BUCCINASCO: LA RIQUALIFICAZIONE DI VIA DI VITTORIO

[ di Cesare Di Lieto ]

Ieri sono stato all’assemblea pubblica dove gli uffici competenti del Comune hanno spiegato alla cittadinanza interessata le motivazioni e le soluzioni trovate per la riqualificazione di via Di Vittorio.
La sala era piena di persone interessate e giustamente preoccupate per il ripristino di una delle vie più belle di Buccinasco.
Dopo la lucida e precisa spiegazione della dottoressa Gnasso sulle condizioni degli alberi malati e’ toccato all’Architetto Di Noia spiegare la soluzione ottimale trovata dai tecnici.
Tale soluzione, come si vede dal rendering, prevede di sostituire gli alberi malati con (un numero di circa 40) nuovi alberi ad alto fusto di diversa tipologia posti nei cosiddetti “musoni” (estremità allargate, circa 3mt, delle aiuole) integrati con una serie di alberelli tra di loro. Le due corsie dagli attuali 3,175 mt vengono allargate di 17 cm circa per essere a norma con le direttive di legge (secondo la legge Lunardi del 2001 ed il codice della strada) per le strade in cui c’e’ il passaggio di autobus pubblici.
Nella parte della via che va’ da piazza san Biagio a via XXV Aprile, il controviale che al momento e’ utilizzato impropriamente (non c’e’ nessuna segnaletica orizzontale) per parcheggio verticale verra’ regolarizzato con parcheggi orizzontali da entrambi i lati (del controviale) in modo da lasciare inalterato il numero di posti auto a disposizione della cittadinanza ivi residente. Nella via saranno presenti 3 attraversamenti pedonali rialzati per limitare la velocita’ veicolare ai 30km/h che il PGT prevede per quella via.
Ad eccezione di poche strumentalizzazioni politiche, la maggior parte degli interventi dei cittadini ha richiesto un’attenzione particolare al ripristino della bellezza della via e ha posto delle osservazioni pertinenti e richieste di chiarimento per capire meglio le ragioni delle scelte fatte. Una su tutta mi e’ rimasta impressa per la sua pertinenza: la richiesta di convertire il tratto di pista ciclabile nel primo segmento ovest della via per avere piu’ parcheggi; a tal proposito l’architetto Di Noia ha spiegato che il rendering visualizzato non fosse corretto e che in tale tratto la pista ciclabile non fosse piu’ dedicata ma bensi’ promiscua al transito degli autoveicoli per il solo accesso ai parcheggi orizzontali posti ai due lati del controviale. Tale accorgimento ha reso il numero dei parcheggi della via inalterato.
Disponibile a chiarimenti, ho allegato alcuni documenti presentati all’assemblea tra i quali il referto sullo status degli alberi.

Pubblicato il 24 ottobre 2017, in LAVORI PUBBLICI con tag , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: