BUCCINASCO E LA MM4 NEL SUDOVEST MILANESE: SOGNO? REALTÀ? PRESA IN GIRO?

dementor_by_kalizindi David Arboit

Lo capirebbe anche un bambino eppure c’è chi non capisce, e fa confusione, e non vuol capire o non riesce a capire. Chi può dirlo? Comunque lo capirebbe anche un bambino che se la metropolitana arriva a pochi metri dal tuo Comune e stai amministrando la città tu devi fare qualcosa per capire se è possibile che prosegua per diventare utile anche ai tuoi cittadini e ai cittadini dei comuni limitrofi. Non puoi non fare niente dicendo “tanto è impossibile”.

Insomma a metà strada tra la politica degli annunci che vende sogni a buon mercato (chiacchiere ottimiste senza fondamento) e la politica che parla di utopia irrealizzabile (chiacchiere pessimiste senza fondamento) c’è una via di mezzo: è la politica del fare qualcosa per capire, del non lasciare nulla di intentato. Questa è la politica realista e concreta: è quella di chi dice “se c’è una reale possibilità noi faremo di tutto per acchiapparla”.

Non lasceremo nulla di intentato per non avere rimpianti, significa misurarsi realisticamente con i problemi reali, cercare di sviscerarli, per comprendere se una via c’è, per quanto tortuosa e complessa possa essere, tortuosità che è cosa peraltro normale nel sistema amministrativo italiano. Alla fine potremo dire: ce l’abbiamo messa tutta, abbiamo fatto di tutto per riuscire, ma era proprio impossibile.

Francamente fatico a credere che il Sindaco di Corsico si voglia tenere fuori per ragioni di schieramento da questa partita che anche per i suoi cittadini è importante, è da giocare. Sono certo che troveremo un percorso condiviso per superare difficoltà e perplessità (clicca qui).

E su questa via che si pone anche l’iniziativa della “Lista Civica Insieme per Corsico”, guidata da Roberto Masiero. “Insieme per Corsico” porterà in Consiglio Comunale un ordine del giorno che ha come obiettivo impegnare il recalcitrante Sindaco Errante a prendersi responsabilità di non lasciare nulla di intentato (Clicca qui). Tutto qui, ne più e ne meno, non si chiede di certo a Filippo Errante di “impiccarsi con le sue mani” all’obiettivo della metropolitana a Corsico, ma di seguire i Comuni vicini in un percorso di accertamento, cioè in un serio e professionale studio di fattibilità.

Non stupisce, invece, che a Buccinasco, dove la campagna elettorale per le amministrative del 2017 è già iniziata, ci sia chi definisce assurda l’ipotesi. Sono i “dissennatori” di Buccinasco (parola presa a prestito da Harry Potter, è la traduzione italiana dell’inglese demetors, che rende più l’idea, clicca qui). Sono quelli che gettano discredito, “un’ombra nera”, su qualunque cosa faccia o dica la Giunta Maiorano. Stanno gufando e brinderanno sicuramente al fallimento dell’impresa.

Pubblicato il 27 giugno 2016 su POLITICA LOCALE, trasporti pubblici. Aggiungi ai preferiti il collegamento . 1 Commento.

  1. E’ vero lo capirebbe anche un bambino, ma chi amministra un Comune dovrebbe essere più grande e quindi capire che questa è solo la constatazione di partenza, poi occorre ragionare.
    Proviamo a mettere in fila i vari passaggi:
    – Che ci fosse il progetto MM4 con l’arrivo a San Cristoforo e deposito al Ronchetto era cosa nota,
    – Quando partono i lavori, a Bucci viene lanciata la raccolta di firme per la fermata al Ronchetto, scrivendo anche: “Sono sicuramente interessati alla realizzazione della fermata anche i cittadini milanesi del quartiere “Tre Castelli” e Barona già oggi fortemente penalizzati dal notevole traffico lungo la Via Martinelli e che dovranno servirsi della lontana fermata San Cristoforo, ad oggi l’ultima prevista nel progetto.”, quindi non un prolungamento verso Bucci e a proseguire, ma a metà strada con Tre Castelli, di fronte al sovrappasso per San Cristoforo? Insomma per Bucci rimaneva il problema: come ci arriviamo? Concetto ribadito in un comunicato del Comune: “Giambattista Maiorano interviene sul progetto della M4, portando avanti insieme ai cittadini – 3 mila le firme raccolte – la richiesta di realizzare a Ronchetto non solo il deposito dei treni ma una vera e propria fermata “
    – Il tema non sembra così caldo se le firme raccolte sono al’inizio 1.500, poi diventano 3.000.
    – Poi si scopre che il progetto prevede già il prolungamento, ma sul territorio di Buccinasco e a proseguire, quindi via fermata Ronchetto con buona pace di Tre Castelli.
    – Si scopre anche che questo progetto può funzionare solo con il coinvolgimento di tutti i comuni interessati e trovando i soldi, che non sono più gli ipotizzati ( da chi?) € 27 mio, perché c’era il deposito, ma ovviamente molti di più e non sono più di Milano, non siamo al Ronchetto. Immediatamente il sindaco di Corsico si sfila, o fa la mossa, a mio parere giustamente, Corsico è servito dalla ferrovia che arriva a San Cristoforo, come giustifica ai suoi cittadini i costi e i disagi per una cosa che hanno già? Ma pare che il tema non interessi i politici nostrani che vanno giù a testa bassa. E spunta anche uno studio di fattibilità da pagare, ma saperlo prima ?
    Ecco questa è la cronaca, storia sarebbe davvero una parola grossa, e dimostra che il problema non è essere a favore o contro, ma gestire le situazioni con intelligenza, informandosi e valutando i reali interessi in gioco. Forse qualcuno le valutazione le ha fatte, ma con un obiettivo più direttamente concreto e a medio termine.
    Saluti.
    Paolo Caimi

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: