BUCCINASCO: IL LAVORO PROFICUO DEL COORDINAMENTO MENSA PROSEGUIRÀ TRANQUILLAMENTE

commissione-mensa-rettifica

di David Arboit

Costruito nel momento del difficoltoso avvio della nuova gestione mensa, fortemente voluto dalla Giunta Maiorano, il Coordiamento mensa è riuscito con un lavoro continuo, con grande pazienza e determinazione a migliorare giorno per giorno il servizio della ristorazione scolastica. Voglio ringraziare per i risultati ottenuti tutti quelli che hanno partecipato alle riunioni: i rappresentanti della Commissione mensa, i funzionari del Comune, i rappresentanti di Elior-Gemeaz e i rappresentanti dei Consigli di Istituto. È questa la squadra che ha lavorato e quindi ha il merito dei risultati. Ma siamo tutti umani, e in quanto umani abbiamo tutti dei limiti.

In ogni squadra può capitare che si producano equivoci e fraintendimenti. Sono eventi che rischiano di rovinare in un batter d’occhio quanto è stato costruito con il tempo e la pazienza. Ed è quello che si è verificato in questi giorni.

Anche a fronte del buon lavoro fatto fino a giugno 2016, nelle famiglie ha suscitato sconcerto e preoccupazione la notizia pubblicata sul sito della Commissione mensa nel seguente articolo:

https://cmbsite.wordpress.com/2016/09/23/incontro/

In realtà si è appurato il cosiddetto “mancato invito” alla Commissione è stato a dire il vero un equivoco, un disguido, una dimenticanza che è stata con coraggio e onestà riconosciuta nella seguente rettifica:

https://cmbsite.wordpress.com/2016/09/27/rettifica-ufficiale/

Capitolo chiuso. Guardiamo avanti. La squadra è quella, è una squadra vincente, e continuerà a lavorare guardando al bene degli studenti e delle famiglie.

Una considerazione invece la voglio fare sui cosiddetti social. Osservo che sono troppo frequentemente, purtroppo, veicolo di disinformazione. Li uso anche io e li ritengo utili, ma il punto è la responsabilità di chi li usa. Per capire, ripeto una vecchia e famosa storiella.

«Un giorno, una chiacchierona nota in tutta Roma, andò a confessarsi da San Filippo Neri. Il confessore ascoltò attentamente e poi le assegnò questa penitenza: “Dopo aver spennato una gallina dovrai andare per le strade di Roma e spargerai un po’ dappertutto le penne e le piume della gallina! Dopo torna da me!”. La donna, un po’ a malincuore, eseguì questa strana penitenza e andò a riferirlo a Filippo Neri. Lui le disse: “La penitenza non è finita! Ora devi andare per tutta Roma a raccogliere le penne e le piume che hai sparso!”. “Tu mi chiedi una cosa impossibile!”, disse la donna, “il vento le avrà portate chissà dove”. E il confessore le rispose così: “Anche le chiacchiere che il vento ha sparso per tutta Roma non si possono più raccogliere! Sono come le piume e le penne di questa gallina che hai seminato dappertutto! Non c’è rimedio per il danno che hai fatto con le tue chiacchiere!”.»

Attualizzare questa vecchia storia significa capire che il web, internet, è un vento così potente che può spargere le chiacchiere su tutta la superficie del pianeta. Chi scrive o mette immagini e filmati su facebook ha perciò una grande responsabilità.

Annunci

Pubblicato il 27 settembre 2016 su CULTURA, POLITICA LOCALE, SCUOLA. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: