BUCCINASCO: VARIANTE PGT, IL CONSIGLIO CONDIVIDE LE LINEE GUIDA

Ufficio stampa Comune di Buccinasco

La nuova caserma dei Carabinieri, la creazione di uno spazio funzionalmente destinato a centro città e il collegamento Meucci/Lomellina sono i temi di rilevante interesse pubblico che l’Amministrazione intende realizzare grazie ad alcune modifiche del Piano di governo del territorio.

Innescare un processo virtuoso per consentire lo sviluppo di iniziative sul territorio e poter così avviare le opere di maggior rilevanza pubblica, ossia la nuova caserma dei Carabinieri, uno spazio funzionalmente destinato a centro città e il collegamento Meucci/Lomellina. Con questi obiettivi – e mantenendo ferma la volontà di non abbandonare i principi costitutivi del Piano di governo del territorio approvato nel 2013 (primo fra tutti il non consumo di suolo) – lo scorso febbraio la Giunta comunale ha avviato il procedimento per predisporre una variante al PGT invitando soggetti pubblici e privati a presentare proposte, istanze e suggerimenti.

Terminato l’iter, martedì 27 settembre il Consiglio comunale è stato chiamato a condividere le misure stabilite dalla Giunta comunale: una scelta non dovuta per legge ma fortemente voluta dall’Amministrazione che ha accolto di buon grado i suggerimenti dell’Autorità Nazionale Anticorruzione guidata da Raffaele Cantone, proprio sui processi di pianificazione comunale.

“La strategia politica della nostra proposta – spiega Giambattista Maiorano, sindaco e assessore all’Urbanistica ed Edilizia pubblica e privata – mira fondamentalmente a rispondere alle esigenze sociali della città. Ci auspichiamo che con le nuove misure il PGT possa finalmente partire: daremo così la possibilità di realizzare edilizia convenzionata per i giovani, spariranno vecchi capannoni e potranno aumentare ulteriormente le aree verdi”.

Alcune indicazioni sono emerse in modo comune in tutti i contributi e, in seguito agli approfondimenti fatti con l’Ufficio tecnico, il sindaco ha chiesto al Consiglio di condividere alcune misure importanti:

  1. a) la trasformazione dell’area ex Triveneta Cavi per la realizzazione della nuova caserma dei Carabinieri
  2. b) la riduzione degli oneri nella misura del 15%, solo negli ambiti di trasformazione indicati nel PGT nei quali è stabilita la possibilità di costruire;
  3. c) l’annullamento dell’obbligo di pagare il 50% delle aree a standard (verde, parcheggi…) che vengono cedute al Comune;
  4. d) la possibilità per le imprese di negoziare una riduzione della percentuale del 40% di edilizia convenzionata in cambio della realizzazione di opere di interesse pubblico
  5. e) l’autorizzazione alla realizzazione dei box/cantine fuori terra mantenendo comunque i 5 piani previsti dal PGT;
  6. f) l’assenso alla richiesta di modifica di destinazione d’uso di alcune aree da produttivo a commerciale, con eventuale realizzazione di un’abitazione destinata esclusivamente al proprietario/custode dell’attività commerciale.
Annunci

Pubblicato il 5 ottobre 2016 su PGT, POLITICA LOCALE. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: