BUCCINASCO: FALLIMENTO GREEN SYSTEM, IL COMUNE TRA I CREDITORI

Ufficio stampa Comune di Buccinasco

La Giunta comunale ha deciso di approvare la proposta del curatore del fallimento della società che ha realizzato la pista ciclabile tra Gudo e Buccinasco Castello: l’ammissione al passivo per l’importo di 179.086,91 euro a titolo di risarcimento dei danni.

Si avvia verso la conclusione il contenzioso tra il Comune di Buccinasco e la Green System srl, società, ora fallita, che ha realizzato la pista ciclabile tra Gudo Gambaredo e Buccinasco Castello nell’ambito del progetto “Itinerari tra acqua e verde – Circuito Rurale Terracqua”, in parte finanziato da Regione Lombardia.

Il curatore fallimentare ha comunicato all’Amministrazione comunale la propria disponibilità ad ammettere al passivo il Comune quale creditore per l’importo inizialmente chiesto di 179.086,91 euro a titolo di risarcimento dei danni, a condizione che il Comune rinunci alla causa di opposizione allo stato passivo a suo tempo instaurata. La Giunta comunale ha deciso di accettare.

“Abbiamo deciso di accogliere la proposta del curatore fallimentare – spiega il sindaco di Buccinasco Giambattista Maiorano – anche se il tecnico nominato dal tribunale ha stabilito che il costo dell’opera è superiore all’importo da noi inizialmente chiesto e oggi accettato. Da comunicazione dello stesso curatore, infatti, siamo consapevoli dell’incapienza del fallimento dal quale non riusciremo a recuperare praticamente nulla. Per noi è comunque importante questa ammissione, perché ancora una volta si accertano le responsabilità di chi ha realizzato l’opera. Andiamo comunque avanti: il Comune ha infatti deciso di recuperare quanto dovuto nei confronti di tutti i responsabili dell’opera”.

I passi compiuti Visto lo stato di degrado della ciclabile, il Comune già a novembre 2015 stabiliva di proporre al Tribunale di Milano un ricorso per accertamento tecnico preventivo finalizzato a verificare lo stato della pista e individuare le cause del deterioramento e i rimedi per il ripristino in sicurezza dell’opera, con stima dei costi.

In data 18 marzo 2016 la società Green System srl veniva dichiarata fallita con sentenza del Tribunale di Milano. In data 1 giugno 2016, il Comune presentava al Tribunale istanza di insinuazione al passivo del fallimento chiedendo di essere ammesso per un credito stimato di 179.086,91 euro oltre Iva, in attesa della relazione del CTU nominato dal tribunale, depositata in data 29 giugno con una stima dei costi superiore, 272.136,16 euro oltre Iva.

Il 7 luglio il curatore del fallimento comunicava all’ente comunale che il giudice delegato aveva rigettato la domanda di insinuazione al passivo avanzata dal Comune perché l’ammontare non era sufficientemente provato. Dopo qualche giorno, l’11 luglio, la Giunta comunale ha deciso di proporre opposizione allo stato passivo del fallimento e ha depositato a al tal fine il relativo ricorso al Tribunale di Milano producendo, a prova del proprio credito, la relazione del CTU e riquantificando il credito nella misura di oltre 272 mila euro. La prima udienza è fissata per il 17 gennaio 2017; nei giorni scorsi però il curatore ha comunicato la sua proposta.

Annunci

Pubblicato il 19 dicembre 2016 su LAVORI PUBBLICI, POLITICA LOCALE. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: