BUCCINASCO: LIBRI DI TESTO SCUOLE PRIMARIE, PURTROPPO SI TORNA ALLE CEDOLE

Ufficio stampa Comune di Buccinasco

Da anni il Comune di Buccinasco si fa carico dell’acquisto dei libri per i bambini delle primarie tramite un bando di gara, agevolando famiglie e scuole e consentendo a tutti gli alunni di avere il materiale per affrontare l’anno scolastico già il primo giorno di scuola. Un ottimo sistema che ha visto l’Amministrazione della nostra città fare scuola per altri Comuni che successivamente hanno compiuto la stessa scelta. Un’iniziativa apprezzata soprattutto dai genitori a cui si è evitato il disagio della ricerca delle cartolibrerie che forniscono questo servizio. Con la Legge di semplificazione la Regione ha stabilito che il Comune non potrà più procedere all’acquisto tramite gara come negli anni scorsi. Ai genitori saranno distribuite le cedole per il ritiro dei libri all’inizio del prossimo anno scolastico.

Dal prossimo anno scolastico 2016/2017, però, tutto cambia. Non per decisione del Comune, ma per la necessità di adeguarsi alla Legge regionale n. 14 del 26 maggio 2016 (Legge di semplificazione) che obbliga le Amministrazioni comunali a fornire gratuitamente i libri di testo solo “attraverso il sistema della cedola libraria, garantendo la libera scelta del fornitore da parte delle famiglie stesse” (articolo 4).

“Le pressioni politiche della lobby dei carto-librai sulla Regione Lombardia – dichiara l’assessore all’Istruzione David Arboit – ha avuto successo. La Sil Confesercenti con un comunicato trionfante annuncia che ‘Spariscono quindi con questo provvedimento su tutto il territorio regionale le gare d’appalto’ preparate dai Comuni. Un trionfo per la Confesercenti, a fronte di più o meno gravi disagi per le famiglie e un aumento della spesa dei Comuni. I genitori saranno costretti a ordinare in cartoleria i libri come una volta, ad aspettare, a verificare personalmente più volte se sono arrivati oppure o no. E se le cartolerie in piccole cittadine non ci sono o sono poche? Andare in città vicine, fare la fila e aspettare! E per finire la Confesercenti annuncia che con questo provvedimento regionale si mette fine a una ‘inaccettabile riduzione della marginalità’ che in parole povere significa che i libri costeranno di più. Ma la Regione non sa che i soldi dei Comuni sono i soldi del contribuente? Sono i soldi dei cittadini?”.

Il Comune ha già provveduto ad inviare una comunicazione ai dirigenti degli Istituti Comprensivi Statali Via Aldo Moro e Rita Levi Montalcini e della Scuola Primaria Nova Terra. Entro il mese di settembre l’Amministrazione comunale provvederà a fornire alle scuole le cedole da consegnare ai genitori.

Annunci

Pubblicato il 10 giugno 2016 su POLITICA LOCALE, SCUOLA. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: