BUCCINASCO: BISOGNI DEI GIOVANI, VECCHI PARTITI, NUOVI MOVIMENTI E STRUMENTALIZZAZIONE POLITICA

Il_Giorno_4lug_Richiesta-area-aggregativa foto

di David Arboit

Leggo sul quotidiano “Il Giorno” (clicca qui) l’appello di alcuni ragazzi di Buccinasco. Si sono ritrovati per chiedere al Comune una maggiore attenzione nei loro confronti. Ma che cosa vogliono concretamente? Sono i ragazzi della Passeggiata Rossini, chiamiamoli così per comodità, chiedono, come dice l’articolo, uno spazio per loro, ma anche aperto a tutta la cittadinanza, uno spazio dedicato ai loro cani, quindi recintato, uno spazio che sia anche un luogo d’incontro. I giovani si rivolgono al Comune, dice l’articolo, “dateci uno spazio dove ritrovarci” con i nostri amici a quattro zampe e tra di noi. Il titolo dell’articolo promette bene «Fidatevi di noi».

Bene, mi dico voglio fare qualcosa per loro, mi voglio fidare. Mi procuro il cellulare di uno di loro. Oggi lo chiamo e gli dico “Incontriamoci in Comune, parliamone, vediamo che cosa il Comune può concretamente fare per voi”. Silenzio… Risposta: No. Come sarebbe no, perché? Alberto Schiavone mi ha detto di dire che lui è il nostro portavoce e che è con lui che bisogna parlare.

Mi cascano subito le braccia.

Cerco di spiegare al ragazzo la differenza tra partiti e istituzione. L’Amministrazione comunale è un’istituzione che rappresenta tutti i cittadini, che ha il compito e il dovere di ascoltare tutti i cittadini in quanto cittadini singoli, o anche organizzati, quando presentano richieste e bisogni. Altra cosa invece è incontrare il capo di un partito, il capo del partito Movimento 5 Stelle che sta preparando la campagna elettorale per le elezioni amministrative della primavera 2017.

«Fidatevi di noi»? Ma quale fiducia! Di quale fiducia stiamo parlando! Schiavone non si fida del ragazzo e dice “ci parlo io con il Comune”, meglio che tu non ci parli. Il ragazzo non si fida di me e dice “parla con Schiavone”. Schiavone, come tutti sanno, non si fida della Giunta Maiorano vista la sistematica campagna diffamatoria che fa nei confronti dell’Amministrazione di Centrosinistra.

Insomma i partiti quando si apre la “caccia al voto” non guardano in faccia a nulla e a nessuno. In questo caso il principio è “Il giovane è mio e me lo gestisco IO”, il giovane non è una persona, non è un cittadino con un bisogno che presenta un’istanza al Comune, il giovane è “voti per la prossima campagna elettorale” e guai a chi me li tocca, i voti.

Quindi? È un mondo fatto così. Dove si può andare allora? Non so.

Annunci

Pubblicato il 5 luglio 2016 su CULTURA, INIZIATIVE, POLITICA LOCALE, SERVIZI SOCIALI. Aggiungi ai preferiti il collegamento . 4 commenti.

  1. Chiunque abbia vissuto l’esperienza dell’opposizione, dura, degli anni che qualcuno considera d’oro della partecipazione politica, sa che si usa tutto, anche i bambini ricordiamoci quelli con il libretto rosso e i pionieri ( qui si parla di giovani, qualcuno ha fatto notare che sono giovani di una certa esperienza) .
    Quindi al netto di queste cose standard, il tema è chiarirsi con i “giovani”, fare loro capire, se ce ne fosse bisogno, che ci sono dei percorsi da seguire e fare in modo che si convincano che, come diceva il dottor Frankestin, ” si può fare!!!”.
    Per il resto è comprensibile che chi non ha ottenuto risultati in crescita alle ultime elezioni a Bucci, cerchi di farsi vedere, ma teniamo sempre conto delle pulsioni alla giravolta di chi sappiamo, sulla base dei dati storici ci siamo quasi, è una pentola in ebollizione.
    Resta l’interesse ad essere informati sugli sviluppi del progetto. Facendo presente ai giovani che si assumono comunque una responsabilità, in particolare verso gli altri cittadini.
    Saluti.
    Paolo Caimi

  2. ero presente per la foto, ero li x caso con il mio cane come gli altri, mi è stato semplicemente cheisto di fare la foto per fare numero

  3. Grazia Campese

    Un grazie vero per la sincerità a Cesare44! Grazia Campese

  4. Sinceramente, visto il già collaudato livello di inaffidabilità di chi è coinvolto, il tema specifico di chi c’era è importante fino ad un certo punto. La cosa significativa è sapere come procede la questione, c’è stato un incontro? sono state documentate le richieste e gli impegni ? Si va avanti?
    Saluti.
    Paolo Caimi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: