Archivi Blog

SCUOLA MATERNA DON STEFANO BIANCHI: CONVENZIONE ASSOLUTAMENTE EFFICACE PER UNA SERIE DI MOTIVI

parmesani_consiglioPubblichiamo l’intervento di Stefano Parmesani durante il Consiglio Comunale del 7 marzo in merito alla Convenzione Scuola Materna Don Stefano Bianchi.

Prendo volentieri la parola in quest’aula gremita di genitori e persone sicuramente appassionate al tema, sapendo che la Scuola Materna Don Stefano Bianchi ha da sempre fatto parte del tessuto sociale della nostra comunità. Ha contribuito e tutt’oggi contribuisce con una fondamentale funzione educativa e di cooperazione con le strutture pubbliche che oggi, come in passato, non riescono a rispondere al bisogno dei cittadini.

Questa sera voglio sottolineare come in questi mesi di intenso lavoro amministrativo si è voluto, attraverso incontri formali e informali, dibattiti e opinioni espresse a vario titolo, dare una soluzione a una questione che è tornata alla ribalta con l’intervento del Commissario Prefettizio. Il Commissario fece osservare che in un periodo di crisi finanziaria dello Stato lo stanziamento del Comune per la scuola materna Don Stefano Bianchi era troppo elevato.
Leggi il resto di questa voce

UN COMITATO GENITORI, SENZA DISTINZIONI, SENZA ETICHETTE

bimbi a scuola[ di Simona Sisti ]

Pubblichiamo in evidenza l’interessante commento di una mamma all’articolo intitolato “Diritto di scelta” di Barbara Massa.

Sono un genitore di ragazzi che hanno frequentato sia l’asilo parrocchiale che la scuola pubblica. Ritengo di dovermi soffermare a riflettere sulla questione poiché ciò mi pare troppo importante da diversi punti di vista. Leggi il resto di questa voce

IL DIRITTO DI SCELTA

BarbaraMassa[ di Barbara Massa ]

L’acceso incontro dell’altra sera, tra Amministrazione Comunale e Comitato Genitori della Scuola Parrocchiale mi ha stimolato diverse riflessioni e lasciato sospeso nella testa un progetto.

Dopo aver superato un primo momento di reale imbarazzo per i toni concitati e a tratti violenti, che hanno accompagnato l’intera seduta, mi sono resa conto di essere letteralmente circondata da genitori della Scuola Parrocchiale. Ce ne erano ovunque: a destra, sinistra, davanti e dietro (dietro ne avevo un che mi faceva “paurissima”).  Ero letteralmente circondata.

Mi viene freddo, prendo la giacca e me la metto come copertina. Mi accorgo che l’intento è quello di nascondermi.  Che ci faccio io qui?  Poi, guardo Paola, alla mia destra, unico altro genitore di scuola pubblica presente, e mi dico che in fondo non sono sola …però la giacca non me la tolgo da addosso. Leggi il resto di questa voce