49.3 LA FRATTURA SOCIALE NEL PARTITO SOCIALISTA FRANCESE

di David Arboit

Molte analogie con l’Italia su tre questioni fondamentali in questo articolo del quotidiano della sinistra francese “Liberation” (clicca qui). Analogie sia sul tema del lavoro sia riguardo al tema del rapporto Governo/Parlamento e della governabilità/rappresentatività sia riguardo allo scontro a sinistra. Analogie che ci aiutano a capire che alcuni temi e problemi sono questioni chiave comuni a tutti i paesi europei, anche in vista del referendum costituzionale.

Ecco l’inizio dell’articolo:

«Compleanno divertente. Trentacinque anni dopo l’ingresso di François Mitterrand nel Palazzo dell’Eliseo, Francois Hollande e Manuel Valls Martedì hanno constatato che non avevano la maggioranza nell’Assemblea Nazionale sulla classica legislazione economica e sociale.

Aspramente criticato dalla “opposizione dei contrari”, il primo ministro, nel tardo pomeriggio, ha deciso di impegnare la responsabilità del suo governo sul progetto di legge di riforma del codice del lavoro, utilizzando per la quarta volta (tre per legge Macron) in un periodo di cinque anni l’articolo 49.3 della Costituzione [che permette al Governo di far passare una legge senza l’approvazione del Parlamento una volta ogni 6 mesi].

Valls si è giustificato davanti alla Assemblea nazionale dicendo che “Continuare il dibattito parlamentare ci fa corre il rischio di retrocedere rispetto alle ambizioni del disegno di legge, di rinunciare alla sua coerenza, di abbandonare il compromesso che abbiamo costruito, e di offrire il triste spettacolo della divisione e delle posizione da politicanti di una minoranza che vuole bloccare il Parlamento”. Un anno dopo aver fatto passare la legge Macron con la forza, l’esecutivo è costretto ad usare di nuovo questo arma costituzionale.

La minaccia brandita in occasione della presentazione del testo da parte del ministro del Lavoro, Myriam El Khomri, e da Manuel Valls aveva acceso la base socialista e alimentato movimento sociale. “Se siamo arrivati a questo punto, è stato a causa del modo in cui è iniziato il dibattito, dice con rimpianto di un membro del governo. E quindi non poteva finire in modo diverso accentuando l’idea di due sinistra inconciliabili. È mortale.” Ritorna una giornata, ad appena un anno dalle elezioni, che spacca ancora di più la sinistra.»

Annunci

Pubblicato il 11 maggio 2016 su ECONOMIA POLITICA, POLITICA INTERNAZIONALE, POLITICA NAZIONALE. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: