BUCCINASCO, PRIMO CONSIGLIO COMUNALE: QUELLI CHE COMINCIANO BENE E QUELLI CHE COMINCIANO MALE

di David Arboit

Buccinasco, 12 luglio 2017, primo Consiglio comunale della Giunta Pruiti. Maggioranza e Opposizione l’una di fronte all’altra nell’aula di Consiglio. Molti sono i Consiglieri “nuovi del mestiere”, molti sono i Consiglieri in giovane età. C’è insomma aria di nuovo sia tra i banchi della Maggioranza sia tra i banchi dell’Opposizione. Ma a un certo punto si diffonde una puzza di vecchio, di stantio.

È una serata inaugurale, una serata soprattutto piena di adempimenti previsti dalla legge. Ma è anche una serata in cui ciascuno prova a guardare avanti, e cerca di comunicare alla città progetti nuovi e buoni propositi, cerca di ipotizzare nuove vie per affrontare problemi ancora irrisolti. Un clima favorevole che è alimentato anche da alcuni interventi positivi e propositivi dell’Opposizione. Un’aria nuova che però a un certo punto viene ammorbata da due interventi che puzzano di vecchio: sono del Consigliere Caterina Romanello per la Lista Buccirinasco e del Consigliere Luigi Iocca per Forza Italia. È evidentissimo che i due non hanno digerito la sconfitta elettorale. Il copione è il solito, quello della campagna elettorale: “la Giunta Maiorano non ha fatto niente”. I due non si rendono conto che così facendo stanno insultando gli elettori di Buccinasco che hanno commesso il gravissimo errore di riconfermare “la peggior Giunta possibile”, una Giunta che non ha fatto niente. È colpa degli elettori, hanno sbagliato gli elettori, gli elettori non hanno capito niente e adesso glielo spiego.

Ma è poi vero che la Giunta Maiorano non ha fatto niente? Tralasciamo l’eccellente lavoro fatto nei settori dell’istruzione, della cultura e dei servizi sociali, e guardiamo ai Lavori Pubblici: ecco un elenco della parte più recente di quello che è stato fatto (clicca qui); niente di faraonico, ma risposte ai bisogni reali dei cittadini e delle famiglie. E si noti bene, manca dall’elenco la marea di interventi di manutenzione.

È niente? Mi pare di no, e prima di parlare è necessario informarsi altrimenti non si è credibili quando si parla in Consiglio comunale.

Peraltro tra i Consiglieri di Maggioranza c’è chi fa notare che nei cinque anni passati chi non ha lavorato, chi non ha fatto il suo mestiere è l’Opposizione. Prima di tutto c’è la saltuaria partecipazione alle Commissioni, e poi in cinque anni di mandato l’Opposizione non ha mai presentato un emendamento al Bilancio preventivo.

La replica, urlata e aggressiva come al solito, non si fa attendere: non importa se non si partecipa alle Commissioni perché la vera discussione si fa in Consiglio comunale.

Ah sì? Parliamone.

1) Le Commissioni non contano nulla? Affermazione direi superficiale e forse ignorante.

2) Nel quinquennio 2012-2017 l’Opposizione non ha mai, dico MAI, fatto una proposta di emendamento al Bilancio preventivo che viene portato ogni anno in discussione in Consiglio comunale. È il documento più importante, il documento in cui l’Amministrazione fa scelte politiche concrete. Mai un emendamento. Come mai? Niente da dire? Perché i bilanci non sono stati mai studiati? Perché i bilanci non sono stati mai approfonditi e capiti veramente? Perché insomma l’Opposizione non ha fatto il proprio dovere? È quindi falso sostenere che è stata fatta un’opposizione in Consiglio comunale. In Consiglio comunale per cinque anni noi abbiamo ascoltato chiacchiere e retorica demagogica senza costrutto, come ieri sera. Abbiamo avuto il teatrino della politica. E nella cabina elettorale la maggioranza degli elettori ha mostrato di concordare con questa valutazione.

L’Opposizione “dura”, meglio forse dire rancorosa, termina infine la sue filippiche con un “non vi faremo sconti”. Ci mancherebbe, mi vien da dire. E poi in che senso l’Opposizione può fare sconti? Che cosa significa fare sconti? Significa chiudere un occhio, far finta di non vedere i nostri errori? È una tradizione per il Centrodestra di Buccinasco chiudere uno o più occhi, ma forse è il caso di cambiar musica. In ogni caso la presenza su quei banchi proprio di questo Centrodestra con la sua “Opposizione dura” ma senza proposte costruttive, per noi del Centrosinistra è già di per sé uno sconto politico del 50%, da subito, in partenza.

Annunci

Pubblicato il 14 luglio 2017 su LAVORI PUBBLICI, POLITICA LOCALE. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: