Archivi categoria: BUCCINASCO

DOPO LA SCISSIONE: STRATEGIA E VISIONE POLITICA DEL PARTITO DI RENZI

di David Arboit

Dopo avere ascoltato ieri quello che alcuni dirigenti del PD hanno detto sulla stampa nazionale a proposito della scissione di Renzi, vale la pena di ascoltare quello che hanno da dire, sempre sui giornali, alcuni osservatori esterni e simpatizzanti che non fanno parte organica del Partito Democratico. Leggi il resto di questa voce

Annunci

ANTIGONE, CREONTE EDIPO: DEL BUON GOVERNO E DELLA GIUSTIZIA. GIUDICARE E GOVERNARE. VERITÀ E RESPONSABILITÀ

di David Arboit

Al Meeting di Rimini 2019 un incontro con il Vicepresidente della corte costituzionale Marta Cartabia e il Presidente emerito della Camera dei Deputati Luciano Violante. Si parla di un libro (clicca qui) scritto dai due a quattro mani nel quale viene data una lettura “da giuristi” di due famose tragedie del greco Sofocle: “Edipo re” e “Antigone”.

RAZZISMO E ADOZIONI INTERNAZIONALI: IGNORANZA, SUPERFICIALITÀ E STRUMENTALIZZAZIONE POLITICA DISTRUGGONO L’UMANITÀ DEL NOSTRO PAESE

di David Arboit

Qui non si parla di immigrati: si parla di italiani al 100%. È un segno dei tempi il razzismo che colpisce i bambini e i ragazzi di colore adottati dalle famiglie italiane (clicca qui). Comportamenti razzisti che si diffondono, prendono piede, forse non ancora dilaganti ma pericolosamente evidenti. Guai a chi minimizza. Chi minimizza, chi sminuisce, non si rende conto di quanto questo male sia contagioso. È la “banalità del male” quotidiano che a volte ci inganna, perché è un veleno culturale iniettato giorno dopo giorno in dosi omeopatiche: un vaccino contro il bene.

Che cosa sta accadendo all’Italia? Che cosa sta accadendo agli italiani? Quale male oscuro dilaga, quale peste culturale si sta diffondendo? E da quando? Leggi il resto di questa voce

5 AGOSTO 2019, UNA PAGINA NERA DELLA STORIA ITALIANA: IL PARLAMENTO ITALIANO APPROVA UNA LEGGE DISUMANA E INCOSTITUZIONALE

di David Arboit

Il decreto sicurezza Bis è legge. Abbiamo toccato il punto più basso (per ora) della civiltà giuridica, morale e culturale dell’Italia repubblicana. E chi ha votato a favore di questo decreto ne porta la responsabilità. Il Parlamento italiano ha approvato una legge che punisce chi salva i naufraghi in mare. Da oggi se un pescatore si trova davanti una barca con persone fuggite dalla Libia, se le raccoglie deve pagare un prezzo salatissimo: avrà una multa enorme (decine di migliaia di euro, fino a un milione) e il sequestro della barca, che è il suo mezzo di lavoro.

Che cosa contiene veramente il decreto e chi sono i responsabili parlamentari di questa vergogna? Leggi il resto di questa voce

ROMA, L’ASSASSINIO DEL CARABINIERE SCATENA IL DELIRIO DEI COMMENTI: DIBATTITO POLITICO ALLUCINATO E ALLUCINANTE

di David Arboit

Lo dicono tutti: non c’è paragone tra i politici di una volta (io da parte mia ho in mente Moro e Belinguer) e i politici di oggi. Con il fatto del carabiniere assassinato a Roma tutti abbiamo potuto vedere chiaramente l’abisso di questa differenza e pesare gli squallidi cialtroni che ci governano.

Guardiamo allora prima il fatto e poi i commenti. Leggi il resto di questa voce

PASSATO PRESENTE, I MISTERI DELLA PRIMA REPUBBLICA: WALTER VELTRONI INTERVISTA RINO FORMICA, ALDO TORTORELLA, VIRGINIO ROGNONI

di David Arboit

Walter Veltroni si volta indietro, riprende vicende chiave della storia italiana interrogando alcuni protagonisti. Un socialista (PSI) Rino Formica, un comunista (PCI) Alto Tortella, un democristiano (DC) Virginio Rognoni. Protagonisti forse della fase di crisi più cruciale della storia italiana del dopoguerra. Archeologia storica? Erudizione sterile? Curiosità inutile? La decostruzione del presente rimanda necessariamente a percorsi genetici. È che senza intelligenza del passato non c’è intelligenza del presente. E per questo occorre cercare ancora una volta di fare luce sui misteri che hanno prodotto la fine della Prima Repubblica.

Alla comprensione del passato narrato dai protagonisti intervistati da Veltroni contribuisce il seguente criterio interpretativo della storia avanzato da Antonio Gramsci il quale parlando di un momento critico nella storia di un Paese dice che «Ciò che aggrava la situazione è che si tratta di una crisi di cui si impedisce che gli elementi di risoluzione si sviluppino con la celerità necessaria; chi domina non può risolvere la crisi, ma ha il potere di impedire che altri la risolva, cioè ha solo il potere di prolungare la crisi stessa.» Ed è della “geometrica potenza” di questo potere di resistenza delle forze che avversano il cambiamento che narrano le tre interviste che seguono.

«Candido [dalla celebre opera di Voltaire] forse potrebbe dire – continua Gramsci – che ciò è appunto necessario perché gli elementi reali della soluzione si preparino e si sviluppino, dato che la crisi è talmente grave e domanda mezzi così eccezionali, che solo chi ha visto l’inferno può decidersi ad impiegarli senza tremare ed esitare.» No, questo non è ancora accaduto. La crisi narrata dagli intervistati, in Italia si protrae, produce una progressiva degenerazione del potere, e ogni volta, dopo tangentopoli, dopo l’assassinio dei giudici Falcone e Borsellino, secondo episodio chiave della storia recente d’Italia, il dominio di una classe dirigente inetta sembra riprodursi sistematicamente con livelli di peggioramento progressivo.

Forse non abbiamo ancora toccato il fondo. La crisi non è ancora «talmente grave» come scrive Gramsci, da suscitare la necessità di mezzi eccezionali.

Walter Veltroni intervista il socialista Rino Formica (clicca qui)

Walter Veltroni intervista il comunista Aldo Tortorella (clicca qui)

Walter Veltroni intervista il democristiano Virginio Rognoni (clicca qui)

CAROLA RAKETE COME ANTIGONE: ALLE ORIGINI DELLA CIVILTÀ EUROPEA

di David Arboit

Tornare al mondo greco, alla civiltà dei Greci significa tornare all’origine dell’Europa  alle radici dell’Europa. E la furiosa discussione attorno al caso della nave Sea-Watch ci mostra e ci dimostra come a volte perfino alle migliori menti possa capitare di smarrire la via della civiltà europea. Il caso di Carola Rakete e della Sea-Watch, e il problema dei migranti in generale, solleva in Europa, come negli Stati Uniti e dovunque, la questione della disubbidienza civile. Questione difficilissima oggi da trattare soprattutto in un’Italia in cui l’evasione fiscale è interpretata come disubbidienza civile. Nell’antica Grecia la vicenda tragica di Antigone (clicca qui) mette in evidenza il tema della disubbidienza civile come conflitto tra la dignità umana e il diritto. Leggi il resto di questa voce

BUCCINASCO, HIGHLIGHTS FESTA DELLA MUSICA 2019

LA LEGITTIMA DIFESA DEI MIGRANTI E L’ILLEGITTIMITÀ DEI RESPINGIMENTI VERSO LA LIBIA: CHI SONO VERAMENTE I CRIMINALI?

di David Arboit

La rivista Diritto Penale Contemporaneo pubblica una interessante sentenza del Tribunale di Trapani nella quale si analizza e si giudica il comportamento tenuto da alcuni migranti. Mentre una nave italiana, dopo averli raccolti li stava trasportando in Libia, si sono ribellati all’equipaggio e lo hanno costretto a fare rotta verso l’Italia.

Il Tribunale ha accertato, anche per ammissione dei migranti imputati nel procedimento e che hanno capeggiato la rivolta, le minacce e le altre violazioni del Codice Penale, ma ha concesso ai migranti la scriminante della legittima difesa. Quali considerazioni sono alla base di questo giudizio? Leggi il resto di questa voce

BUCCINASCO FESTA EUROPEA DELLA MUSICA 2019, SI COMINCIA CON LA TRADIZIONE PIU’ ANTICA: LE CAMPANE

BUCCINASCO, FESTA DELLA MUSICA, 21 E 22 GIUGNO 2019

IL PROGRAMMA COMPLETO clicca qui

BUCCINASCO: BORSE DI STUDIO PER GLI ALLIEVI DELLA CIVICA DI MUSICA

Ufficio stampa Comune di Buccinasco

Per il secondo anno l’Amministrazione comunale ha deciso di premiare gli allievi più meritevoli della Scuola Civica di Musica “Alda Merini”, assegnando 10 borse di studio per valorizzare i risultati didattici e artistici conseguiti dagli allievi, stimolare l’apprendimento e la sensibilità verso le discipline musicali e riconoscere i meriti artistici. Leggi il resto di questa voce

BUCCINASCO, 25-26 MAGGIO 2019: “NESSUNO RESTI INDIETRO”, GIORNATE DELLA INTEGRAZIONE SOCIALE

di Luisa Pezzenati

Sabato 25 e domenica 26 maggio si terrà la seconda edizione della rassegna “Nessuno resti indietro”, promossa dall’Assessorato all’integrazione sociale, che tratterà di un tema quanto mai attuale, l’inclusione sociale, che verrà declinato nei suoi diversi aspetti.

Nel momento politico che stiamo vivendo parlare di inclusione sociale, di attenzione per gli ultimi, di apertura verso culture diverse dalla nostra non è facile. Affrontare temi come questi è una sfida, è un modo per affermare ancora una volta che nessuno deve restare indietro e che tutti devono avere le stesse opportunità.

Che cosa si farà? Leggi il resto di questa voce

LE LEGGI RAZZIALI FASCISTE E DECRETO SICUREZZA: UN PARAGONE INTELLIGENTE, UTILE E DOVEROSO. ECCO IL VIDEO DEI RAGAZZI DI PALERMO

David Arboit

Ecco il lavoro degli studenti di Palermo che ha fatto saltare i nervi alla al Ministro della propaganda Matteo Salvini, al Ministro dell’Istruzione Marco Bussetti e all’Ufficio Scolastico Provinciale (ex Provveditorato agli Studi) di Palermo.

Due le considerazioni che si possono fare su questa vicenda di straordinaria gravità.

Leggi il resto di questa voce

IL CARDINALE ELEMOSINIERE KONRAD KRAJEWSKI: «DOVE SONO FINITI I DIRITTI UMANI DELL’EUROPA?»

David Arboit

Un gesto eclatante che dovrebbe smuovere le coscienze spesso annebbiate anche di quelli che spesso si proclamano ai quattro venti cristiani. Un gesto di umanità semplice ma che diventa clamoroso quando accade in un mondo dove l’egoismo è diventato una scelta di vita rivendicata con orgoglio. La domanda urgente che allora occorre meditare è la seguente: l’Europa deve avere come pietra angolare la fraternità solidale o l’egoismo individualista? I giornali di questi giorni hanno raccolto e riportato risposte varie a questa domanda, e anche alcuni discorsi contorti che contribuiscono di nuovo a disorientare. Vediamone alcuni. Leggi il resto di questa voce

#BUCCINASCO 19 MAGGIO ORE 21: CONFRONTO TRA IRENE TINAGLI (PD) E ANGELO CIOCCA (LEGA)

Irene Tinagli (Partito Democratico) e Angelo Ciocca (Lega – Salvini Premier) si confrontano in vista delle Elezioni Europee del 26/5. Moderatore della serata: Francesco Corti- 19 Maggio h. 21 – Auditorium Fagnana – Via Tiziano, 7 – Buccinasco

VI ASPETTIAMO

HA SENSO O OGGI PARLARE DI PERICOLO FASCISTA? IL FASCISMO HA UN FUTURO? C’È ANCORA BISOGNO DI ANTIFASCISMO?

di David Arboit

In un articolo del 2016 lo storico Aldo Giannuli provava a rispondere alla domanda “C’è un pericolo fascista in Italia e in Europa?” (clicca qui). Analizzando le “condizioni ambientali generali” che nella storia hanno portato alla affermazione dei regimi fascisti, Giannuli arrivava alla conclusione che era estremamente improbabile la comparsa in Europa di nuovo Stato fascista.

Analisi condivisibile, ma che anche alla luce di quanto si è visto negli anni seguenti trascura a mio giudizio alcuni fatti che quantomeno suscitano domande e preoccupazioni. Leggi il resto di questa voce

LA DEMOCRAZIA, LA COSTITUZIONE E L’ANPI SECONDO LA LEGA DI BUCCINASCO

di David Arboit

Il consigliere Manuel Imberti scopre che l’ANPI critica in modo radicale il governo Lega-M5S sul decreto sicurezza (clicca qui). Il Consigliere Alberto Schiavone (capo del Movimento 5 Stelle di Buccinasco) applaude con un “mi piace”. Imberti scopre l’acqua calda. Basta andare con la memoria non molto indietro, e ricordare che nella campagna referendaria sulla riforma costituzionale del Governo di Centrosinistra, l’ANPI ha criticato direi decisamente il governo DI CENTROSINISTRA dicendo che quella riforma era contro la Costituzione. Ma Imberti pensa che siccome criticano il suo di governo bisogna farli tacere, bisogna buttarli fuori dalle scuole perché sono di parte. L’Assessore Arboit, invece che ha sostenuto la riforma costituzionale e ha votato Sì al referendum del 4 dicembre 2016, ha una concezione della democrazia differente da quella di Imberti.

Ma che cosa fa veramente l’ANPI a scuola? Vale la pena di riascoltare per capire bene.

ERO STRANIERO E MI AVETE ACCOLTO

di Giambattista Maiorano

In quel momento mi sono sentito sprofondare …! Da lei non me lo sarei mai aspettato. Stava entrando per la celebrazione della messa del mattino di un giorno feriale. Ci va con frequenza. Incontrandoci abbiamo scambiato solo qualche impressione rispetto agli avvenimenti che scuotono l’Italia, in primis gli immigrati. Ad un certo punto mi dice: sì, sì, ma il Papa faccia il Papa, perché vuole anche lui occuparsi di politica? Riferendosi ai nuovi governanti, si mostra comprensiva. Poverini, esclama, sono appena arrivati, lasciamoli lavorare e se proprio sto Papa insiste, che se li porti tutti in Vaticano! Leggi il resto di questa voce

L’IMMIGRAZIONE METTE IN CRISI LE RADICI CRISTIANA E UMANISTA DELLA CIVILTÀ EUROPEA

di David Arboit

In Italia, con il governo Salvini-Di Maio, la questione è diventata evidente se non spudorata. Ma in questi anni il cambiamento si vedeva già chiaramente (anche se le azioni i discorsi erano meno plateali) guardando al comportamento di molti altri leader politici europei. Di fronte a un fenomeno epocale come l’immigrazione da paesi dominati dalla povertà e dalla guerra, l’Europa ha ignorato e ha tradito le radici cristiana e umanista della sua cultura. Ha tradito sé stessa, di nuovo. Non è infatti la prima volta. Leggi il resto di questa voce

BUCCINASCO: L’INCLUSIONE È IL SENSO PIÙ BELLO E PROFONDO DELLA PASSIONE POLITICA E DELL’AZIONE AMMINISTRATIVA

di David Arboit

Giornata straordinaria a Buccinasco quella di ieri. Una iniziativa organizzata dalla Amministrazione Comunale a cui è stato dato un titolo chiaro e tondo: “nessuno resti indietro”. Un confronto aperto sul tema della inclusione sociale. Gli interventi dei relatori Don Mapelli, Don Colmegna, Don Rigoldi, Alessandro Giungi (che potete riascoltare cliccando nell’elenco che segue) hanno definito con molta chiarezza il quadro culturale in cui si colloca il tema e come per certi versi sia un tema che sfida con estrema radicalità la cultura dominante e il senso comune sia della vita privata di ciascun cittadino sia della vita pubblica politica e sociale. Leggi il resto di questa voce

MENO DI CENTO PASSI

Il 21 marzo è la giornata nazionale per la memoria e l’impegno in ricordo delle vittime innocenti di mafia. Questo 21 marzo 2018 la nostra giunta, sostenuta dal Partito Democratico e dalla lista civica Noi di Buccinasco, ha tenuto la riunione settimanale nell’immobile confiscato all’ndrangheta in via Nearco. Questi locali sono per noi il simbolo della vittoria dello Stato sull’antiStato, uno spazio conquistato grazie alla sinergia tra forze dell’ordine, magistratura, società civile e buona politica. È la prova che quando si lavora tutti insieme il confine della legalità avanza e prende campo.

Noi vogliamo continuare a lavorare, uniti, affinché ogni centimetro guadagnato non debba essere perso o ceduto. L’onorevole Pio La Torre nel 1982 venne ucciso per il suo grande lavoro di contrasto alla criminalità, con l’introduzione del reato di associazione mafiosa e della confisca dei beni alla mafia. In ogni spazio confiscato rivive la sua memoria ed è il suo esempio a guidarci nella nostra azione politica quotidiana. Perché l’ndrangheta a Buccinasco non è un problema solo nostro, è un problema di tutti i cittadini, che pesa nelle tasche di tutti.

Leggi il resto di questa voce

COME ANDARE AVANTI? ANALISI DEL VOTO

Martedì alle ore 21 in Sala Consiliare il Partito Democratico di Buccinasco farà una riunione aperta a tutti gli elettori per capire come far ripartire il nostro progetto di centrosinistra unito e forte. Vieni anche tu per analizzare il voto del 4 marzo.

CHE FARE?

[ di Giambattista MAIORANO ]

Una batosta così grande è difficile da metabolizzare. Nessuno si era fatta illusione: la battaglia era difficile, aveva quasi dell’impossibile, ma in fondo aleggiava una speranziella basata sul buon senso.

In fondo, pur con qualche concessione demagogica, il programma presentato è stato quello più vicino alla realtà del Paese. Più che promesse, il filo conduttore è stato caratterizzato e determinato dalle cose realizzate negli ultimi 5 all’interno di un quadro nazionale ed internazionale tutt’altro che favorevole. I dati economici e la ripresa davano finalmente respiro ma la prudenza consigliava di non esagerare per non perdere quanto faticosamente si era conquistato.

Hanno vinto gli altri. Non hanno stravinto tuttavia e se l’esito elettorale avrà o meno successo non ci vorrà molto a verificarlo. Ha fatto bene il PD a giocare quelle carte? Penso di sì per il semplicissimo fatto che un Paese non avanza né socialmente né economicamente sollecitando pancia e paure e meno che mai promettendo paradisi impossibili. Leggi il resto di questa voce

NON SI ARRETRA DI UN CENTIMETRO

Uno dei nove beni confiscati all’ndrangheta è la Villa di Via Nearco, confiscata per metà al boss Rocco Papalia. Dopo l’assegnazione al Comune la Villa si è trasformata nel simbolo dello Stato che riprende terreno diventando un luogo appositamente destinato ad un progetto sociale alto e nobile: l’accoglienza di minori stranieri non accompagnati. Infatti negli spazi assegnati al Comune di Buccinasco vivono una coppia di volontari che sono i genitori italiani di sei ragazzi che crescono, vanno a scuola, studiano l’italiano, imparano un lavoro per diventare cuochi o sarti e si preparano per prendere la patente.

Leggi il resto di questa voce

L’ ILLEGALITÀ SI COMBATTE CON LA LEGALITÀ


Partito Democratico di Buccinasco

Quanto successo a Buccinasco non è certamente un caso unico ed isolato.
I poster satirici sul boss della ‘ndrangheta Rocco Papalia, che lo ritraevano travestito da drag queen, affissi ABUSIVAMENTE sui tabelloni del nostro Comune dal Signor Klaus Davi, infatti, fanno parte di una campagna di “sensibilizzazione” che il cosiddetto massmediologo ammette aver compiuto anche in altri comuni come Reggio Calabria, Palermo e Milano. Leggi il resto di questa voce

CACCIA ALL’IMMIGRATO: IL TERRORISMO DI DESTRA, LE MENZOGNE DEI CATTIVI MAESTRI E IL NEOFASCISMO

di David Arboit

Si moltiplicano gli episodi di violenza contro gli immigrati, episodi che hanno una chiarissima matrice di destra. La vicenda di Macerata e solo la punta di un iceberg di uno stillicidio di episodi che si moltiplicano in tutta Italia ormai da molto tempo (clicca qui) e che gran parte dei mass media trascurano o minimizzano sempre, anche se accadono ormai quotidianamente (clicca qui). Chi sono i mandanti? Sono “cattivi maestri” che diffondono sistematicamente menzogne sulla immigrazione, e i peggiori, i più subdoli non sono nemmeno estremisti di destra. Chi sono allora? Leggi il resto di questa voce

GIORNATA DELLA MEMORIA 2018, IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA DICE NO AL MITO DEL FASCISMO BUONO

di David Arboit

Non è stato in discorso rituale quello del Presidente della Repubblica. È stata una ammissione chiara delle gravi colpe di cui si è macchiato il nostro Paese. Il Presidente demolisce definitivamente con chiarezza il mito degli “italiani brava gente” che già aveva scricchiolato parecchio quando fu scoperto il famoso “armadio della vergogna” (clicca qui per il discorso integrale di Mattarella). Leggi il resto di questa voce

CONFERENZA DEI VESCOVI ITALIANI: LA CHIESA «NON È UN PARTITO E NON STRINGE ACCORDI CON ALCUN SOGGETTO POLITICO»

di David Arboit

Il presidente della CEI Gualtiero Bassetti ha aperto con la sua prolusione (clicca qui il discorso integrale) la sessione invernale del Consiglio permanente dei Vescovi italiani soffermandosi sui temi di maggiore attualità. Si espresso anche sulla situazione politica italiana e sulle imminenti elezioni precisando che la Chiesa «non è un partito e non stringe accordi con alcun soggetto politico». La Chiesa ha come obiettivi il dialogo con tutti e lo sviluppo integrale dell’uomo, due propositi che «costituiscono il nostro orizzonte di riferimento». E per favorire lo sviluppo integrale dell’uomo che fare? Leggi il resto di questa voce

SIAMO TUTTI STRANIERI RESIDENTI

di David Arboit

Una “filosofia della migrazione” ossia un tentativo di pensare il senso della sfida che un “altro” in carne ed ossa mi pone, al di la delle retoriche filosofiche sulla “alterità”.

Ciò che segue è tratto da: Donatella Di Cesare, Stranieri residenti: una filosofia della migrazione Bollati Boringhieri, 2017. È un piccolo assaggio per un consiglio di lettura.

N.B. Le citazioni bibliche dell’autrice non sono tratte dalla Bibbia della CEI ma dalla Vaikrà della Torah ebraica. Leggi il resto di questa voce

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: