Archivi categoria: LOMBARDIA

BILANCIO DI MANDATO 2012 / 2017

Pubblichiamo il testo integrale del Bilancio di Mandato 2012 – 2017 del Sindaco Giambattista Maiorano

[ di Giambattista MAIORANO, Sindaco di Buccinasco ]

Quando ho reso noto alla città la decisione di non riproporre la mia candidatura alla carica di Sindaco, ho assunto l’impegno a riferire ai cittadini lo stato dell’arte del programma a suo tempo presentato. Ho promesso di riferire quanto eseguito, non meno e con la stessa franchezza, di rappresentare il non eseguito motivandolo, ma senza sotterfugi. Ne è prova il fascicolo allegato al periodico comunale dello scorso aprile.

Un percorso di cinque anni non potrà che essere racchiuso in una sintesi descrittiva con dati e numeri all’interno di argomenti che spesso sfuggono alla normale attenzione dei cittadini interessati molto di più a risposte persuasive, alla concretezza delle soluzioni, alla chiarezza dei comportamenti.

Passerò in rassegna i diversi comparti del Comune. Ad esiti concretamente lusinghieri se ne alternano altri insoddisfacenti. Leggi il resto di questa voce

PENATI ASSOLTO: E ORA CHE FARE?

penati assoltodi Guido Morano

La vicenda Penati con le pesanti accuse e i successivi processi che lo hanno visto imputato, ha sconvolto non poco gli assetti e gli equilibri dentro al PD milanese, ma anche nazionale, minando in poco tempo la fiducia e la credibilità di un gruppo dirigente. L’effetto è stato l’avvicendamento ai vertici del partito di nuove figure che dovevano dare il segno di un taglio col passato, evidenziare una svolta, forse per troppo tempo rinviata. Leggi il resto di questa voce

TESTAMENTO BIOLOGICO: IN ATTESA DI UNA LEGGE COSA SI PUO’ FARE

test_bioldi Grazia Campese e Ornella Pittà

Sei anni fa, tra, troppe, polemiche, molte irrispettose di una vita che finiva tragicamente, moriva Eluana Englaro. Da li si apriva un dibattito tra i cittadini e nella politica, sul tema del fine vita, cioè sul diritto di ogni cittadino di scegliere come e quando morire.

Come spesso accade però, problematiche importanti finiscono, come in questo caso, per impantanarsi nei veti che i vari schieramenti oppongono a una rapida definizione legislativa di un tema così delicato. Questo è quello che è successo al Disegno di legge in materia di dichiarazioni anticipate di trattamento, ancora in attesa, dal 13 luglio 2011, di completare l’esame parlamentare.

Leggi il resto di questa voce

POLEMICHE E RECRIMINAZIONI, NON E’ QUESTA LA LOMBARDIA CHE CI PIACE

Volano gli stracci nella maggioranza in Lombardia e Salvini convoca i suoi a Roma contro Renzi. Poche idee e tanta voglia di dare la colpa agli altri, questa pare l’unica strategia di Maroni. Intanto mancano due mesi all’Expo e in regione quasi non se ne parla.

Un presidente che ritiene di dover scrivere di proprio pugno a un quotidiano per replicare a un’accusa di scarsa efficacia della propria azione di governo lascia quanto meno perplessi.
Se poi l’elenco delle cose fatte coincide con quello che da mesi tenta di far passare, con tanto di manifesti affissi per le strade, come grandi risultati della propria amministrazione, la cosa si fa ancora più inquietante.
Da dove passa il presunto buon governo della Lombardia?
Ormai è chiaro: da una insistita e ostentata polemica con Roma e dal vagheggiamento di migliori condizioni che, al momento, non sono date. E così, da qualche mese a questa parte, le leggi approvate in Consiglio regionale non hanno che due possibili caratterizzazioni: o vengono impugnate dinanzi alla Corte Costituzionale, o sono pannicelli caldi sostanzialmente inutili e quindi ininfluenti. Non è certo un gran modo di interpretare la concretezza lombarda di cui si vorrebbe fregiare il presidente Maroni.
Ci sono due filosofie di governo a confronto.

Leggi il resto di questa voce

L’AUTONOMIA E’ UNA COSA SERIA

I GRILLINI SI SCHIERANO CON MARONI: VIA LIBERA AL REFERENDUM PER L’AUTONOMIA. Maroni, alla fine, ha ottenuto il referendum con l’aiuto dei grillini. E’ quello che voleva per poter vivacchiare ancora un po’ di propaganda, non certo per ottenere più autonomia per la Lombardia, cosa che si potrebbe ottenere in tempi molto più brevi, come proponeva il PD. L’autonomia è una cosa seria. [ pdregionelombardia ]

ar_image_4069_lChe cosa cambia in Lombardia dopo l’approvazione del referendum per l’autonomia?
Poco, o forse è meglio dire nulla, perché l’obiettivo di Maroni e dei suoi pare essere stato l’ottenimento del via libera al referendum e non tanto quelle maggiori competenze e forme particolari di autonomia previste dall’articolo 116 della Costituzione.
Si voleva riacquistare un po’ di ossigeno politico, non provare davvero ad aprire un tavolo serio e formale di trattativa con Roma. Gli assessori lombardi, supportati da rumorosi e garruli consiglieri regionali di marca più o meno leghista, sembrano ormai solo capaci di dire che la colpa è di Renzi e dei tagli che arrivano da Roma, sempre e comunque. E allora, quale soluzione migliore di chiedere ai cittadini lombardi se sono disposti a pagare meno tasse per avere più servizi, maggiore occupazione e più soldi per tutti? Leggi il resto di questa voce

30mln di euro per fare un referendum (forse) fra due anni. E’ questa la loro autonomia?

referendum_slide_4-1024x766

Noi una firma su un provvedimento che costa 30 milioni di euro e rinvia di due anni la richiesta di maggiore autonomia non ce la mettiamo. Abbiamo tentato in tutti i modi di convincere Maroni ad aprire subito l’interlocuzione con il Governo (previsto già dall’articolo 116 della Costituzione, a costo zero ovviamente) e di evitare il ricorso a un referendum costoso e inutile. Ora la Lega può sventolare la sua bandierina ideologica a spese dei contribuenti lombardi e il Consiglio regionale della Lombardia è condannato all’irrilevanza in nome della propaganda.
Così il segretario regionale del Pd Alessandro Alfieri spiega il voto contrario del Pd all’indizione del Referendum consultivo con il quale, entro diciotto mesi, i cittadini lombardi saranno chiamati a dire se sono d’accordo con il trasferimento di maggiori competenze dallo Stato alla Regione. Il Referendum è stato approvato in serata dal Consiglio regionale con 58 voti a favore e 20 contrari

LEGGI ANCHE: Il referendum che serve alla Lega. Sarà M5S ad aiutarla?
40 modi per utilzzare bene i 30 milioni di euro: dal lavoro alle famiglie

Il referendum di Maroni è inutile: M5S non faccia da stampella in Aula

referendum_slide_4-1024x766

Maroni insegue bandierine ideologiche, ma siamo ormai ai saldi di fine stagione. Sul referendum era partito con l’indipendenza della Padania, poi è passato al referendum sullo Statuto speciale, ora siamo a un referendum inutile per chiedere ciò che la Costituzione già prevede, cioè il trasferimento di competenze in più alle singole regioni (art. 116, comma 3). Si può già fare senza spendere 30 milioni di euro.
Voteremo “no” in Consiglio regionale e invitiamo anche ai consiglieri del Movimento 5 Stelle a non fare da stampella a Maroni e non concedere i propri voti, necessari per ottenere la maggioranza qualificata che occorre per indire il referendum (54 voti, la maggioranza al completo si ferma a 49).

GUARDA IL VIDEO

Leggi il resto di questa voce

LINK EXPO 2015, CURIOSANDO LA RETE

Expo_nutrire

Siti ufficiali

Siti di informazione

  • Il sito della RAI sull’Expo 2015 in Italiano, Inglese, Spagnolo e Cinese: è un sito molto ben fatto che raccomandiamo per la qualità e la varietà degli articoli!
  • La newsletter online della Confcommercio, molto completa ma solo in Italiano.
  • Per conoscere i Padiglioni e la città di Milano durante l’Expo, il sito di Milano Expo Tours.
  • La pagina in italiano dell’osservatorio Milano verso Expo 2015, che realizza degli aggiornamenti settimanali sull’Expo.

Leggi il resto di questa voce

SIT-IN DOMANI h 18 AL CIRCOLO CORVETTO

La sede del Pd Corvetto dopo il blitz

La sede del Pd Corvetto dopo il blitz

Carissime, carissimi,

dopo il grave gesto che ha colpito il Circolo Corvetto, tutte le democratiche e i democratici milanesi sono chiamati a partecipare al sit-in di solidarietà, organizzato insieme al circolo domani, venerdì 14 novembre, alle ore 18 presso la sede di via Mompiani, 10 a Milano.

Per quelli di voi che si muoveranno con i mezzi pubblici, ricordo che domani è previsto uno sciopero (vedi qui le info), ma la vostra presenza è una testimonianza importante.

Colgo questa occasione per esprimere tutta la vicinanza del Pd

Elena Maria Madama

Elena Maria Madama

milanese a Elena Maria Madama, giovane consigliere comunale Pd a Pavia, vittima ieri sera di un assurdo gesto di pirateria stradale. Forza Elena, non mollare! Stiamo tutti al tuo fianco!

Pietro Bussolati

Segretario metropolitano

POVERTA’, SICUREZZA , RAZZISMO: CHE FARE ?

IMG_3713.JPG

[ di Guido Morano ]
L’assalto alla sezione del PD di zona Corvetto ha fornito lo spunto per una accesa discussione nel nostro circolo non solo sul tema “ case popolari” ma in generale sulla questione, definiamola così, del disagio sociale / ordine pubblico. Questione che coinvolge non solo i quartieri di case Aler. Anche a Buccinasco e dintorni da più parti, semplici cittadini o gruppi organizzati sul web, hanno denunciato da tempo un vero o presunto “allarme sicurezza”. Domenica a Corsico nei giardini ex Burgo si è tenuta una affollata manifestazione per denunciare l’aggressione a una donna che correva lungo il naviglio, chiedendo più sicurezza. Insomma il problema c’è, al di là delle strumentalizzazioni politiche, che su questo tema specie a destra ritornano ad ogni scadenza elettorale, e tocca più questioni tra loro intrecciate. Leggi il resto di questa voce

RENZI E LE REGIONI RIBELLI

IMG_3532.JPG[ di Fabio Pizzul ]
Il governo ha presentato la Legge di Stabilità per il 2015. Trentasei miliardi di minori tasse e investimenti che devono però essere trovati in altri capitoli di bilancio. Oltre al recupero dell’evasione e a una parte di aumento del deficit (fino ai limiti previsti dall’Europa), una bella fetta di risorse dovranno venire dalla cosiddetta spending review, con le regioni chiamate a garantire 4 miliardi di risparmi. La reazione dei governatori non si è fatta attendere, con il loro coordinatore Chiamparino a denunciare come si tratti di tagli non sostenibili senza l’introduzione di nuove tasse, cosa che né le regioni né il governo vogliono. I toni sono stati molto accesi, con Maroni che si è spinto a dire che dovrà chiudere almeno 10 ospedali. Provocazioni e boutades a parte, ora le regioni tratteranno con il governo. Ho la sensazione che Renzi abbia ancora una volta indovinato la strategia: dopo il tanto strepito per i 4 miliardi, ora, se scenderà a 3,5, dovranno pure ringraziarlo… La quadratura potrebbe passare dall’assorbimento delle risorse aggiuntive per la sanità (concesse a luglio) e da una rimodulazione dei fondi bloccati a garanzia dei mutui delle regioni (derivati compresi).
Alcuni dettagli della manovra vista dalla Lombardia e
le slides del Governo presentate da Renzi.

TOUR D’INCONTRI: JOBS ACT, LAVORIAMOCI!

Da domani al 10 ottobre abbiamo organizzato 5 incontri per affrontare insieme il tema del Jobs Act. Proveremo a parlarne ascoltando diversi pareri e punti di vista, e proveremo insieme a capirne di più. Di seguito l’elenco degli incontri, vi aspettiamo per l’appuntamento di chiusura VENERDI 10 OTTOBRE allo spazio EnergoLab di via Plinio 38 a Milano, con GIORGIO TONINI, PIETRO ICHINO e MAURIZIO LANDINI

IMG_3508.PNG

Città metropolitana, a Milano il centrosinistra porta a casa 14 consiglieri su 24. Al voto l’80,6%

Fonte: la Repubblica
La lista che riuniva Pd, Prc e Sel ha ottenuto il 57 per cento dei voti: il più suffragato è stato Alberto Centinaio, sindaco di Legnano, a quota 3.480. Alle urne 1.657 dei 2.054 sindaci e consiglieri aventi diritto

IMG_3506.JPG
A Palazzo Isimbardi, sede della Provincia di Milano, si sono concluse le operazioni di spoglio e del conteggio del voto ponderato del primo consiglio metropolitano di Milano. Quattordici dei 24 consiglieri che faranno parte della nuova assemblea appartengono alla lista ‘Centrosinistra per la città metropolitana’, che riunisce Pd, Prc, Sel e ha preso il 57 per cento dei voti. Hanno votato 1.657 fra sindaci e consiglieri comunali su 2.054 aventi diritto al voto (l’80,6 per cento).

Leggi il resto di questa voce

SOS ERM (Emergenza Siria Milano) – Una testimonianza da Buccinasco

pezzenati

 

Luisa Pezzenati, membro del Coordinamento del PD Buccinasco, sta vivendo un’esperienza interessantissima che coinvolge anche il nostro Circolo.  La sua testimonianza è ricca di spunti di riflessione. E’ con piacere che pubblichiamo in coda al post anche il ringraziamento di Filippo Rossi, Tesoriere dell’Associazione SOSERM – Emergenza Siria Milano.

Dell’emergenza che si stava vivendo in Stazione Centrale a Milano con l’arrivo dei profughi siriani, in fuga dalla guerra civile e dal sanguinario regime di Bashar al Assad, avevo letto sulla cronaca di Milano di diversi quotidiani, quando poi ho “scoperto” su Facebook che si era formato spontaneamente un gruppo (Emergenza Siria Milano) ho aderito e ho dato la mia disponibilità a dare una mano.

Leggi il resto di questa voce

Cinema: cibo e sostenibilità, a Milano (e Buccinasco) il Food Film Festival

A settembre debutta FOOD FILM FESTIVAL @ParcoAgricoloSudMilano: Degustazioni, film e corti internazionali per prepararsi ad EXPO 2015

IMG_3465-1

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

“Con questo Festival ci auguriamo di contagiare quante più persone con il nostro entusiasmo e che le buone pratiche per un consumo consapevole, grazie anche a questi film, si diffondano a macchia d’olio”: dichiara Neria Costa, dell’associazione Namasté e tra le 4 direttrici artistiche del festival assieme a Cristina di Banca del tempo (Melegnano), Raffaella di Associazione gruppo d’acquisto solidale la Buccinella (Buccinasco), Gemma di Comunità Nuova onlus (Milano).

È in arrivo FOOD FILM FESTIVAL, il festival cinematografico internazionale dedicato al cibo e alla sostenibilità alimentare che si terrà nel luogo simbolo della cultura rurale milanese: il Parco Agricolo Sud Milano.
Tra settembre e novembre 2014, i paesi a sud di Milano si illumineranno infatti dei riflessi del grande schermo attraverso una kermesse itinerante che anticiperà alcuni dei temi di EXPO 2015.

Si tratta di 7 appuntamenti in sala rivolti al grande pubblico, che guideranno centinaia di persone in un viaggio alla scoperta dei luoghi di produzione del cibo che arriva nelle nostre tavole. Una riflessione sulle questioni culturali, civili e politiche che ruotano intorno ai temi dell’ambiente, delle energie alternative e del cibo.

Ogni serata prevede la proiezione di film, cortometraggi e documentari, preceduta dalladegustazione di prelibatezze dolci e salate di prodotti del parco agricolo sud Milano e del commercio equo e solidale. I produttori agricoli locali forniranno gli ingredienti per la degustazione e saranno invitati come animatori della discussione sui temi dell’agricoltura a km 0.

Leggi il resto di questa voce

Il Partito Democratico verso le elezioni europee

aree_urbane_bisCarissimi,

continua il lavoro di preparazione del Partito Democratico milanese in vista delle elezioni europee del prossimo maggio. Questo appuntamento, così ricco di significato politico, sarà decisivo nel percorso di costruzione di un nuovo protagonismo del nostro Paese all’interno dell’Unione Europea, di cui non siamo – come ha ricordato il Segretario nazionale e Presidente del Consiglio Matteo Renzi – “l’ultima vagone”, ma un membro che deve esprimere la sua capacità di guida ed essere punto di riferimento per il futuro di una nuova Europa.

Per impostare questo lavoro nei territori e per condividere i criteri delle proposte di candidatura per la lista nella nostra Circoscrizione nord-occidentale, è in programma domani sera, giovedì 20 marzo, un’Assemblea dei Segretari di Circolo dell’Area metropolitana. Come sempre, sarà un momento di confronto e ascolto reciproco importante.
Di Europa c’è sempre molto da conoscere e approfondire. Per questa ragione, grazie al contributo di numerose realtà e personalità, abbiamo promosso un “Corso di formazione sui temi europei”, aperto agli iscritti e simpatizzanti, che si svolgerà in due giornate (sabato 22 marzo e 5 aprile). In allegato trovate il programma completo e le modalità per iscriversi.  Leggi il resto di questa voce

16 FEBBRAIO – PRIMARIE PER L’ELEZIONE DEL SEGRETARIO REGIONALE DEL PARTITO DEMOCRATICO

PrimarieSegretarioRegionale

ELEZIONI: IL NODO LOMBARDO

AldoGiannuli[ di Aldo Giannuli ]

http://www.aldogiannuli.it

Dico subito dove vado a parare: contrariamente a quanto farò per il Parlamento nazionale (dove disperderò il voto) nel caso della regione voterò per la coalizione di Ambrosoli, candidato che, francamente, mi piace assai poco, ma faccio di necessità virtù. Come vedete, anche io so che ci sono momenti in cui, soppesando le soluzioni in campo, conviene scegliere il meno peggio. Peraltro ad indorare la pillola a quelli un po’ “choosy” come me (per dirla con l’orrenda Fornero) c’è il fatto che il voto di preferenza permette di scegliere candidati che compensano il giudizio negativo sulle rispettive liste. Leggi il resto di questa voce

MILANO, PIAZZA DUOMO, 17 FEBBRAIO: PARLA UMBERTO AMBROSOLI

SAVINO PEZZOTTA : «NO SCELTE VECCHIE QUI L’UNICA NOVITÀ È AMBROSOLI»

savino_pezzottaSUSANNA TURCO

L’Unità, 11 febbraio 2013

Quando nel 1939 la mgm lanciò in sala il film Ninotchka, il tormentone della campagna pubblicitaria fu «La Garbo ride!». Ecco, fatte le proporzioni e con il dovuto rispetto, nella domenica in cui scoppia la questione del voto disgiunto in Lombardia su Ambrosoli, il sempre serioso Savino Pezzotta, raggiunto al telefono, per prima cosa scoppia in una lunga e significativa risata. Eccezionale come quella della Garbo. Pezzotta ride, sarebbe lo slogan. «È esploso il caso. Sta succedendo di tutto. Albertini ha persino detto che io sono peggio di Fassina e Vendola, capisce? E voi continuate a dire che sono moderato». Segue un’altra risata, che vale più di qualsiasi commento politico per un uomo che ha appena lasciato l’udc in polemica con Casini e con le modalità di discesa in campo di Monti. Vale come dire: vedete di cosa parlavo? Leggi il resto di questa voce

PIRELLONE: INDAGATI I CAPIGRUPPO DELL’OPPOSIZIONE PER PECULATO

IL PD DI BUCCINASCO SULL’AGGRESSIONE SUBITA DA FRANCESCA SANTOLINI E CARMELA MAZZARELLI

Buccinasco – 30 gennaio 2013 – Il Partito Democratico di Buccinasco esprime solidarietà alla giornalista Francesca Santolini e a Carmela Mazzarelli, ex Consigliere comunale del PD a Buccinasco, che nel tardo pomeriggio di ieri 29 gennaio 2013 sono state coinvolte in un’esperienza terribile: hanno subito un’aggressione a mano armata che fortunatamente si è conclusa senza alcun danno.

Il significato di questa aggressione è molto probabilmente da interpretare nel quadro di una situazione sociale assai complessa che da sempre caratterizza il sudovest milanese, un’area pesantemente infiltrata dalla criminalità organizzata ’ndranghetista. Le numerose indagini della magistratura, che hanno più volte interessato questo territorio e in particolare Buccinasco, città in cui risiedono le due giornaliste, hanno messo in evidenza numerose iniziative economiche nel settore dell’edilizia (ma non solo) in cui è presente un perverso intreccio tra criminalità organizzata e imprenditori.

Il Partito Democratico di Buccinasco si augura che le forze dell’ordine e la magistratura possano al più presto possibile fare luce su questo gravissimo atto intimidatorio.

Il Partito Democratico di Buccinasco ribadisce infine il massimo impegno nel contrasto alla criminalità organizzata attraverso il pieno sostegno alla Giunta del Sindaco Maiorano, una Giunta che ha impostato la sua attività amministrativa abbracciando senza “se” e senza “ma” i criteri del rispetto scrupoloso della legalità, della trasparenza e dell’etica pubblica.

SOLIDARIETA’ A MAZZARELLI E SANTOLINI

Buccinasco (30 gennaio 2013) – L’Amministrazione comunale di Buccinasco esprime solidarietà alla giornalista Francesca Santolini e all’ex consigliera comunale Carmela Mazzarelli, raggiunte nel tardo pomeriggio di ieri da una raffica di mitra sparata a salve mentre erano in auto. “Invitiamo gli inquirenti a fare al più presto chiarezza su questo atto gravissimo – afferma il sindaco Giambattista Maiorano- per capire la dinamica dell’accaduto e soprattutto le motivazioni di un gesto tanto scellerato”.

LOMBARDIA 2013 – UMBERTO AMBROSOLI

LOMBARDIA 2013 - UMBERTO AMBROSOLI

PRIMARIE DEI PARLAMENTARI PD: RISULATI DI ZONA E DELLA PROVINCIA

primarie parlamentari pd

Primarie dei Parlamentari del Partito Democratico.
I risultati della Zona del Corsichese e della Provincia

ANCHE A BUCCINASCO VINCE AMBROSOLI

UMBERTO AMBROSOLI – APPELLO AL VOTO – PRIMARIE 15 DICEMBRE 2012