BUCCINASCO: ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO IN COMUNE

LogoAlternanza

Ufficio stampa del Comune di Buccinasco

Per due settimane alcune studentesse e studenti del Liceo delle Scienze Umane di Corsico conosceranno la struttura del Comune e il suo funzionamento nell’ambito del “Progetto alternanza scuola lavoro”. Affiancheranno i dipendenti comunali per osservare le attività svolte in Comune, seguendo l’iter delle azioni amministrative più importanti, dalla redazione di bandi ai procedimenti dell’ufficio tributi e del commercio alle pratiche edilizie. Otto studenti – ragazze e ragazzi di terza – del Liceo Vico delle Scienze Umane lunedì mattina hanno iniziato un “Progetto di alternanza scuola lavoro” per comprendere il lavoro in un’organizzazione pubblica complessa come il comune.

“Abbiamo accolto favorevolmente la proposta della scuola – spiega l’assessore all’Istruzione David Arboit, tutor interno del progetto – perché pensiamo sia un’opportunità formativa importante per i ragazzi: conosceranno l’articolazione e la complessità della macchina comunale, si renderanno conto delle competenze e della professionalità di alto livello necessarie per guidare gli uffici, avranno l’occasione di toccare con mano cosa significhi lavorare per un ente pubblico, in particolare quali sono le necessarie procedure burocratiche che i dipendenti sono chiamati ad eseguire per rispondere in modo corretto ai bisogni e alle esigenze dei cittadini”.

Lunedì i ragazzi hanno incontrato gli amministratori e i responsabili di settore, che hanno tenuto sette ore di lezione teorica su struttura e funzioni del Comune. In seguito hanno iniziato ad affiancare i dipendenti per osservare sul campo le varie attività: “Sentiamo spesso parlare di dipendenti pubblici fannulloni – conclude Arboit – ma non è questa la normalità: i nostri studenti in questi giorni avranno la possibilità di toccare con mano cosa significhi lavorare per i cittadini rispettando regole e procedure. Forse tra loro c’è qualcuno che vorrà intraprendere una carriera amministrativa statale non tanto perché garantisce il posto fisso, quanto perché l’Italia ha bisogno oggi più che mai di funzionari statali dotati di grandi competenze professionali e fermamente intenzionati a compiere la missione di servire i cittadini e il bene comune dello Stato”.

Il progetto prevede una seconda fase nel mese di giugno. I ragazzi torneranno in Comune per un’altra settimana in cui è prevista anche la realizzazione di un sondaggio per valutare importanza e priorità di temi e problemi di competenza del Comune.

Annunci

Pubblicato il 3 febbraio 2016 su CULTURA, INIZIATIVE, POLITICA LOCALE. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: