TERRORISMO: 2 AGOSTO 1980, STRAGE ALLA STAZIONE DI BOLOGNA

unita strage bologna copiadi David Arboit

Al di là della brutalità bestiale della violenza che ha colpito e colpisce persone innocenti, che il terrorismo possa essere strumento, cosciente o incosciente, di disegni politici complessi e oscuri, ma sicuramente ed evidentemente antidemocratici, cioè fascisti (senza cavillare sul significato della parola), noi italiani lo sappiamo bene. Dall’assassinio del Presidente della Democrazia Cristiana Aldo Moro alla strage di Bologna il nostro paese è stato vittima di una guerra politica e sociale senza esclusione di colpi, una guerra dove era ed è ancora oggi difficile definire la coppia dialettica amico-nemico.

Sempre lodevoli, se non doverosi, i tentativi di fare luce sulle infinite oscurità di questi eventi traumatici (clicca qui), ma parliamoci chiaro e cerchiamo di essere sinceri con noi stessi: a 36 anni di distanza, le probabilità di fare luce su chi ha progettato il terrorismo italiano come elemento di un più complesso disegno politico sono pari a zero.

Annunci

Pubblicato il 2 agosto 2016 su POLITICA NAZIONALE. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: