CORSICO, 25 APRILE 2016: SI CAMBIA, CON ERRANTE SINDACO L’ANPI NON PUÒ PARLARE

ANPI Partigianidi David Arboit

«Sindaci contro sindaco per la manifestazione del 25 aprile. – Osserva oggi il quotidiano La Repubblica – Succede nell’hinterland del sud ovest milanese, dove l’amministrazione di Corsico ha deciso di organizzare le iniziative per la festa della Liberazione senza l’Anpi. “È un momento in cui occorre richiamare i valori di una giornata storica per l’Italia – ha detto il sindaco corsichese Filippo Errante – senza però arroccamenti o scontri ideologici. La manifestazione quest’anno è proposta e organizzata solo dall’amministrazione comunale perché riteniamo fondamentale che sia direttamente l’istituzione locale ad assicurare una riflessione sui temi della Liberazione e della Resistenza, calati anche nel quotidiano. Altrimenti si rischia, da una parte e dall’altra degli schieramenti politici, la demagogia che non aiuta a far tesoro del passato per affrontare gli enormi problemi del presente”.»

 

Non sono d’accordo con Errante i sindaci Giambattista Maiorano, sindaco di Buccinasco, Alfredo Simone Negri di Cesano Boscone, Sergio Perfetti di Gaggiano e Fabio Bottero di Trezzano sul Naviglio, i quali comunicano:

«Abbiamo appreso con rammarico la decisione della giunta corsichese di non concedere la parola all’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia in occasione delle celebrazioni del 25 aprile. Riteniamo che la Liberazione dal nazifascismo debba essere festeggiata in presenza dell’ANPI e delle altre organizzazioni partigiane, per il ruolo di Custodi della Memoria e Garanti della Costituzione Repubblicana che ricoprono. Senza l’ANPI e quanti interpretano e trasmettono quei profondi Valori non è 25 aprile! Siamo convinti che vi siano i margini per un ripensamento da parte dell’amministrazione: Corsico è una cittadina che da sempre incarna l’alta lezione della Resistenza e dell’antifascismo. Chi amministra ha il dovere di far crescere questo momento nella coscienza di ciascuno di noi come Festa di tutti gli Italiani».

Giambattista Maiorano, Sindaco di Buccinasco

Alfredo Simone Negri, Sindaco di Cesano Boscone

Sergio Perfetti, Sindaco di Gaggiano

Fabio Bottero,  Sindaco di Trezzano sul Naviglio

 

A Errante occorre ricordare il ruolo dell’ANPI nella storia politica del Paese, e fare presente che questa associazione è storicamente l’erede del CLN, una Coalizione politica che rappresentava tutti i partiti, che comprendeva soggetti politici con notevoli differenze ideologiche, ma accomunati dalla comune passione per la democrazia e che versarono un notevole contributo di sangue. Non fare parlare l’ANPI significa insultare la memoria di chi ha dato la vita per la Repubblica democratica italiana, togliere la voce a chi a pagato con il sangue. Nel giorno della liberazione c’è un solo scontro ideologico, scontro che ancora oggi ha un valore fondante per la Repubblica, ed è quello tra fascismo e antifascismo, scontro che iniziative come quella del Sindaco Errante tendono ad oscurare.

Annunci

Pubblicato il 20 aprile 2016 su CULTURA, POLITICA LOCALE. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: