ROMA, M5S, INCAPACI DI GOVERNARE: QUANDO MANCA UNA CLASSE DIRIGENTE

mamma-raggi

di David Arboit

È capitato a Roma che il popolo sovrano, stanco di vedere non risolti i problemi della città, e volendo veramente cambiare musica, abbia dato fiducia a un partito nuovo, che presentava volti nuovi, e come candidato sindaco una giovane donna. Ma un conto è vincere le elezioni altro conto è governare. Una classe dirigente preparata, cioè competente e di esperienza, non si inventa dall’oggi al domani.

Quindi che fare quando il popolo ti mette sugli altari e non sei pronto per governare? Si va a raccattare il peggio scartato dagli altri partiti o ci si affida a faccendieri, gente esperta di politica ma anche di corruzione, esperta di interessi privati da favorire, che se ti consentono di governare vogliono anche qualcosa in cambio e tu diventi un loro ostaggio, uno zimbello, un burattino senza fili ricattato e ricattabile. (clicca qui)

Sei giovane e sei donna? È il meglio oggi dal punto del marketing politico. Ma poi i nodi vengono al pettine e si va inesorabilmente al disastro. Se non c’è la squadra il Sindaco è fregato in partenza (Corsico docet).

I partiti politici tradizionali a Roma vi hanno portato sull’orlo di un baratro, diceva M5S in campagna elettorale, oggi sappiamo che votare M5S e come fare un passo avanti e precipitare in avvitamento nel baratro. A questo punto si attende solo lo schianto.

Ed è esattamente lo schianto che propone , udite udite… perfino Marco Travaglio su il fattoquotidiano. Sì, proprio lui propone lo schianto. (clicca qui) Se lo dice Travaglio significa allora che siamo veramente alle comiche finali, che la situazione è insostenibile e che la cosa giusta è dimettersi. Lo dice Marco Travaglio, non un Arboit qualunque: M5S non ha una classe dirigente preparata, cioè dotata di esperienza e di competenza. È un fatto, è un fatto quotidiano direi e, come dice Travaglio, non riguarda solo Roma.

Di fronte a questo fatto la tentazione è di buttarla in caciara, e di dire “tanto sono tutti uguali”, di dire “tacete voi perché il bue non può dare del cornuto all’asino”. Ma è solo una risposta comoda, retorica, demagogica e pericolosa: io affondo allora ti porto con me.

Aldo Giannuli, professore storia contemporanea all’università di Milano nonché paladino di M5S, mi ha detto ieri: va bene, David, ma quale partito oggi ha una classe dirigente preparata? Gli ha risposto secco un suo ex studente, Simone Mercuri: il PD. Presunzione? Arroganza renziana? Credo di no. Io penso che il PD abbia da decenni esibito una ottima classe dirigente soprattutto negli Enti Locali, e questo non lo puoi cancellare con il colpo di spugna della demagogia e della propaganda. Sindaci come Veltroni a Roma, Fassino a Torino, Bassolino nei tempi d’oro a Napoli, Cacciari a Venezia, Del Rio a Reggio Emilia, lo steso Renzi hanno governato bene le città tra mille difficoltà. Per non parlare delle migliaia di città minori in cui i Sindaci del PD lottano quotidianamente per rispondere ai bisogni dei cittadini. Oggi fare il Sindaco nelle circostanze date è il mestiere politico più difficile in Italia: è la prima linea della politica, nella quale si combatte una battaglia quotidiana lottando ferocemente con pochi mezzi per dare risposte ai bisogni, spesso circondati dalla incomprensione della cittadinanza. Occorre onestà, ma anche determinazione, competenza, capacità manageriali per guidare una squadra forte, anzi che deve essere fortissima. Una squadra ben scelta.

Certo nel PD ci sono anche le mele marce, e Roma dimostra che anche il PD non è esente dal marciume. È normale, siamo uomini, abbiamo dei limiti e delle debolezze. Le mele marce le si getta nella spazzatura. Ma le mele marce non possono cancellare il fatto che il PD al governo degli Enti locali ha una tradizione di buon governo, e di uomini che hanno esperienza e competenza.

Annunci

Pubblicato il 4 febbraio 2017 su AMMINISTRATIVE 2017, POLITICA NAZIONALE. Aggiungi ai preferiti il collegamento . 4 commenti.

  1. Ciao David…non ti resta che convincere gli altri…..A ME NON E’ CHE MI HAI CONVINTO FACENDO I NOMI DI BASSOLINO-FASSINO-CACCIARI-VELTRONI( che ha fatto na marea di debiti a Roma….)….
    Democrazia vuol dire anche alternanza…non sempre gli stessi….AUGURI.

  2. FORSE IL PROBLEMA IN ITALIA NON E’ LA MANCANZA DI UNA CLASSE DIRIGENTE….
    E’ PROPRIO IL POPOLO CHE MANCA…..NON SIAMO UN POPOLO, NON SIAMO UNA NAZIONE……

    04 febbraio 2017

    BUCAREST – Importante vittoria della società civile dove meno te l’aspetteresti, nel più grande paese dei Balcani, europeo da secoli nella cultura e nella lingua ma ancora ferito da mezzo secolo di stalinismo sterminatore, la Romania. Il governo di coalizione tra i socialisti, primo partito dopo le elezioni dell’11 dicembre scorso, e i liberali della Alde, ha deciso di ritirare e revocare il decreto salva-corrotti contestato da proteste oceaniche che da oltre una settimana invadono ogni giorno la capitale Bucarest e le altre grandi città del Paese. Lo hanno annunciato prima il leader dell’Alde, Calin Tariceanu, poi il premier socialista Sorin Grindeanu in persona.

    “Non voglio dividere il Paese, la Romania non può essere divisa in due”, ha detto il primo ministro socialista Sorin Grindeanu in diretta. Al suo annuncio, le decine e decine di migliaia di dimostranti che da mezzogiorno ora italiana avevano marciato sul Parlamento, tanti giovani e famiglie con le carrozzine dei bebé, hanno esultato, e la protesta è diventata festa. Da giorni, in quella che i ‘millennials di Bucarest’ chiamano ‘la Primavera romena’, il paese reale era in piazza. Da quando la solida maggioranza di governo aveva deciso, senza dibattito parlamentare, di avviare per decreto una riforma del codice penale. Riforma che derubricava a reati civili quelli relativi a somme illecite sotto i 48mila euro.

    “Ladri, vergogna”, hanno gridato subito i dimostranti, cui dal primo momento si è unito il capo dello Stato Klaus Iohannis, conservatore-moderato europeista vicino ad Angela Merkel e all’establishment italiano. Il governo assicurava di volere soprattutto svuotare le prigioni sovraffollate. Ma del decreto avrebbero beneficiato moltissimi politici indagati, condannati o sospettati di corruzione. Soprattutto esponenti del Partito socialdemocratico (Psd, erede del partito comunista come altrove all’Est di Ue e Nato). La gente non ha voluto accettarlo, e ha vinto.

    La marcia indietro non ha placato le proteste, con centinaia di migliaia di persone che sono ancora in piazza e gridano slogan contro il governo. Alcuni vogliono le dimissioni dell’esecutivo.

  3. http://www.repubblica.it/sport/calcio/2017/02/06/news/svolta_in_lega_calcio_l_allungo_di_veltroni_verso_la_presidenza_con_lui_tredici_club-157666608/

    Eccolo qui quello capace di governare…la classe dirigente del PD con il Tutor in affiancamento.
    Primo problema da risolvere quello di riportare i tifosi allo stadio…io sono completamente d’accordo….!!!

    Volevo solo sapere quanto è disposto a pagarmi W.Veltroni per andare allo Stadio……..perchè se pensa che paghi io per andare ancora allo Stadio, ha sbagliato a capire……gli stadi sono vuoti e il motivo c’è…… !!!!!!
    Auguri Walter…….

  4. David, che un qualche partito italiano abbia una classe dirigente preparata proprio non si può leggere. Sono costretto a dissentire dalla tua disamina quasi in toto. Basta guardare i risultati senza eccessive elucubrazioni e concetti modaioli coniati nella circostanza per attirare l’attenzione del popolo (mancanza di classe dirigente, incapacità di governare …). Sono tutte chiacchere, l’obiettivo di un bravo politico è quello di portare a casa i risultati. Chi sarebbero i bravi e capaci e cosa hanno concluso? Miliardi di debiti, disoccupazione, fuga di cervelli, pensioni da fame, depauperamento dello stato sociale: mi sento di dire che questo hanno prodotto.
    Il debito stratificato accumulato nel corso di qualche decennio non denota capacità di governare; quale forza politica di questo Paese potrebbe vantare una classe dirigente di grande profilo e per quale motivo?
    Saluti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: