BUCCINASCO – VARIAZIONE DI BILANCIO: MIGLIORI SERVIZI, SPESE RIDOTTE

Buccinasco si conferma un Comune virtuoso e attento ai conti, ha migliorato il proprio bilancio di 900 mila euro per rispettare il patto di stabilità, senza rinunciare agli aiuti alle famiglie, dalle scuole al fondo anticrisi fino allo Sportello Lavoro. Un risultato ottenuto sia per le maggiori entrate che per la riduzione delle spese.

L’attenzione al sociale, alle famiglie in difficoltà e a chi cerca lavoro sono i punti salienti della politica dell’Amministrazione Maiorano che, anche con la variazione di bilancio approvata in Consiglio comunale martedì 30 settembre, conferma di non voler rinunciare ai servizi e agli aiuti a chi si trova in stato di disagio, pur mantenendo i conti in ordine e rispettando il patto di stabilità.
“Buccinasco si conferma un Comune virtuoso – spiega l’assessore al Bilancio Ottavio Baldassarre – approviamo una variazione di bilancio migliorando significativamente la parte corrente con maggiore entrate e minori spese rispetto alla previsione iniziale mantenendo e attuando tutti i servizi e le iniziative previste. Inoltre questo risultato positivo ci consente di essere più ottimisti nel creare quella dimensione finanziaria che ci permette di rispettare il patto di stabilità. Abbiamo ottenuto una variazione positiva di 900 mila euro tra entrate e spese correnti che abbiamo destinato per 100 mila euro ad incremento del fondo di riserva per la copertura di eventi straordinari e per 800 mila euro al fondo di ammortamento che ci permetterà di ottenere un avanzo di gestione necessario per mantenere il patto di stabilità”.
Il Comune di Buccinasco, tra i primi in Italia, nel mese di marzo ha approvato il Bilancio di previsione 2014, pur in assenza di una normativa chiara: “Ci siamo presi la responsabilità di elaborarlo e renderlo operativo – precisa l’assessore – perché riteniamo fondamentale avere a disposizione linee guida per poter amministrare e programmare senza i vincoli che si avrebbero in caso di non approvazione”.
Questo ha permesso all’Amministrazione di mantenere inalterati i servizi alla cittadinanza e programmare aiuti alle famiglie aumentando l’impegno delle spese: quest’anno infatti ha destinato 120 mila euro al fondo anticrisi, raddoppiando la cifra dello scorso anno, e ha investito sullo Sportello Lavoro. Scelte importanti che si stanno rivelando corrette: a causa della crisi economica, infatti, le famiglie che hanno presentato la domanda per accedere agli aiuti sono numerose, mentre l’attività dello Sportello Lavoro sta dando i suoi frutti con risultati incoraggianti rispetto ad analoghi istituti del territorio (con contratti di collaborazione, progetto e tempo determinato). Proprio per questo motivo è in atto il tentativo di estendere il progetto di Buccinasco anche ad altri comuni vicini con l’obiettivo di realizzare una rete territoriale che possa incrementare i benefici per tutti.

 

Fonte: Comunicato Stampa Comune di Buccinasco

Annunci

Pubblicato il 3 ottobre 2014, in BILANCIO, BUCCINASCO con tag , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 7 commenti.

  1. Egr. Assessore, mi corregga se sbaglio, ma le tasse e le imposte locali sono, in realtà, aumentate. In alcuni casi non per colpa dell’Amministrazione ma per variazioni legislative con minori trasferimenti dello Stato che sono stati compensati da “nuove” tasse locali (es. TASI), in altri per l’incapacità dell’Amministrazione di contenere le spese che, nel 2014, sono aumentate anche se non di molto (es. TARI, cioè rifiuti), in altri ancora per precisa volontà dell’Amministrazione (es. aumento delle rette per la mensa scolastica).

    Per il resto la Sua analisi è precisa e rispondente alla realtà: le entrate sono aumentate per fatti imponderabili, non ripetibili e non dipendenti dalla volontà dell’Amministrazione e le spese sono diminuite, per la maggior parte, per minori richieste di servizi e per l’appalto del verde che, qualitativamente, sembra lasci molto a desiderare.

    Fatto sta ed è che di diminuzione di tasse, cioè della pressione fiscale locale, non vi è, finora, nemmeno l’ombra!

    Sulla valutazione del livello di servizi i cittadini faranno le loro personalissime considerazioni.

    Mi piace

  2. Sul tema dell’impegno della Polizia Locale devo dire che, a mio parere, c’è stato un miglioramento, negli scorsi anni non mi è mai capitato di vedere auto di pattuglia per le strade a qualsiasi ora del giorno. E’ da qualche tempo che invece mi capita di constatarne la presenza. Certo se qualcuna di più sarebbe meglio, ma è un po’ come per a pulizia delle strade, puoi mettere in campo tutti gli operatori che vuoi, ma se i cittadini continuano a pensare che tutto ciò che è pubblico è di nessuno e quindi chi se ne frega se sporco, c’è poco da fare.
    Anche per le infrazioni stradali ce ne sono alcune ripetute. Ho particolare sensibilità per la sosta nelle aree riservate ai disabili, così come mi pare incredibile che ci siano famiglie che girano con bambini seduti in braccio a qualcuno sul sedile anteriore ( e se fai notare il pericolo…), oppure di tutti quelli che usano il cellulare senza auricolare o vivavoce. Poi ci sono le situazioni circoscritte, ma non meno significative. Di una sono testimone quasi quotidianamente, quando vedo automobilisti che percorrono il tratto di strada, in senso unico, davanti al mio condominio, i più furbi in retromarcia. Visto che la si può percorrere solo uscendo dal nostro passo carraio si tratta di condomini che abitano in un palazzo, come si dice, signorile e che, anche guardando i risultati elettorali presso la suola Robbiolo, votano in maggioranza per i partiti dell’ ORDINE, ordine naturalmente per gli altri, loro possono decidere quando una norma va rispettata o no, secondo i loro comodi. Pensate a cosa impareranno i loro figli: legalità elastica. Sono comunque in buona compagnia, ho più volte scritto mail ai nostri vigili ( e fatto foto) per segnalare che i mezzi della nettezza urbana ( prima Aimeri e poi AMSA) percorrono lo stesso tratto di strada in senso unico. Cosa è successo? Niente.
    Saluti.
    Paolo Caimi

    Mi piace

  3. http://www.corriere.it/inchieste/14_ottobre_04/vigili-asili-strade-tutti-sprechi-comuni-italiani-8b3ae838-4b88-11e4-afde-3f9ae166220d.shtml

    E a Buccinasco con le entrate delle contravvenzioni come siamo messi rispetto al passato?

    Non credo che con meno Vigili in strada si riesca a fare più multe…anche se ormai adesso la maggior parte delle multe le fa l’occhio elettronico.
    Rimane il fatto che la prevenzione del Vigile in strada può salvare una vita perché la loro presenza induce al rispetto delle regole ovunque e non solo dove c’è l’autovelox .

    Dato che si parla di servizi, trovo che quello della Polizia Locale sia da migliorare ed in fretta con nuove assunzioni trovando ogni strada possibile e praticabile, anche una situazione di “emergenza” comprovata dal recente aumento della frequenza dei reati…. magari avvallata dal Prefetto…..!!

    NON E’ POSSIBILE RIMANERE A BUCCINASCO SOTTO ORGANICO NEL NUMERO DEGLI AGENTI DI POLIZIA LOCALE QUANDO A CORSICO SONO IN SOVRA ORGANICO. O NO ?
    Quanto incide il costo degli stipendi degli Agenti di Polizia Locale nel Bilancio ?

    Prima o poi qualcuno vi attaccherà dicendo che non fate le multe con i Vigili in strada per avere consenso elettorale…io non lo penso ma ormai vi manca solo quello……!!

    Mi piace

  4. Spero che il governo centrale modifichi il sua comportamento e renda più agevole il lavoro amministrativo per gli enti locali. Ho sempre però la convinzione che, in caso il mio auspicio non dovesse realizzarsi, sia meglio approvare un bilancio di previsione tempestivamente anche con alcune incertezze. Buona serata. Ottavio

    Mi piace

  5. Grazie Ottavio per la risposta.

    Mi ha colpito “conguaglio di trasferimenti dallo Stato imprevedibili.”

    So che non è tua responsabilità. Ma a me sembra che “lo Stato” non dovrebbe essere “imprevedibile”…
    Un fulmine è forse imprevedibile, un meteorite che cade nel mio giardino è imprevedibile, un terremoto è per ora imprevedibile… ma ricevere dei soldi dallo Stato non dovrebbe essere imprevedibile…
    Come farai a proporre un bilancio per il 2015 su queste basi?

    Grazie ancora
    Franco

    Mi piace

  6. ottavio baldassarre

    Franco, rispondo alle tue domande spero in modo sintetico e senza dare adito ad alcun dubbio:
    a) maggiori entrate: non derivano da maggiori tasse, sarebbe pura follia. Sono maggiori trasferimenti a seguito di conguagli definitivi compiuti dallo stato. Per noi sono risultati definitivi mentre altri comuni hanno avuto una soprpesa negativa. Dico già che erano imprevedibili.
    b) minori spese derivano da benefici non prevedibili sorti a seguito di gare di appalto che hanno originato una economia di spesa ed inoltre da riduzioni di spese che derivano da diversi fattori: minori soggetti che hanno beneficiato dei servizi, inizio di alcune spese previste nella fase iniziale dal gennaio che sono iniziate in mesi successivi ed infine da ottenimento per alcune voci di spesa di risparmi apportati a seguito dell’invito perentorio dello stato di compiere un taglio delle spese del 5% (cosa che come immagini non è semplice da attuare)
    c) sulle affermazioni di altri non desidero pronunciarmi; ti rispondo invece con una affermazione che sta al cittadino verificare: i servizi ricevuti dall’ente sono qualitativamente migliori, peggiori o uguali al 2013? Per l’Amministrazione sono uguali o migliori non peggiori e questo si è ottenuto con un risparmio di costi.
    Per concludere: non ci sono aumenti di imposte e tasse comunali e vi è una ferma volontà di non chiedere di più ai cittadini di buccinasco nei prossimi anni.
    Un caro saluto.
    Ottavio

    Mi piace

  7. Mi scusi sig Assessore
    “maggiori entrate e minori spese”
    significa (anche)
    Più tasse
    oppure sono io che non capisco?

    Quando la Presidente del Consiglio Comunale (l’unico Consigliere Comunale che credo sia equiparata ad un Assessore in quanto a stipendio, e che non incassa solo il simbolico gettone di presenza) scrive:

    “abbiamo risparmiato 900 mila euro in parte corrente offrendo maggiori servizi”

    Dice la stessa cosa?

    Come fate ad offrire maggiori servizi con minori spese?
    Siete dei maghi?
    Come dire: paghiamo due insegnanti di sostegno / due giardinieri / tinteggiamo due aule / rifacciamo due metri di marciapiedi
    con MENO soldi di quelli che l’anno scorso servivano per
    pagare un insegnante di sostegno / un giardiniere / tinteggiare una aule / rifare un metro di marciapiedi ?

    Per favore aiutatemi a capire

    I 900’000 euro sono un RISPARMIO, o sono (anche) maggiori tasse che noi cittadini abbiamo pagato?

    Per favore aiutatemi a capire

    Perché altrimenti l’anno prossimo basterà alzare ancora le tasse per fare bella figura come Amministrazione?

    Grazie
    Franco

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: