ELEZIONI REGIONALI IN SICILIA: MA DOV’È LA DISFATTA DEL PD?

di David Arboit

In Sicilia, chi ha vinto e chi ha perso è molto chiaro. Ha vinto in modo netto il Centrodestra unito. Tutti gli altri, proprio tutti, nessuno escluso, hanno perso. In politica non c’è la medaglia d’argento e la medaglia di bronzo. C’è un vincitore e basta.

Poi, però ci sono considerazioni politicamente interessanti da fare. Partiamo dalla bufala del tracollo del PD.

I titoli dei giornali di questi due giorni parlano del tracollo, o della disfatta, del PD. Una disfatta che, guardando i numeri non esiste. Guardiamo i numeri: clicca qui 2012, clicca qui 2017.

Il PD aveva incassato 257.000 voti nel 2012, ne ha incassati 250.000 nel 2017. Dove sta la disfatta? Direi fermi al palo, dopo una campagna elettorale largamente insufficiente: direi non fatta. Il tracollo del PD sta nella testa di giornalisti corifei (servi del potere) che sono al servizio obiettivi politici precisi: giocare al massacro prima di tutto contro Renzi e poi indirettamente, ma anche direttamente, contro il PD.

A ben guardare i dati del 2012, ci si rende conto che allora il Centrodestra si suicidò: sommando i voti dell’allora candidato Musumeci e del candidato Micicché si raggiungeva già allora un tondo 41,14%. Questa volta hanno pensato bene di non fare “tafazzate”, si sono uniti e hanno vinto. Nessunissima sorpresa.

Nel 2017 il PD ha preso il 13% nel 2012 prese il 13,42%. La “vittoria” di allora fu il risultato anche di un bel 10,84% dei centristi (UDC) e di un 6,17% della lista Crocetta. Questi ultimi sono i voti che si sono dissolti: Alternativa popolare 4,2%. Qui forse una disfatta c’è, o è meglio dire: siccome il centro in qualunque geometria è un punto, è allora fisicamente ovvio che il centrista non può mettere tutti e due i piedi su un punto, e quindi ne tiene uno a sinistra del punto e l’altro a destra. Insomma qualcuno è passato armi e bagagli dalla parte del vincitore certo in pectore.

Comunque Crocetta non ha governato bene la Sicilia, non aveva peraltro nemmeno i numeri in Consiglio regionale (39 su 90 deputati regionali), e quindi la sconfitta, al di là di tutto, è meritata. In questo quadro e in assenza di una seria campagna elettorale, direi perfino stupisce la tenuta del PD.

Altre considerazioni inducono a dire che la delusione è in fondo un po’ di tutti.

Berlusconi vince ma porta a casa un magro 16,4%. La somma dei voti del PDL e di Micciché nel 2012 era 23,41%. E lui a fare la campagna in Sicilia ci è andato, e ha battuto palmo a palmo l’isola. Risultato? Molto modesto direi.

M5S quasi raddoppia i suoi voti (dal 14,8% al 26,7%), ma tutti sanno che non potrà mai vincere, che non andrà mai al governo. Comunque ha perso. Attrattiva di questa sedicente nuova politica verso un astensionismo che ha toccato il 53% degli aventi diritto? Nessuna, zero.

La sinistra vera, quella che da un anno a questa parte ha fatto una guerra spietata e senza esclusione di colpi contro il PD, perché non è più di sinistra, perché è servo dei potenti, perché ormai è un partito di destra, perché Renzi è arrogante, non ha portato a casa niente: 122.633 voti (6,1%) nel 2012; 128.157 voti (6,1%) nel 2017. In Sicilia non è nemmeno riuscita a indebolire veramente il PD. Ma in ogni caso andranno avanti lo stesso, a picchiare la testa contro il muro, a dare lo squallido spettacolo di una sinistra senza idee che ha come unico obiettivo far fuori Renzi e rubacchiare (senza riuscirci) qualche voto al PD, esattamente come sempre, esattamente come una volta, come negli anni Settanta contro il PCI, come Bertinotti contro il Centrosinistra: l’eterno ritorno dell’identico, coazione a ripetere. Continuate pure, avanti così.

Annunci

Pubblicato il 7 novembre 2017 su Pd, POLITICA NAZIONALE. Aggiungi ai preferiti il collegamento . 4 commenti.

  1. CHI HA PERSO ?
    Il Movimento cinque Stelle. Di Maio e Di Battista hanno passato quattro mesi in Sicilia, Grillo ha detto che era l’ultima spiaggia, hanno speso centinaia di migliaia di euro in questa campagna e hanno perso. Eppure in TV raccontano di aver vinto e nessuno che gli faccia una domanda su questo. Per loro inizia un periodo molto duro!
    Il Partito Democratico. Abbiamo perso pur avendo mantenuto gli stessi voti delle Regionali del 2012 (che avevamo vinto grazie alle divisioni della destra e al 10% dell’UDC). Dobbiamo essere molto fieri, però, di esserci liberati di qualche personaggio che nel 2013 stava con noi. Per esempio Francantonio Genovese, già deputato di Messina, poi condannato in primo grado a 9 anni. Quando è uscito dal carcere Genovese ha lasciato il PD in polemica con la decisione di Renzi di votare a favore dell’arresto in aula. E si è iscritto a Forza Italia. A Messina Genovese, per il tramite del figlio, ha portato a Forza Italia 17.000 voti. Ma noi preferiamo il partito che candida il figlio di La Torre anziché il figlio di Genovese. Anche se magari qualche volta si perde.
    CHI HA VINTO?
    La destra. Come accade sempre, da decenni, in Sicilia. E come molti immaginavano da mesi. Ha vinto Musumeci che per questa campagna elettorale ha fatto pace col suo avversario storico, Miccichè. La volta scorsa i due stavano in liste contrapposte, questa volta insieme. Non condividiamo una virgola della sua storia e del suo curriculum. Ma ha vinto, ha vinto nettamente e gli facciamo i migliori auguri perché riesca a governare bene la Sicilia. Speriamo che ci riesca perché prima vengono i cittadini, poi gli schieramenti. Ne dubitiamo, per la compagnia di giro che ha, ma glielo auguriamo. E lo auguriamo ai siciliani.
    DALLA E-NEWS DI MATTEO RENZI

    Quest è proprio bella….
    Quando Genovese stava con voi tutto bene….adesso siete contenti che ve ne siete liberati…..

    Mi piace

  2. David…mi stupisci…..leggo…. “Il tracollo del PD sta nella testa di giornalisti corifei (servi del potere)….”……e poi alla fine..

    .”La sinistra vera, quella che da un anno a questa parte ha fatto una guerra spietata e senza esclusione di colpi contro il PD, perché non è più di sinistra, perché è servo dei potenti, perché ormai è un partito di destra, perché Renzi è arrogante, non ha portato a casa niente….”

    e allora ti devi decidere…è colpa dei giornalisti o della sinistra più a sinistra del PD ?

    Mi piace

  3. Cosa aggiungere?

    Mi piace

  4. Dr. Arboit,
    molto umilmente,
    io non sono in grado di leggere tutti questi numeri,
    io ho fatto “scuole basse”,
    io meno la vanga ed il badile,
    guardo l’orizzonte ed il tramonto laggiù a Cusago,
    ho le caprette ed il cavallo.

    E sono felice così.
    Anche se gli scienziati mi chiamano “bifolco” !

    Auguro,
    fuor di ironia,
    di raccogliere tanti frutti a chi semina bene !!

    Flavio.
    Scuole Elementari a Zibido S. Giacomo.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: