elettorale volge al termine. A tutt’oggi mi sono imposto un comportamento sostanzialmente al di sopra delle parti in causa nel rispetto della funzione istituzionale. Non per questo mi sento indifferente rispetto agli esiti che deriveranno dalle prossime votazioni. Dopo aver assistito a tutti i confronti organizzati tra i diversi candidati. Ho tratto le mie valutazioni più che su scelte preconfezionate o su sentimenti di vicinanza, sui contenuti da ciascuno espressi. Leggi il resto di questa voce