L’ITALIA FINALMENTE SVOLTA. SI ALLA LEGGE SULLE UNIONI CIVILI

Renzi: “Sono molto contento, oggi è un giorno di festa, l’Italia fa un passo in avanti. Era un giorno molto atteso. Naturalmente ci sono le polemiche di quelli che avrebbero voluto di più, di quelli che avrebbero voluto di meno, ma c’è una gioia molto forte, molto diffusa di coloro che finalmente vedono riconoscere diritti alle coppie omosessuali”. Il Premier ha poi aggiunto: “Battaglia da fare anche a rischio di perdere voti”. Nessun calcolo davanti a una battaglia che, anche a rischio di perdere consensi, andava fatta. “Quando ci sono delle cose giuste da fare vanno fatte”. Matteo Renzi ha ascoltato l’annuncio del risultato e commentato in diretta su Radio Capital“È legge, punto”. Di fronte all’ipotesi di perdere i voti dei cattolici con questa legge: “Nessuno di noi ha fatto calcoli o ha verificato con i dati dei sondaggi. L’atteggiamento di una parte del mondo cattolico era atteso e per certi aspetti anche comprensibile. Trovo però fuori luogo le dichiarazioni di chi collega questo fatto con il referendum costituzionale. Ma se uno deve perdere dei voti per una battaglia giusta li perde. Facciamola finita”.

“Oggi è un bel giorno per il nostro Paese. Con l’approvazione definitiva del ddl sulle unioni civili, l’Italia si allinea alle democrazie europee più avanzate con una legge che dà più diritti, per troppo tempo disattesi, senza toglierne a nessuno”. Così Lorenzo Guerini, vicesegretario del Partito Democratico.

Una legge importante, che arriva dopo anni di fallimenti. Una nuova riforma finalmente portata a compimento, come tante altre in questa legislatura, per fare dell’Italia un Paese più inclusivo, moderno e giusto. Un esempio davvero limpido di una politica che ritrova la sua vocazione di strumento utile per la vita quotidiana e concreta dei cittadini.

Grazie a tutti quelli che ci hanno creduto, a tutti quelli che con tenacia vi hanno lavorato. Il PD è orgoglioso di essere stato protagonista di un passo in avanti significativo nella civiltà del nostro Paese.

“Da oggi l’Italia è più vicina alle democrazie occidentali”. Così il presidente dei senatori del PD Luigi Zanda sull’approvazione della legge sulle unioni civili.

E aggiunge: “E’ una legge importantissima che riconosce diritti da decenni negati. È una legge che due milioni e mezzo di italiani aspettavano e che darà un prezioso contributo a compattare la società italiana. Qualunque discriminazione, anche di pochi, avvelena la convivenza civile e frena lo sviluppo compiuto di qualunque democrazia”.

“Da oggi – conclude Zanda – riconoscendo i diritti teniamo uniti quei pezzi di società che non chiedono più diritti di altri, ma diritti uguali a quelli di tutti gli altri”.

“Dopo 28 anni, finalmente, da oggi ci sarà una legge che riconosce i diritti delle coppie e non più solo degli individui, definendo una serie di diritti e di doveri che ci rimettono in pari anche con le richieste dell’Europa. Di fronte a questo traguardo storico è stato giusto mettere la fiducia, chiudere questa vicenda e regalare al Paese, finalmente, dopo quasi un anno di iter parlamentare, una legge sulle unioni civili”. Lo ha detto il senatore del Pd Franco Mirabelli a Skytg24.

“Con la legge approvata – ha continuato Mirabelli – si stabiliscono diritti e doveri per le coppie omosessuali e per le convivenze, con un riconoscimento importante prima inesistente. Per questo credo che ci sia da festeggiare”.

unioni_civili
Annunci

Pubblicato il 11 maggio 2016, in POLITICA NAZIONALE con tag . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 1 Commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: