GIULIANO PISAPIA E IL NARCISISMO NICHILISTA DELLA SINISTRA IMPOTENTE

di David Arboit

Quella avanzata da Giuliano Pisapia è una proposta di buon senso, ma è subito andata a infrangersi contro il narcisismo di una sinistra italiana impotente e rancorosa (clicca qui).

1) Narcisista perché si ritiene unica depositaria della vocazione politica dello stare con i più deboli, del “servire il popolo”, e giudica sdegnosamente tutti gli altri “servi dei padroni”.

2) Impotente perché perché a fronte di un Partito Democratico che ha “marciato” simbolicamente verso il centro per attrare i moderati nella sua orbita, è accaduto che il voto antiPD, il voto di chi ha percepito come sbiadita l’identità di sinistra del PD, il voto di protesta, è finito tutto e sempre di più a M5S.

3) Invidiosa e quindi rancorosa nei confronti di un PD che comunque mantiene (per ora) la golden share della politica italiana, di un M5S che gli ha svuotato quasi completamente il bacino elettorale. E l’autocritica la si chiede sempre agli altri (clicca qui), mentre la vera «assenza», la vera «rimozione» è quella del loro problema, cioè di una loro risposta alla domanda: perché M5S si è ormai preso quasi tutti inostri voti? Perché signor Fratoianni «il voto di chi si ribella alla propria condizione sempre più marginale, precaria, povera» finisce al partito di Beppe Grillo?

È a questa sinistra, frazionista a oltranza, cieca e nichilista, che purtroppo Pisapia lancia, probabilmente invano, la sua proposta. È una proposta seria anche perché viene da un uomo che si è seriamente misurato con il governo di una metropoli come Milano. È davanti agli occhi di tutti il fatto che durante la Giunta Pisapia Milano ha cambiato completamente volto e ha cominciato a competere con altre città europee per bellezza e ricchezza dell’offerta culturale e dell’offerta commerciale ed economica. Il governare la città è una scuola politica insostituibile per imparare a distinguere tra le chiacchiere e i proclami demagogici, il vaniloquio narcisista di intellettuali e politici parolai, e le concrete difficoltà dell’azione di governo di una comunità.

Che fare? È giusto che Pisapia prosegua in ogni caso con la sua iniziativa politica ignorando le iniziative distruttive (anche qui ancora una volta un No) dei suoi “sinistri” detrattori. Si rivolga direttamente a quel popolo della sinistra che, a torto o a ragione poco importa, non si sente adeguatamente rappresentato dal PD (clicca qui). Lo spazio politico c’è, manca un progetto politico nuovo.

Il compito più urgente è costruire il fondamento culturale di una nuova proposta politica rispondendo in modo nuovo e simbolicamente potente alle molte e differentissime forme del disagio sociale, un disagio che solo in minima parte può essere classificato come “marginalità, precarietà e povertà”. Il pragmatismo assoluto del Partito Democratico a Guida Renzi è una risposta a questa esigenza che vuole tenere conto del fenomeno della globalizzazione e della profonda ristrutturazione delle dinamiche di valorizzazione del capitale che essa ha portato. È possibile, tenendo ben presente la rivoluzione capitalista che ha cambiato e sta cambiando il sistema economico mondiale, offrire al popolo italiano una risposta differente, più intelligente e soprattutto più credibile di quella offerta da M5S? A questo occorre rispondere per dare fondamento ma anche concretezza alla intuizione politica di Pisapia e per rottamare cariatidi (Nicola Fratoianni) e idee obsolete («Un voto che in altri tempi avremmo chiamato di classe») della Sinistra Impotente.

La recente firma del contratto dei metalmeccanici dimostra che a fronte di proposte concrete e serie, per il bene di tutti è possibile trovare un accordo, una mediazione, tra parti sociali che da sempre hanno visioni del mondo diverse.

Pubblicato il 11 dicembre 2016 su POLITICA NAZIONALE. Aggiungi ai preferiti il collegamento . 1 Commento.

  1. C’è sempre qualcuno più a sinistra di quelli che stanno a sinistra…….

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: