BUCCINASCO, A SCUOLA SENZA ZAINO PER UNA SCUOLA COMUNITà

senza-zaino-4Ufficio stampa Comune di Buccinasco

Protagonista del nuovo modo di fare scuola l’Istituto Comprensivo Aldo Moro che ha avviato il progetto didattico in una classe prima della scuola primaria di via degli Alpini. L’assessore Arboit: “Sosteniamo l’iniziativa perché riteniamo doveroso che l’ente pubblico favorisca la sperimentazione di nuovi percorsi di apprendimento”

È un nuovo modo di fare scuola. Si chiama “A scuola senza zaino” e a Buccinasco vede come protagonista l’Istituto Comprensivo Statale Aldo Moro che ha avviato questo progetto nella scuola primaria di via degli Alpini.

La proposta di rinnovare la didattica è arrivata da un gruppo di genitori. Venuti a sapere di questo nuovo metodo di fare scuola, ampiamente diffuso e sperimentato nella Regione Toscana, i genitori ne hanno parlato con la dirigenza scolastica che ha accolto la loro proposta e coinvolto nel progetto anche l’Amministrazione comunale.

Il nome, però, non dice tutto il valore di questo metodo innovativo. Non si tratta infatti soltanto di andare a scuola senza uno zaino pieno di libri perché i testi scolastici rimangono in classe. Il cuore del progetto è piuttosto uno stile di apprendimento cooperativo, basato su una fusione virtuosa tra il metodo Montessori e le ipotesi didattiche del pragmatismo costruttivista di scuola anglosassone. Basta con le ordinate file di banchi tutte orientate verso la cattedra della maestra. Ora ci sono delle “isole di apprendimento” formate da un banco quadrato attorno al quale siede un gruppo di ragazzi. Anche l’ambiente di vita scolastica, dunque, appositamente studiato, è parte di un modo di insegnare e di imparare basato sulla costruzione della scuola come comunità, luogo di condivisione, di cooperazione e co-costruzione del sapere.

classesenzazaino

All’inaugurazione dell’aula di “Scuola senza zaino”, ieri pomeriggio, hanno partecipato anche il sindaco Giambattista Maiorano e l’assessore all’Istruzione David Arboit.

“Le pratiche e le metodologie innovative realizzate a partire dai tre valori a cui si ispira questo nuovo modo di fare scuola, la responsabilità, la comunità e l’ospitalità – ha detto il primo cittadino – sono propedeutiche non solo alla crescita della competenze disciplinari dei ragazzi, ma anche alla costruzione delle più ampie ed essenziali competenze di cittadinanza”.

senza-zaino-3

“Quando molti mesi fa – ha aggiunto l’assessore Arboit – la dirigente scolastica mi ha proposto il progetto e mi ha spiegato i contenuti della didattica, chiedendo il sostegno dell’Amministrazione, ho aderito con entusiasmo perché ritengo doveroso che l’Ente pubblico appoggi, per quanto possibile, la sperimentazione di nuovi percorsi di apprendimento, percorsi che favoriscano la crescita della passione per il sapere e per la conoscenza”.

Per saperne di più http://www.senzazaino.it/

Annunci

Pubblicato il 17 dicembre 2016 su POLITICA LOCALE, SCUOLA. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: