DOPO IL GRANDE SUCCESSO DELLE PRIMARIE: DICONO DI NOI

di David Arboit

Dopo la vittoria alle primarie il neosegretario NICOLA ZINGARETTI inizia lavorare per mettere in pratica lo slogan che ha definito la sua campagna elettorale: “voltiamo pagina”. (clicca qui) «Si è riaperta la speranza e ora dobbiamo con umiltà unire e cambiare. Non dobbiamo solo fare opposizione ma dare ai problemi che i gialloverdi cavalcano soluzioni migliori e aprire una nuova fase della democrazia». Il progetto politico del nuovo PD è ben delineato in una ricca intervista pubblicata su “La Stampa” (clicca qui).

È un PD aperto e inclusivo quello che Zingaretti vuole costruire. Sulle pagine del Corriere della Sera ROMANO PRODI afferma che «una linea di apertura e di inclusione» sono due elementi fondamentali del voltare pagina e sono le ragioni principali per cui lui si riavvicinerà al Partito Democratico: «Io – dice Prodi – sono quasi tornato a casa». (clicca qui)

Sul corriere troviamo anche una analisi dei votati delle primarie per fasce d’età e per titolo di studio. (clicca qui)

Di ritorno a casa parla anche ENRICO LETTA. Resterà fuori dall’impegno amministrativo, dalla politica parlamentare ma riprenderà, dopo 5 anni, la tessera del PD. «Girando l’Italia per presentare il mio libro – sostiene Letta – mi sono reso conto che in questo momento il tema delle disuguaglianze è il più sentito. C’è bisogno di una leadership che non abbia paura di proporre contenuti radicali e di una voce chiaramente di sinistra. E lo dico io, che pure provengo da una formazione diversa». C’è sete di giustizia e il PD deve dimostrarsi all’altezza dando risposta a questo bisogno sentito. (clicca qui)

Anche ILVO DIAMANTI su repubblica profila gli elettori del PD ma soprattutto osserva che la forma “partito di massa”, base della democrazia secondo la nostra Costituzione repubblica, sembra resistere nelle mobilitazioni degli elettori delle primarie del PD. Troppo presto è stata dichiarata obsoleta questa istituzione politica (articolo 49 delle Costituzione) che è l’unica che può garantire una democrazia reale, non virtuale, non simulacro della democrazia. (clicca qui)

Annunci

Pubblicato il 5 marzo 2019 su Congresso PD, IL PARTITO, POLITICA NAZIONALE. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: