BUCCINASCO, LA CULTURA NON SI BUTTA: I VECCHI LIBRI HANNO UNA NUOVA VITA

libri_successoUfficio stampa del Comune di Buccinasco

In un solo fine settimana i cittadini di Buccinasco hanno ritirato quasi tutti i libri messi a disposizione dalla biblioteca comunale. Un successo la campagna “Adotta un libro” promossa dal Servizio Ambiente e Controllo del Territorio Mamme con bambini, ragazzi, anziani. In tanti, tantissimi, hanno accolto l’invito del Comune di Buccinasco che, in occasione dei lavori di rinnovo della biblioteca, ha lanciato la campagna “Adotta un libro!”. Circa 3000 volumi destinati al macero, perché considerati ormai obsoleti dal sistema bibliotecario, che l’Amministrazione ha invece voluto salvare perché “la cultura non si butta” e l’ambiente va preservato riducendo i rifiuti e riutilizzando il più possibile.

L’iniziativa, ideata e promossa dal Servizio Ambiente e Controllo del Territorio, è stata lanciata qualche settimana fa con la previsione di aprire al pubblico la sala al piano terra della biblioteca comunale per tutti i venerdì e i sabato di maggio. Ma dopo i primi due giorni sono stati ritirati quasi tutti i libri (ne sono rimasti solo cinquanta): tra il pomeriggio di venerdì 6 e il sabato 7 maggio numerosi cittadini – tanti i ragazzi – hanno scelto i loro volumi preferiti svuotando tavoli e scaffali. Alla campagna hanno aderito anche le scuole e i comitati genitori che già nei giorni precedenti avevano scelto alcune letture. Un successo inaspettato che servirà da stimolo per nuove iniziative e campagne.

“Cultura e ambiente vanno di pari passo – spiega Rino Pruiti, assessore alla Tutela ambientale – proprio per questo la nostra Amministrazione sta portando avanti una serie di iniziative per promuovere buone pratiche, aumentare la percentuale di raccolta differenziata e diminuire gli sprechi. La campagna per ‘salvare’ i vecchi libri della biblioteca è una di queste e ringrazio la tenacia delle dipendenti comunali che l’hanno voluta e realizzata. I risultati sono il premio migliore per il loro impegno”.

“Quando l’Ufficio Ambiente e controllo del territorio ci ha proposto questa iniziativa – conclude David Arboit, assessore alla Cultura – l’abbiamo accolta e approvata molto volentieri. Che bella idea, ho detto, facciamola: i libri non si buttano, la cultura va preservata. Ma non credevo potesse avere questo successo, per questo ringrazio i cittadini di Buccinasco per la loro sete di sapere e l’amore per la lettura”.

 

Pubblicato il 9 Mag 2016 su CULTURA, POLITICA LOCALE, SCUOLA. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: