UNIONI CIVILI E STEPCHILD ADOPTION: IL DIBATTITO NEL PARTITO DEMOCRATICO

unionicivili

Inserisci una didascalia

di Luisa Pezzenati

Sabato 23 gennaio, organizzato dal gruppo Diritti Democratici, si è svolto a Milano un dibattito dal titolo “Figli e figli”. Si è parlato unioni civili e “stepchild adoption”.

Hanno partecipato al dibattito, moderato da Filippo Rossi del circolo 02 PD di via Eustachi e portavoce di Diritti Democratici, Pietro Bussolati, Segretario provinciale del PD, Micaela Campana, membro della commissione giustizia della Camera e responsabile nazionale per welfare e terzo settore, Ivan Scalfarotto, sottosegretario alle riforme costituzionali e ai rapporti con il Parlamento, il senatore Roberto Cociancich e Marilisa D’Amico, ordinario di diritto costituzionale all’Università degli Studi di Milano.

La professoressa D’Amico ha inquadrato il problema dal punto di vista legislativo, sottolineando come il ddl Cirinnà sia anche la risposta a recenti sentenze della Corte Costituzionale (sentenza 170/2014) e della Corte europea dei diritti dell’uomo del 21/07/2015.

Il senatore PD Cocianchic, che era stato messo all’indice sul sito gay.it in quanto ritenuto ostile alla stepchild adoption e pronto a votare contro il ddl Cirinnà, ha chiarito la sua posizione, affermando di essere a favore della legge sulle unioni civili, di essere perplesso riguardo alla stepchild adoption, ma non pregiudizialmente contrario. Secondo Cocianchic sarebbe meglio lasciare questa questione fuori dalla legge sulle unioni civili, regolamentarla all’interno di una revisione della legge sulle adozioni. Suggeriva pertanto di stralciare queste norme e di affidare al governo il mandato per una regolamentazione della stepchild adoption all’interno di una legge delega, che impegni l’esecutivo a una modifica in tempi certi.

Va precisato che la stepchild adoption, per come fin qui configurata, non è una adozione legittimante: il minore è infatti escluso dai diritti ereditari e sono previste molte altre limitazioni.

È stato toccato anche il tema della possibili implicazioni prodotte dalla maternità surrogata, il cosiddetto “utero in affitto”. È una questione molto complessa e, in ogni caso, si possono prevedere diverse situazioni: il caso di un minore nato da una relazione eterosessuale, nel momento in cui uno dei genitori si scopre omosessuale; il caso due genitori di sesso maschile; il caso di due genitori di sesso femminile. Come regolarsi? Nel primo caso non c’è problema, nel terzo non si può parlare di maternità surrogata, ma solo di fecondazione eterologa, il problema si pone solo nel secondo caso.

Più voci hanno sottolineato che alla maternità surrogata fanno ricorso soprattutto le coppie etero (si parla del 95 %), una scelta che in Italia è vietata dalla legge 40.

Scalfarotto ha fatto presente le difficoltà con cui si devono confrontare le coppie gay nella vita di tutti i giorni e come sia necessaria una regolamentazione, non solo per stabilire dei diritti, ma anche dei doveri, come è giusto che sia.

L’onorevole Campana ha tirato poi le fila del discorso, rilevando come in Senato il DDL Cirinnà andrà in aula senza aver completato la discussione in commissione, decisione presa a causa dell’ostruzionismo delle destre, che ha finito per rallentare in modo eccessivo l’iter del DDL, e quindi non avrà un relatore di maggioranza.

Micaela Campana ha sottolineato che questa sarà comunque una prima tappa per il riconoscimento di alcuni diritti civili; il prossimo tema che potrebbe essere portato in discussione in parlamento è quello del fine vita.

Per chi ha voglia di approfondire documentandosi e studiando un po’ la “pratica” ecco il link agli atti parlamentari con la proposta e i verbali di discussione.

Buona lettura.

http://www.senato.it/leg/17/BGT/Schede/Ddliter/39314.htm

Annunci

Pubblicato il 26 gennaio 2016 su CULTURA, POLITICA NAZIONALE. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: