Archivi categoria: IL PARTITO

PD BUCCINASCO, GUIDO: IO RESTO NEL PARTITO DEMOCRATICO

Di Guido Morano

Delusione e sorpresa, questi mi sembrano i sentimenti più diffusi dopo la tanto annunciata uscita di Renzi e dei suoi seguaci. Delusione per chi l’aveva prevista da tempo ma sperava in un ripensamento, sorpresa da parte di chi, pur credendo in lui, pensava che Renzi mai avrebbe abbandonato il PD.

In me prevale la delusione, vuoi perché è l’ennesima prova della incapacità storica della sinistra di discutere senza dividersi e vuoi perché anche io, come molti anche della mia generazione, abbiamo creduto e poi sostenuto Renzi. Leggi il resto di questa voce

Annunci

DOPO LA SCISSIONE: STRATEGIA E VISIONE POLITICA DEL PARTITO DI RENZI

di David Arboit

Dopo avere ascoltato ieri quello che alcuni dirigenti del PD hanno detto sulla stampa nazionale a proposito della scissione di Renzi, vale la pena di ascoltare quello che hanno da dire, sempre sui giornali, alcuni osservatori esterni e simpatizzanti che non fanno parte organica del Partito Democratico. Leggi il resto di questa voce

RIFLESSIONI SULLA SCISSIONE DI RENZI: ZINGARETTI, MARTINA, MAIORINO, GUERINI, CECCANTI, DELRIO, MARCUCCI, MARATTIN, GIACHETTI, SINDACI RENZIANI

di David Arboit

Il Segretario Nazionale del Pd Nicola Zingaretti in un’intervista al Corriere ammette che un po’ se l’aspettava. Perché Renzi era sì vicino al partito ma aveva un atteggiamento di «non partecipazione alla vita del partito che francamente non ho mai compreso fino in fondo». Però è una rottura che «dispiace» perché è «un errore dividere il Pd» (clicca qui). Anche se poi aggiunge che non ha capito il perché dello strappo di Renzi. Ma Zingaretti ribadisce anche che «ora il nostro compito è molto chiaro»: bisogna «portare nel futuro il Pd. Anzi, meglio, il Pd che può ricostruire una speranza per l’Italia».

Di fronte a un evento straordinario come una scissione, oltre al Segretario nazionale, molti altri esponenti del Pd hanno espresso una loro opinione. Ascoltiamone alcuni. Leggi il resto di questa voce

LA SCISSIONE DI RENZI? IO RESTO NEL PD!

Di Rosa Palone

Non è un mistero che io mi sia avvicinata al Partito Democratico e alla militanza vera e propria con la segreteria di Matteo Renzi. Sono sempre stata una appassionata di politica con valori di centro sinistra: il mio primo voto a 18 anni fu per i DS, poi arrivò il Partito Democratico. Ma prima dell’ascesa di Matteo Renzi il mio impegno sociale è sempre stato nelle associazioni e nel volontariato mai in un partito. Dal 2012 con Matteo e la sua spinta di rinnovamento mi è venuta voglia di impegnarmi in prima persona, prima in una lista civica e poi proprio nel PD. Leggi il resto di questa voce

LA SCISSIONE DI RENZI: RANCORE? NO! DELUSIONE? MOLTISSIMA!

di Giambattista Maiorano

Il Rubicone è stato attraversato. Renzi, con la sua pattuglia, mollati gli ormeggi, si dirige in campi inesplorati. Gesto politicamente incomprensibile così come poco comprensibile la “caduta da cavallo” che ha consigliato l’artefice fiorentino di archiviare anni di cocenti accuse ed il personale impegno di perseguire l’obiettivo MAI CON I 5 STELLE. Leggi il resto di questa voce

ASSEMBLEA NAZIONALE DEL PARTITO DEMOCRATICO, 13 LUGLIO 2019: GLI INTERVENTI

L’INTERVENTO INTRODUTTIVO DEL SEGRETARIO NAZIONALE NICOLA ZINGARETTI

Seguono gli interventi di…

Leggi il resto di questa voce

I COMMENTI SULLA NUOVA SEGRETERIA NAZIONALE DEL PARTITO DEMOCRATICO

David Arboit

Zingaretti ha finalmente reso pubblica la sua squadra dei più stretti collaboratori. Ecco alcuni commenti pubblicati sulle più importanti testate del Paese. Leggi il resto di questa voce

ZINGARETTI NOMINA LA NUOVA SEGRETERIA NAZIONALE: NUOVE COMPETENZE PER VOLTARE FINALMENTE PAGINA

Il segretario nazionale del Pd, Nicola Zingaretti, rende nota la composizione della nuova segreteria e degli incarichi di lavoro. Leggi il resto di questa voce

17 MARZO 2019, ASSEMBLEA NAZIONALE DEL PARTITO DEMOCRATICO: INTERVENTI E CONCLUSIONI DI ZINGARETTI

GLI INTERVENTI: Robero Giachetti a 18.00; Maurizio Martina a 31.50; Anna Zambon a 44.15; Paolo Furia a 47.55; Roberta Pinotti a 53.15; Pierfrancesco Maiorino a 59.05; Anna Ascani a 1.05.05; Matteo Ricci 1.11.50; Sabrina Ugolini a 1.19.55; Marco Camberlotto a 1.26.30; Maria Saladino a 1.29.55; Mattia Zunino a 1.34.27; Clara Scapin a 1.40.45; Giacomo Dannibale a 1.45.45; Jacopo Bencini a 1.50.45. Le conclusioni di Nicola Zingaretti 2.01.00.

DOPO IL GRANDE SUCCESSO DELLE PRIMARIE: DICONO DI NOI

di David Arboit

Dopo la vittoria alle primarie il neosegretario NICOLA ZINGARETTI inizia lavorare per mettere in pratica lo slogan che ha definito la sua campagna elettorale: “voltiamo pagina”. (clicca qui) «Si è riaperta la speranza e ora dobbiamo con umiltà unire e cambiare. Non dobbiamo solo fare opposizione ma dare ai problemi che i gialloverdi cavalcano soluzioni migliori e aprire una nuova fase della democrazia». Il progetto politico del nuovo PD è ben delineato in una ricca intervista pubblicata su “La Stampa” (clicca qui). Leggi il resto di questa voce

BUCCINASCO, PRIMARIE PD 2019, I RISULTATI: HANNO VOTATO 817 PERSONE

CONGRESSO PD 2018: GENERI, GENERAZIONI E STATO SOCIALE

CONGRESSO PD 2018: LO SVILUPPO SOSTENIBILE E LE POLITICHE DI OGGI E DI DOMANI

CONGRESSO PD 2018: DEMOCRAZIA, TECNOLOGIA PARTITI

CONGRESSO PD 2018: LE PAROLE CHE ABBIAMO PERSO

RIFLESSIONE DEL SENATORE FRANCO MIRABELLI

[ testo del Senatore Franco MIRABELLI ]

Lo scambio della campanella tra Gentiloni e Conte è stato un momento triste, anche perché penso che abbiamo consegnato un Paese migliore, dopo 5 anni di Governi guidati dal PD.

Il Paese è migliorato da tanti punti di vista, tutti i dati economici lo confermano e abbiamo fatto riforme importanti, molte delle quali non hanno ancora avuto una ricaduta concreta sulla vita delle persone ma nei prossimi anni dimostreranno di esser state efficaci e utili per l’Italia.

In questi anni abbiamo messo in campo diverse squadre di Governo che hanno saputo dedicarsi al Paese.

Non è stato solo un problema di comunicazione ciò che ci ha impedito di veder valorizzato tutto il lavoro che abbiamo fatto.

Abbiamo presentato tutte le riforme realizzate come qualcosa che potesse avere una sorta di valore risolutivo per tutti i problemi dell’Italia mentre, invece, i cittadini ancora non avevano visto le ricadute concrete di ciò che era stato fatto e dei dati macroeconomici positivi.

Leggi il resto di questa voce

ANALISI DEL VOTO E DELLA SITUAZIONE POLITICA ATTUALE

[ di Simone MERCURI ]

Il giorno 8 Maggio 2018 si è riunita l’Assemblea degli iscritti del Circolo PD Buccinasco.

Rispondendo alle domande, riportate qui sotto, proposte dalla Segreteria Metropolitana, è nato un dibattito costruttivo che viene sintetizzato come segue:
Leggi il resto di questa voce

IL NUOVO GOVERNO E IL PD

[ di Giambattista Maiorano ]

Pare siamo ormai giunti alla fese finale del varo del nuovo governo grillo leghista.

Salvo sporadici interventi su whatsApp destinato ad iscritti ed amici del PD di Buccinasco, ho preferito disertare gli abituali appuntamenti nel sito, lasciando tutto lo spazio agli acuti articoli del nostro vicesindaco David Arboit tanto sull’evoluzione della situazione generale quanto sulla situazione all’interno del nostro partito.

Non un’assenza per indifferenza e tanto meno per mancanza di stimoli, quanto per una voluta pausa di riflessione nel tentativo di meglio comprendere spudorate giravolte da un lato e la sofferenza di un corpo ferito e ancora in preda alle convulsioni dei vari personalismi non in grado di riprendersi dall’altro.

Oggi il quadro sembra più chiaro.

Leggi il resto di questa voce

MATTEO RENZI RISPONDE A UN ISCRITTO DEL PD BUCCINASCO

Da: Matteo Renzi [mailto:matteo@matteorenzi.it]
Inviato: mercoledì 2 maggio 2018 14:01
A: Giovanni Giannone
Oggetto: Re: Riflessioni

Caro Giovanni,

intanto grazie per aver riconosciuto che la tua è una lunga email!

Il tempo a disposizione è sempre poco, ma ti rispondo volentieri.

Nella tua riflessione emerge la necessità di affrontare il modo in cui siamo organizzati, il modo in cui vogliamo andare avanti. Anche per questo dobbiamo guardare verso il futuro, non perderlo di vista, non perderci.

Penso che ci riusciremo se ci faremo guidare dalla franchezza, dal rispetto reciproco, e dalla nostra autentica passione per la politica. Senza censure e senza ipocrisie.

Restiamo in contatto, ci tengo.

Se mi scrivi ancora, ti leggo molto volentieri!

Un saluto,

Matteo

= = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = =

Ciao Matteo,

SPERO CHE TU POSSA TROVARE IL TEMPO E LA VOGLIA DI LEGGERE QUESTE LUNGHE RIFLESSIONI….

la sconfitta elettorale del 4 marzo è un duro colpo.

Diventa ancora più cocente se pensiamo che tra il tuo governo e quello Gentiloni avete fatto bene e anche molto.

Leggi il resto di questa voce

LA CHIAMAVANO ARROGANZA

[ di Giambattista MAIORANO ]

Si resta stupiti di fronte alle parole in libertà di chi si è subito legittimamente professato il vincitore delle recenti elezioni politiche. Si resta stupiti del digiuno costituzionale nonostante i cinque anni di apprendistato nella sua qualità di vice presidente della Camera dei Deputati.

Sarà forse per la non eccessiva partecipazione alle sedute, ma il vice presidente Di Maio dovrebbe aver imparato che si governa solo se si è in grado di presentare una maggioranza parlamentare che assicuri almeno il 50% + 1 dei rappresentanti del popolo.

Leggi il resto di questa voce

COME ANDARE AVANTI? ANALISI DEL VOTO

Martedì alle ore 21 in Sala Consiliare il Partito Democratico di Buccinasco farà una riunione aperta a tutti gli elettori per capire come far ripartire il nostro progetto di centrosinistra unito e forte. Vieni anche tu per analizzare il voto del 4 marzo.

LETTERA DEL CIRCOLO DEL PD DI BUCCINASCO ALLA DIREZIONE NAZIONALE

Il circolo del Partito Democratico di Buccinasco riunitosi l’indomani delle elezioni politiche e regionali del 4 marzo, anche in relazione alla discussione che si terrà nella Direzione Nazionale del PD di lunedì 12 marzo, ha espresso le seguenti valutazioni. Leggi il resto di questa voce

MESSAGGIO AGLI ELETTORI DEL PD

[ di Simone MERCURI ]

Lo scorso giugno a Buccinasco durante le elezioni amministrative il Partito Democratico ha raggiunto un risultato storico. Grazie agli amici come te, ai simpatizzanti ed elettori convinti il nostro Partito ha ottenuto un risultato strepitoso passando dal 17% nel 2013 al 27% nel 2017.
Oggi, alla vigilia del voto del 4 marzo, ci troviamo in una situazione simile, i sondaggi dei giornali ci vedono in affanno e annunciano l’avanzata delle destre e dei populisti. No, non è così. Siamo certi che l’impegno di ciascuno di noi nel raccontare alle persone che ci circondano le ragioni e i valori del Partito Democratico farà la differenza.

In questi anni abbiamo vissuto mille emozioni; gioito per il risultato delle Elezioni Europee 2014 che hanno visto il PD superare quota 40% e pianto per la sconfitta del Referendum 2016 che avrebbe consegnato al nostro Paese un sistema rappresentativo e governabile abolendo con un colpo netto i costi della politica.

Il prossimo 5 marzo sarà invece la data del rilancio grazie a te e a tutti coloro che trovano nel PD la loro casa e una comunità dove è possibile spazzare via le paure e gli scetticismi delle destre e dei populisti. Semplicemente insieme. Leggi il resto di questa voce

L’ ILLEGALITÀ SI COMBATTE CON LA LEGALITÀ


Partito Democratico di Buccinasco

Quanto successo a Buccinasco non è certamente un caso unico ed isolato.
I poster satirici sul boss della ‘ndrangheta Rocco Papalia, che lo ritraevano travestito da drag queen, affissi ABUSIVAMENTE sui tabelloni del nostro Comune dal Signor Klaus Davi, infatti, fanno parte di una campagna di “sensibilizzazione” che il cosiddetto massmediologo ammette aver compiuto anche in altri comuni come Reggio Calabria, Palermo e Milano. Leggi il resto di questa voce

#BUCCINASCO: VERSO UN NUOVO PD

Simone MERCURI

di Simone MERCURI  ]

Domenica 29 Novembre gli iscritti mi hanno eletto Segretario del Circolo PD Buccinasco “Moro Berlinguer”.  Ho voluto subito ringraziare il mio predecessore Guido Morano, che dopo anni alla guida del partito più votato di Buccinasco ha passato il testimone. Grazie Guido, il tuo lavoro è stato prezioso.

Mi presento: 27 anni da pochi giorni, al secondo mandato in Consiglio comunale dove ricopro la carica di Presidente della commissione “Territorio e Ambiente” (Urbanistica), nei mesi scorsi ho portato a termine una importante esperienza lavorativa al Parlamento Europeo a fianco della delegazione del PD, da oggi avrò la responsabilità di guidare un gruppo coeso verso le sfide per cui i Cittadini ci hanno scelto.

Leggi il resto di questa voce

IL MONDO CAMBIA, LE BUONE PRATICHE RESTANO. A #BUCCINASCO DOMENICA 29/10 SI È SVOLTO IL CONGRESSO PER IL RINNOVO DEL SEGRETARIO E DEL COORDINAMENTO DI CIRCOLO.

[ di Stefano Parmesani ]

Fino a qualche anno fa, un pò di anni fa, che ci fossero i congressi di partito, anche quelli delle strutture locali, era una cosa normale non faceva notizia. Adesso, forse non fanno notizia, ma sembra che sia solo il PARTITO DEMOCRATICO a proseguire in questa buona pratica. Sì, una buona pratica che dimostra il rispetto prima di tutto per noi stessi nel nostro ruolo di cittadini che partecipano. Un appuntamento, quello del Congresso, in cui si mischiano impegno, protagonismo, confronto, ma anche rispetto di regole condivise. Sì perché la democrazia funziona con regole condivise e con la capacità di confrontarsi con correttezza e rispetto e con tutta la passione di ognuno, all’interno di un perimetro comune.

E’ quello che è successo Domenica 29 Ottobre a Buccinasco nel Congresso del Circolo MORO / BERLINGUER, un circolo che viene da una esperienza entusiasmante: l’impegno vincente alle elezioni amministrative. Esperienza che ha visto il centrosinistra vincere al ballottaggio, un risultato per niente scontato, ma che ha visto il PD come partito vincere in modo indiscutibile al primo turno ed essere il primo partito a Buccinasco: 2970 voti, il 26%, e con il secondo partito staccato di 10 punti percentuali.

Ma è proprio quando si vince che si devono porre le basi per il rinnovamento, per confrontarsi a viso aperto e per individuare tutti gli spazi di miglioramento che, come sempre, sono tanti.

Leggi il resto di questa voce

IL PARTITO DEMOCRATICO, TRA SCISSIONI E NUOVE SFIDE

simonemercuri(di Simone MERCURI)

In dieci anni il nostro partito ha fatto passi in avanti, forse troppo. Siamo passati dall´essere un partito che contendeva il governo a Berlusconi ad un partito che si contende il governo al proprio interno.

Le “poltrone“ ricoperte nei vari livelli, parlamento, consigli regionali e comunali ed europarlamento si sono moltiplicate come gli stessi attori di un ceto politico che si è ampliato.

Può essere questo il problema? essere diventati troppo grossi?

Sicuramente in un partito di massa per come strutturato questo è inevitabile e rappresenta un pericolo, perché crescere non è sempre sinonimo di positività.

Ma perché siamo cresciuti così tanto soprattutto negli ultimi anni? Semplice abbiamo vinto le sfide elettorali, abbiamo portato in Ue il 40% dei nostri deputati italiani, ci siamo conquistati la maggioranza delle regioni in Italia, abbiamo governato e governiamo ancora molti dei comuni più importanti.

Tutto ciò ha portato alla nascita di un ceto politico nuovo e anche giovane, con il conseguente dilemma dello spazio. C´è spazio per tutti oggi? e domani? e per i nuovi giovani emergenti? cosa può succedere qualora non vincessimo le elezioni? facile, molti politici resterebbero fuori dalla scena e rimarrebbero senza la cosiddetta “poltrona”. Leggi il resto di questa voce

IL FUTURO DEL PARTITO DEMOCRATICO: PARLIAMONE

di David Arboit

Dall’assemblea degli amministratori del Partito Democratico che si è tenuta a Rimini sabato e domenica scorsa è emerso un giudizio chiaro: guardiamo in faccia agli italiani, guardiamo in faccia i problemi e i bisogni delle persone, non teniamo lo sguardo solo e soltanto sulle nostre beghe interne. È da un chiarimento sui bisogni del popolo italiano che si possono dedurre scelte politiche e organizzative. Restano comunque le domande del momento: congresso subito? Legge elettorale da cambiare o va bene così, va bene il consultellum? Elezioni a giugno? Che fare? Leggi il resto di questa voce

INTERVISTA A MATTEO RENZI: “L’ITALIA, IL GOVERNO, IL PD, LA SINISTRA: ECCO PERCHÉ LA MIA BATTAGLIA È APPENA COMINCIATA”

Di Ezio Mauro, La repubblica, 15 gennaio 2017

Segretario Renzi, la sua prima intervista dopo il referendum si può incominciare solo così: che sventola! Quanto le brucia? “E deve domandarmelo, non se lo immagina? Brucia, eccome se brucia. Tanto che il vero dubbio è stato se continuare o lasciare. Ma poi uno ritrova la voglia e riparte”.

Davvero ha pensato di uscire dalla politica? “Sì, nei primi giorni. Mi tentava: e devo dirle, un po’ per curiosità, un po’ per arroganza”. Leggi il resto di questa voce

SEGRETERIA CON NOMI NUOVI E AGENDA SOCIALE: ECCO IL PIANO DI RENZI PER RILANCIARE IL PD

Carlo Bertini, La Stampa, 14 gennaio 2017

Oltre un’ora di chiacchierata, la prima a tu per tu dallo scambio della campanella del passaggio di consegne a palazzo Chigi. Matteo Renzi va a trovare Paolo Gentiloni nella sua stanza al Gemelli e insieme fanno il punto della situazione, toccando tutti i temi sensibili, dalla legge elettorale che impegnerà il leader Pd, ai temi del lavoro sui quali si pronuncerà il governo nei prossimi giorni per tentare di sminare i due referendum della Cgil sui voucher e sugli appalti. Ed è proprio sull’agenda sociale che premier e segretario lavoreranno in tandem, visto che Renzi vuole accentuare il profilo del partito di governo sui temi del lavoro e dei giovani che hanno visto il Pd più in affanno in questi mesi, come dimostrato dai vari test elettorali.  Leggi il resto di questa voce

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: