MENO DI CENTO PASSI

Il 21 marzo è la giornata nazionale per la memoria e l’impegno in ricordo delle vittime innocenti di mafia. Questo 21 marzo 2018 la nostra giunta, sostenuta dal Partito Democratico e dalla lista civica Noi di Buccinasco, ha tenuto la riunione settimanale nell’immobile confiscato all’ndrangheta in via Nearco. Questi locali sono per noi il simbolo della vittoria dello Stato sull’antiStato, uno spazio conquistato grazie alla sinergia tra forze dell’ordine, magistratura, società civile e buona politica. È la prova che quando si lavora tutti insieme il confine della legalità avanza e prende campo.

Noi vogliamo continuare a lavorare, uniti, affinché ogni centimetro guadagnato non debba essere perso o ceduto. L’onorevole Pio La Torre nel 1982 venne ucciso per il suo grande lavoro di contrasto alla criminalità, con l’introduzione del reato di associazione mafiosa e della confisca dei beni alla mafia. In ogni spazio confiscato rivive la sua memoria ed è il suo esempio a guidarci nella nostra azione politica quotidiana. Perché l’ndrangheta a Buccinasco non è un problema solo nostro, è un problema di tutti i cittadini, che pesa nelle tasche di tutti.

Leggi il resto di questa voce

Annunci

IL POTERE LOGORA CHI NON CE L’HA

di David Arboit

Famosa battuta semiseria di Giulio Andreotti: «Il potere logora chi non ce l’ha». Fu questa la risposta secca al giornalista che gli chiedeva più o meno: “decenni di governo DC non è che per caso hanno logorato la qualità morale e politica della vostra classe dirigente”? Pare che comunque la battura non sia di Andreotti ma di un altro politico famoso e di lunga durata: il celebre francese Charles Maurice de Talleyrand-Périgord. Ma che c’entrano questi due oggi? Leggi il resto di questa voce

LA CHIAMAVANO ARROGANZA

[ di Giambattista MAIORANO ]

Si resta stupiti di fronte alle parole in libertà di chi si è subito legittimamente professato il vincitore delle recenti elezioni politiche. Si resta stupiti del digiuno costituzionale nonostante i cinque anni di apprendistato nella sua qualità di vice presidente della Camera dei Deputati.

Sarà forse per la non eccessiva partecipazione alle sedute, ma il vice presidente Di Maio dovrebbe aver imparato che si governa solo se si è in grado di presentare una maggioranza parlamentare che assicuri almeno il 50% + 1 dei rappresentanti del popolo.

Leggi il resto di questa voce

CRISI POLITICA E SITUAZIONE DI STALLO: OGGI LA SOLUZIONE È UNA LEGISLATURA COSTITUENTE

di David Arboit

Il nodo politico cruciale posto dal referendum costituzionale del 4 dicembre 2016 è venuto al pettine, come previsto. Nel 2016, durante la campagna referendaria Matteo Renzi aveva detto in sintesi “con questa riforma, il giorno dopo le elezioni gli italiani potranno sapere subito chi governa”. Nel 2016 ha vinto il “fronte del no” e oggi gli italiani brancolano nel buio. Abbiamo tre poli: il PD sconfitto nettamente, e gli altri due poli, M5S e Centrodestra, che cantano vittoria inutilmente perché in realtà dovrebbero ripetere la famosa frase di Pierluigi Bersani «Abbiamo non vinto». Come uscire da questa gravissima crisi politica evitando inciuci, pateracchi e papocchi (parole sparite dal vocabolario di chi ha fretta di mettere il sedere sulle sedie del Governo)? Leggi il resto di questa voce

INTERVISTE A RENZI E BERLUSCONI: IL PUNTO DELLA SITUAZIONE POLITICA

di David Arboit

Il quadro politico è assai problematico. Oggi due interviste, e una analisi scientifica, aiutano a comprendere alcuni punti di vista importanti. Sul Corriere della Sera Matteo Renzi viene intervistato da Aldo Cazzullo. Su La Stampa Silvio Berlusconi viene intervistato da Francesco Bei. Ma prima di ascoltare quello che hanno da dire Renzi e Berlusconi osserviamo dei numeri, ascoltiamo una analisi. Leggi il resto di questa voce

COME ANDARE AVANTI? ANALISI DEL VOTO

Martedì alle ore 21 in Sala Consiliare il Partito Democratico di Buccinasco farà una riunione aperta a tutti gli elettori per capire come far ripartire il nostro progetto di centrosinistra unito e forte. Vieni anche tu per analizzare il voto del 4 marzo.

SONDAGGI E APPOGGIO DEL PARTITO DEMOCRATICO AL GOVERNO M5S

di David Arboit

Molti, la maggioranza di quelli che hanno voce nella opinione pubblica, stanno esercitando una enorme pressione Sul Partito Democratico, perché appoggi un governo capeggiato dal Movimento 5 Stelle. Al di là del merito della questione, che vale certamente la pena di discutere bene perché l’Italia ha bisogno di un governo oggi più che mai, c’è un aspetto di metodo su cui vale la pena di fare alcune osservazioni. La percezione è quella di un PD sotto assedio, oggetto di una guerra psicologica senza esclusione di colpi, un PD a cui si vuole forzare la mano ad ogni costo, un PD che molti tentano di condizionare dall’esterno imponendo scelte non ragionate. Leggi il resto di questa voce

LETTERA DEL CIRCOLO DEL PD DI BUCCINASCO ALLA DIREZIONE NAZIONALE

Il circolo del Partito Democratico di Buccinasco riunitosi l’indomani delle elezioni politiche e regionali del 4 marzo, anche in relazione alla discussione che si terrà nella Direzione Nazionale del PD di lunedì 12 marzo, ha espresso le seguenti valutazioni. Leggi il resto di questa voce

CHE FARE?

[ di Giambattista MAIORANO ]

Una batosta così grande è difficile da metabolizzare. Nessuno si era fatta illusione: la battaglia era difficile, aveva quasi dell’impossibile, ma in fondo aleggiava una speranziella basata sul buon senso.

In fondo, pur con qualche concessione demagogica, il programma presentato è stato quello più vicino alla realtà del Paese. Più che promesse, il filo conduttore è stato caratterizzato e determinato dalle cose realizzate negli ultimi 5 all’interno di un quadro nazionale ed internazionale tutt’altro che favorevole. I dati economici e la ripresa davano finalmente respiro ma la prudenza consigliava di non esagerare per non perdere quanto faticosamente si era conquistato.

Hanno vinto gli altri. Non hanno stravinto tuttavia e se l’esito elettorale avrà o meno successo non ci vorrà molto a verificarlo. Ha fatto bene il PD a giocare quelle carte? Penso di sì per il semplicissimo fatto che un Paese non avanza né socialmente né economicamente sollecitando pancia e paure e meno che mai promettendo paradisi impossibili. Leggi il resto di questa voce

DATE A CESARE…

[ di Giambattista MAIORANO ]

La risposta più immediata ed efficace alla provocazione con Vangelo e rosario di Matteo Salvini l’ha data il vescovo di Milano mons. Del Pini. Non poteva essere più lapidaria. Un semplice: “nei comizi si parli di politica”. C’è tutto in questa frase.

L’uso spregiudicato di simboli religiosi, oltre a negare l’essenza degli insegnamenti sottostanti, porta ad agire in maniera assolutamente simmetrica a quanto si continua a professare di voler combattere. I fondamentalismi nascono esattamente con la stessa dinamica: non dialogo, ma guerra totale sino alla distruzione dell’altro. Si pensava fino ad oggi che questo atteggiamento fosse in voga soltanto tra alcuni gruppi islamici. Scopriamo invece che l’idea è molto accarezzata dal leader di una destra sempre più retrograda sul piano politico e pericolosa sul piano culturale.

Leggi il resto di questa voce

MESSAGGIO AGLI ELETTORI DEL PD

[ di Simone MERCURI ]

Lo scorso giugno a Buccinasco durante le elezioni amministrative il Partito Democratico ha raggiunto un risultato storico. Grazie agli amici come te, ai simpatizzanti ed elettori convinti il nostro Partito ha ottenuto un risultato strepitoso passando dal 17% nel 2013 al 27% nel 2017.
Oggi, alla vigilia del voto del 4 marzo, ci troviamo in una situazione simile, i sondaggi dei giornali ci vedono in affanno e annunciano l’avanzata delle destre e dei populisti. No, non è così. Siamo certi che l’impegno di ciascuno di noi nel raccontare alle persone che ci circondano le ragioni e i valori del Partito Democratico farà la differenza.

In questi anni abbiamo vissuto mille emozioni; gioito per il risultato delle Elezioni Europee 2014 che hanno visto il PD superare quota 40% e pianto per la sconfitta del Referendum 2016 che avrebbe consegnato al nostro Paese un sistema rappresentativo e governabile abolendo con un colpo netto i costi della politica.

Il prossimo 5 marzo sarà invece la data del rilancio grazie a te e a tutti coloro che trovano nel PD la loro casa e una comunità dove è possibile spazzare via le paure e gli scetticismi delle destre e dei populisti. Semplicemente insieme. Leggi il resto di questa voce

NON SI ARRETRA DI UN CENTIMETRO

Uno dei nove beni confiscati all’ndrangheta è la Villa di Via Nearco, confiscata per metà al boss Rocco Papalia. Dopo l’assegnazione al Comune la Villa si è trasformata nel simbolo dello Stato che riprende terreno diventando un luogo appositamente destinato ad un progetto sociale alto e nobile: l’accoglienza di minori stranieri non accompagnati. Infatti negli spazi assegnati al Comune di Buccinasco vivono una coppia di volontari che sono i genitori italiani di sei ragazzi che crescono, vanno a scuola, studiano l’italiano, imparano un lavoro per diventare cuochi o sarti e si preparano per prendere la patente.

Leggi il resto di questa voce

LA RIFORMA DEL CODICE ANTIMAFIA È UNA BUONA LEGGE

di David Arboit

La riforma del Codice Antimafia (clicca qui) dopo 35 anni introduce norme importanti, soprattutto sui beni confiscati e le misure di prevenzione, necessarie per contrastare sempre meglio la criminalità organizzata che, nel corso di questi anni, è cambiata, si vede meno, spara meno ma, soprattutto al Nord, si sta insediando e inquina, con i proventi delle attività criminali, l’economia legale.

Il Senatore Franco Mirabelli spiega le linee essenziali della Riforma del Codice Antimafia.

RACCOLTA FIRME INUTILE: I CINQUE STELLE PRENDONO UN ENORME ABBAGLIO CON I LAMPIONI

Le legittime segnalazioni dei cittadini di Buccinasco su alcuni malfunzionamenti nell’illuminazione pubblica e la smania del Movimento 5 Stelle di guadagnare visibilità per le prossime elezioni hanno fatto prendere un grosso abbaglio alla sparuta truppa grillina locale.

Da qualche giorno infatti i rappresentati del Movimento nel nostro comune raccolgono firme chiedendo di “migliorare l’illuminazione”. Peccato però che, così come per tutte le loro altre iniziative volte ad accaparrarsi meriti non propri, vedi la nuova caserma dei carabinieri già prevista dalla Giunta Maiorano nel 2013, siano già totalmente fuori tempo massimo.

Il Comune ha infatti già avviato un progetto di modernizzazione dell’illuminazione pubblica, aderendo da tempo alla convenzione CONSIP (Lotto 1 Lombardia), della durata di 9 anni, denominata “Servizio Luce 3”, che stabilisce di affidare sia la manutenzione (ordinaria e straordinaria) sia la fornitura di energia elettrica alla ESCO (Energy Service Company) Citelum S.A. per un periodo di 9 anni, che porterà nei prossimi mesi a un cambio radicale nel sistema di illuminazione pubblica a Buccinasco.

 

Leggi il resto di questa voce

IL PROGETTO-PAESE DI CONFINDUSTRIA A DUE SETTIMANE DALLE ELEZIONI: «L’ITALIA È A UN BIVIO»

di David Arboit

Venerdì 16 febbraio 2018 circa 7.000 imprenditori sono andati a Verona per partecipare alle Assise di Confindustria. Le Assise Generali di Confindustria non venivano convocate dalla grande convention di Bergamo del 2011. L’obiettivo dell’incontro è stato indicare a tutti i partiti un «piano organico di politica economica». Il piano di politica economica dell’associazione degli imprenditori italiani è un ambizioso programma di legislatura ed è ampiamente raccontato da “Il Sole 24 Ore” di sabato 17 febbraio (clicca qui). Con chi si schierano gli imprenditori italiani? Leggi il resto di questa voce

L’ ILLEGALITÀ SI COMBATTE CON LA LEGALITÀ


Partito Democratico di Buccinasco

Quanto successo a Buccinasco non è certamente un caso unico ed isolato.
I poster satirici sul boss della ‘ndrangheta Rocco Papalia, che lo ritraevano travestito da drag queen, affissi ABUSIVAMENTE sui tabelloni del nostro Comune dal Signor Klaus Davi, infatti, fanno parte di una campagna di “sensibilizzazione” che il cosiddetto massmediologo ammette aver compiuto anche in altri comuni come Reggio Calabria, Palermo e Milano. Leggi il resto di questa voce

L’ITALIA NON È CAPACE DI ACCEDERE AI FONDI EUROPEI? FALSO. CON IL CENTROSINISTRA È CAPACE

di David Arboit

Tra i luoghi comuni più ignoranti del chiacchiericcio da bar, e spesso ripreso da molti politici, c’è la bufala sul fatto che l’Italia non è capace di accedere ai fondi europei, e quindi che noi diamo soldi all’Europa e gli altri se li prendono. Da questo poi alcuni politici miopi, o meglio dire ciechi, deducono: via dall’Europa di corsa. Ebbene sono falsità. Ma si sa che coltivare l’ignoranza dell’elettore è una strategia politica. Leggi il resto di questa voce

MOVIMENTO 5 STELLE: GIU’ LA MASCHERA

di Giambattista Maiorano

Una maglia oggi, una maglia domani e la tela si smaglia, si sfilaccia. Onestà …! Onestà …! Si gridava. Per molti, la gran parte, è giusto la si gridi anche oggi. Lo è per il Movimento 5 Stelle. Lo è per tutti gli altri fino a prova contraria. Nella mia esperienza, sempre giocata sullo scacchiere locale, ho avuto modo di conoscere tanti, ma veramente tanti che hanno fatto dell’impegno politico la realizzazione del dovere civile. Ma sarei bugiardo se dovessi affermare che tutti, della mia e non della mia parte politica, si sono comportati correttamente. Leggi il resto di questa voce

IMPRESE E LAVORO: TEMI QUASI COMPLETAMENTE ASSENTI DAL DIBATTITO ELETTORALE

di David Arboit

Alimentano la paura in modo che si discuta quasi soltanto di sicurezza e immigrazione. Delle cose più importanti, cioè della crescita economica, dello sviluppo delle imprese e del lavoro, insomma della “pagnotta quotidiana” poco o niente. È un comportamento da pazzi, osserva Dario Di Vico sul Corriere della Sera di ieri, perché sono le cose più importanti, «perché i posti di lavoro di cui abbiamo assolutamente bisogno possono venire solo dalle imprese» (clicca qui). Insomma di proposte riguardo ai progetti politica industriale per la prossima legislatura non se ne parla, salvo una sola lodevole eccezione. Quali? Leggi il resto di questa voce

PROMESSE ELETTORALI E PROGRAMMI DI GOVERNO: QUALE LA DIFFERENZA?

di David Arboit

Qual è la differenza tra le promesse elettorali da marinaio (gli anziani come me si ricordano di Capitan Trinchetto) e un programma elettorale? Questo si chiede il cittadino elettore che sta riflettendo su a chi dare fiducia il 4 marzo 2018. Fare promesse, lo sanno tutti, non costa nulla, ma poi bisogna essere capaci di mantenerle e qui casca l’asino. Nei mass media circola ormai già da tempo un risposta che di fatto cancella la domanda: sono tutti uguali, tutti promettono a vanvera. È la risposta più semplice, una risposta pilatesca, una risposta sbrigativa, con la quale giornaloni, giornalisti e tecnici vari liquidano la questione per non misurarsi seriamente con il fact checking.

Quindi che fare? Leggi il resto di questa voce

BUCCINASCO: GUASTI ALLA LINEA ELETTRICA IN VIA SALERI

Ufficio stampa Comune di Buccinasco

Nella scorsa notte si sono verificati problemi di tensione che hanno danneggiato le nuove lampade a led, quindi è necessario effettuare nuovi scavi. Per evitare i disagi della scorsa notte nel frattempo saranno temporaneamente installate le vecchie lampade. Leggi il resto di questa voce

CACCIA ALL’IMMIGRATO: IL TERRORISMO DI DESTRA, LE MENZOGNE DEI CATTIVI MAESTRI E IL NEOFASCISMO

di David Arboit

Si moltiplicano gli episodi di violenza contro gli immigrati, episodi che hanno una chiarissima matrice di destra. La vicenda di Macerata e solo la punta di un iceberg di uno stillicidio di episodi che si moltiplicano in tutta Italia ormai da molto tempo (clicca qui) e che gran parte dei mass media trascurano o minimizzano sempre, anche se accadono ormai quotidianamente (clicca qui). Chi sono i mandanti? Sono “cattivi maestri” che diffondono sistematicamente menzogne sulla immigrazione, e i peggiori, i più subdoli non sono nemmeno estremisti di destra. Chi sono allora? Leggi il resto di questa voce

RIPARARE IL TETTO DELLA SCUOLA DI VIA DEGLI ALPINI AL PIÙ PRESTO

Ufficio Stampa Comune di Buccinasco

Il disagio c’è ed è ben noto alla Amministrazione: due aule sono ancora inagibili e i ragazzi fanno scuola in aule di fortuna. Purtroppo le condizioni meteorologiche della settimana non hanno consentito di intervenire rapidamente per riparare le falle del tetto. Leggi il resto di questa voce

IL CONTRASTO AL FENOMENO DELLE FALSE SOCIETÀ COOPERATIVE NELLA LEGGE DI BILANCIO 2017

di David Arboit

Chi ha figli giovani lavoratori probabilmente conosce il fenomeno delle false cooperative (clicca qui). Imprenditori delinquenti e senza scrupoli hanno utilizzato il veicolo giuridico della impresa cooperativa, secondo quanto era previsto dalla normativa italiana, per sfruttare i lavoratori, truffare lo Stato a fare concorrenza sleale agli imprenditori che lavorano onestamente. Leggi il resto di questa voce

LA GRANDE RIFORMA DEL TERZO SETTORE AVVIATA NEL 2016 VERRÀ COMPLETATA NEL FEBBRAIO 2019

di David Arboit

La grande riforma del Terzo Settore è stata avvia nel giugno del 2016 con l’approvazione della legge “Delega al Governo per la riforma del Terzo settore, dell’impresa sociale e per la disciplina del servizio civile universale” (clicca qui). Il Governo ha voluto mettere ordine in un sistema assai complesso che comprende 300 mila associazioni, 1 milione di lavoratori e 4 milioni di volontari. Garantire uno sviluppo corretto di questo grande ambito sociale ed economico è l’obiettivo della riforma. Leggi il resto di questa voce

REDDITO DI INCLUSIONE: LA PRIMA MISURA VARATA IN ITALIA PER CONTRASTARE LA POVERTÀ

di David Arboit

Fino al 2017 l’Italia, assieme alla Grecia, era l’unico Paese in Europa a non avere alcun tipo di legislazione che prevedesse un sostegno al reddito per chi vive in povertà. La soluzione del problema di prevedere un eventuale sostegno al reddito di chi viveva in povertà gravava tutto sulle spalle degli enti locali. Dal 1 dicembre 2017 è operativo il Reddito di inclusione, REI, approvato dal governo con la Legge Delega n. 33 del 15 marzo 2017. Leggi il resto di questa voce

GIORNATA DELLA MEMORIA 2018, IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA DICE NO AL MITO DEL FASCISMO BUONO

di David Arboit

Non è stato in discorso rituale quello del Presidente della Repubblica. È stata una ammissione chiara delle gravi colpe di cui si è macchiato il nostro Paese. Il Presidente demolisce definitivamente con chiarezza il mito degli “italiani brava gente” che già aveva scricchiolato parecchio quando fu scoperto il famoso “armadio della vergogna” (clicca qui per il discorso integrale di Mattarella). Leggi il resto di questa voce

CONFERENZA DEI VESCOVI ITALIANI: LA CHIESA «NON È UN PARTITO E NON STRINGE ACCORDI CON ALCUN SOGGETTO POLITICO»

di David Arboit

Il presidente della CEI Gualtiero Bassetti ha aperto con la sua prolusione (clicca qui il discorso integrale) la sessione invernale del Consiglio permanente dei Vescovi italiani soffermandosi sui temi di maggiore attualità. Si espresso anche sulla situazione politica italiana e sulle imminenti elezioni precisando che la Chiesa «non è un partito e non stringe accordi con alcun soggetto politico». La Chiesa ha come obiettivi il dialogo con tutti e lo sviluppo integrale dell’uomo, due propositi che «costituiscono il nostro orizzonte di riferimento». E per favorire lo sviluppo integrale dell’uomo che fare? Leggi il resto di questa voce

WELFARE: DAL “PREMIO ALLA NASCITA” ALLO SMART WORKING, TUTTE LE MISURE ATTUATE DAI GOVERNI DI CENTROSINISTRA PER LE FAMIGLIE

di David Arboit

In Italia, soprattutto in certe aree politico sociali sedicenti cristiane cattoliche (magari quelle che poi se il Papa parla di accoglienza dei migranti dicono che si sbaglia) la parola famiglia impazza alla grande. E c’è sempre qualcuno che punta il dito soprattutto contro la sinistra per dire che la sinistra non la difende la famiglia. Facciamo allora un po’ di fact checking, come dicono gli inglesi, cioè di riscontro tra le parole e le cose, di verifica dei fatti. Leggi il resto di questa voce

RESTO AL SUD. VIA ALL’INCENTIVO PER I GIOVANI MERIDIONALI DAI 18 AI 35 ANNI: VALE 1,25 MILIARDI DI EURO

di David Arboit

La disoccupazione giovanile è uno dei grossi problemi dell’Italia, in particolare nelle regioni meridionali. Che fare? Una soluzione c’è. Non è una proposta è un fatto. È il programma “Resto al sud” varato dal governo Gentiloni. Dal 15 gennaio 2018 è possibile per i giovani tra i 18 e i 35 anni presentare una domanda per ottenere dallo Stato i finanziamenti per avviare un progetto imprenditoriale nell’Italia meridionale (clicca qui). Leggi il resto di questa voce