IDEE ALLA RINFUSA SULLA SCONFITTA DEL PD

di David Arboit

In attesa delle riflessione di quelli che sanno, di Roberto D’Alimonte, dell’Istituto Cattaneo sul flusso dei voti, e di Ilvo Diamanti, butto lì qualche idea, alla rinfusa.

Il Centrodestra non voterà mai il PD al ballottaggio perché è e resta, anche con Renzi a capo, il partito dei “comunisti”. Vent’anni di “cura” ideologica non si cancellano in una notte. Meglio dare il potere a M5S, magari con la malcelata speranza che facciano una brutta figura e che poi le pecorelle del Centrodestra tornino all’ovile.

La sinistra vera, quella che sta a sinistra del PD? Per loro il PD di Renzi è invotabile. In attesa che una qualche “Rifondazione” crei una nuova “cosa rossa” mettendo democraticamente insieme “le sinistre” (mai successo nella storia italiana, ma la speranza e l’ultima a morire) si sta a casa, tanto poi alla fin fine non cambia niente, e poi vuoi mettere la soddisfazione impagabile di fregare Renzi.

E così il PD perde voti a sinistra, ma anche (avrebbe detto Veltroni) a destra. da un lato perché troppo di sinistra, dall’altro perché troppo di destra. O no. Ma se destra e sinistra non contano più nulla allora è il frontman, quello che si carica il peso delle spettacolo sulle spalle, che non convince più come una volta?

Salvini? Gabbato! Aiuta M5S a Torino… e a Milano? Ombrello! A Varese buio pesto e “fora di ball”! L’elettore M5S vota per chi gli pare e piace, e in fondo è giusto così.

E i centristi? Se si guardano i testi geometria il centro viene definito, a prescindere dalla figura geometrica di cui si parla (poligono, cerchio, ellisse ecc.) come “punto”. E capite bene che tenere entrambi i piedi in un punto è impossibile. E così il centrista, per restare in piedi, per restare in equilibrio, tiene un piede a destra del centro e un piede a sinistra del centro, perché non può fare diversamente, perché è inevitabile. A Milano ha spostato il piede di qua, ma ha sbagliato i calcoli, e quindi resta a “bocca asciutta”. Succede di non bere specialmente quando si sbaglia a valutare il vento o si è un po’ troppo avidi di potere e tra l’uovo oggi e la gallina domani…

Centrodestra? Non c’è più: tra la Lega di Salvini e Forza Italia c’è un abisso, e l’elettore lo vede.

P.S. Letture idiote del voto NO GRAZIE. Interpretazioni del tipo: hanno vinto perché erano donne ed erano giovani, invece lui ha perso perché era maschio e vecchio. Il problema è un pochino più complesso e rottamare Fassino è solo un modo per non fare i conti fino in fondo con il senso vero della sconfitta.

Seguono due considerazioni di noti commentatori politici:

Stefano Folli (clicca qui)

Massimo Franco (clicca qui)

Annunci

Pubblicato il 20 giugno 2016 su POLITICA NAZIONALE. Aggiungi ai preferiti il collegamento . 2 commenti.

  1. In effetti le ultime elezioni amministrative sono state di stimolo per tante riflessioni, per quel che valgono, ci aggiungo anche le mie.
    SISTEMA ELETTORALE, se ne discute molto, ma provate a pensare a queste elezioni con un metodo proporzionale, oggi non ci sarebbe un sindaco eletto, oppure assisteremmo ad alleanze “impure”. Preferisco vedere eletto il sindaco che non avrei votato piuttosto che assistere al mercato delle vacche o all’immobilismo. Certo con un simile sistema il rischio di ammucchiate al voto contro qualcuno è non solo possibile, ma ovvio, alla fine però vince uno solo e si prende le relative responsabilità. Questa è la Democrazia bellezza.
    NAZIONALE, se volgiamo dare un valore nazionale a questa votazione l’unico modo per farlo è tenere conto di tutti i voti del primo turno e vedere chi è davanti, in base alla’analisi di alcuni centri studi il risultato dice che il PD è davanti. Non solo, ma colpisce il fatto che non si tenga conto, nella valutazione in termini nazionali, che i 5S non hanno presentato liste nella maggior parte dei comuni.
    LOCALE, la valutazione in chiave locale, a mio parere la più corretta, mette in risalto alcuni aspetti:
    – Ci sono movimenti/partiti che a 200 Km di distanza hanno pesi totalmente diversi, da qui il valore locale della consultazione,
    – Ci sono temi fortemente locali, anche se con valore sovra locale, su cui la misurazione della coerenza tra campagna elettorale e decisioni è immediata. Esempio le Olimpiadi, cosa farà Raggi, confermerà il no? Un po’ come se Pisapia avesse detto: EXPO non lo facciamo, una bella responsabilità. O seguirà l’esempio di Parma, dove, dopo aver fatto tutta la campagna contro l’inceneritore lo si è fatto?
    – A livello locale il peso della persona della sua storia è fondamentale, ancora di più lo è la capacità di capire e di incarnare il cambiamento. Il PD si deve porre il problema dell’ avere in periferia le famose “brave persone” che pur con tutto lo sforzo non riescono a rappresentare, qualche volte a comprendere, davvero questo cambiamento. Concordo sul fatto che le vittorie dei 5S, al di la di come sono maturate con il travaso di voti, sono il segnale di un desiderio forte di cambiamento. Perché i sindaci dei 5S sono giovani ? Quei giovani di cui si racconta che non si interessano di politica, forse perché il tavolo su cui hanno lavorato era sgombro, non c’era da superare il test di ammissione da parte di chi ha tanto lavorato, ma che oggi deve capire, non sempre ci riesce, che non è cambiata la politica, è cambiato il mondo ( lo dice uno del ’53).
    Una piccola considerazione cattiva. Fa sorridere la minoranza PD che sostiene che “si deve cambiare” , un invito che viene dalla realtà più conservatrice in circolazione. Una considerazione con affetto, Bersani ha detto di aver studiato i risultati, molti di noi lo hanno fatto, basiti, dopo le Politiche, Bersani è il prototipo della “brava persona”, ma il senso del ridicolo sarebbe davvero utile.
    Saluti.
    Paolo Caimi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: