BUCCINASCO GIOVANI: QUANDO I GIOVANI HANNO VOGLIA DI FARE

festa della musica

di David Arboit

Qualche settimana fa c’è chi a Buccinasco ha scoperto l’esistenza dei giovani. Mettendo sé stesso al centro di iniziative, fotografie e articoli di giornale ha sollevato pubblicamente e assai rumorosamente l’esistenza di bisogni giovanili molto specifici (clicca qui). Ma i giovani a Buccinasco, oltre a essere portatori di esigenze e di bisogni, sono già da molto tempo anche una preziosa risorsa per la cittadinanza. Come?

Partiamo dalla iniziativa più recente. Assieme a giovani di altri Comuni del Corsichese e del Castanese, alcuni giovani di Buccinasco hanno elaborato un progetto che comprende tra l’altro la valorizzazione di una parte della cascina Fagnana, progetto che ha intercettato un finanziamento regionale. Giovani, quindi, capaci de elaborare idee complesse, di fare rete e di relazionarsi intelligentemente con le istituzioni pubbliche e i soggetti economici privati (clicca qui).

Da tempo a Buccinasco crea iniziative il gruppo BUG, acronimo di BUccinascoGiovane (clicca qui). Anche a questi giovani la creatività non manca. A loro spetta la direzione artistica della festa della musica, l’organizzazione dell’annuale torneo estivo di volley “Volley open air” e di molte altre iniziative culturali che l’Amministrazione comunale cerca di sostenere come può.

Meno appariscente, ma molto più più prezioso è il contributo che un gruppo molto numeroso di giovani (varie centinaia se si sommano tutte le iniziative delle parrocchie) dà agli oratori per seguire i bambini che partecipano all’oratorio estivo. Vestire il ruolo di educatori offre a questi giovani l’opportunità di collocarsi per un po’ dall’altre parte della barricata, cioè in un ruolo analogo a quello genitoriale. Un servizio alla comunità importantissimo, ma anche un’esperienza personale da non perdere.

Chiusa la parentesi degli oratori estivi, alcuni proseguono la loro opera di volontariato negli oratori, ma anche nelle associazioni (clicca qui), seguendo bambini e ragazzi di Buccinasco durante l’anno con un doposcuola, per sostenere nello studio chi non ce la fa.

E per finire, citiamo anche il fatto che c’è chi da Buccinasco, zitto zitto, senza strillare sui giornali, parte per l’Africa, per fare vacanze di lavoro, cioè per mettersi al servizio delle comunità locali che hanno bisogno di essere sostenute per poter raggiungere, nella povertà che li circonda, livelli dignitosi di vita.

Di questi giovani i cittadini di Buccinasco possono essere orgogliosi sia per la capacità creativa che dimostrano sia per la grande voglia di mettersi al servizio della comunità. È questa capacità di mettersi fattivamente al servizio del prossimo che ci fa sicuramente ben sperare per il nostro futuro.

Annunci

Pubblicato il 13 agosto 2016 su CULTURA, POLITICA LOCALE, SERVIZI SOCIALI. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: