BUCCINASCO: CONSIDERAZIONI SULLA RETORICA DEMAGOGICA DELLA SICUREZZA

di David Arboit

Ragionare di politica, ragionare veramente con la ragione, è difficile. Viene naturale andare a ruota libera, ragionare con la pancia, per superficialità o per calcolo, cioè per mescolare il grano con la pula, fare confusione, sollevare polveroni. E la superficialità e l’ignoranza che mediamente affliggono soprattutto destinatari dei messaggi politici fa parte del calcolo di chi è in malafede.

A volte, però, può capitare che chi legge faccia attenzione a quel che legge, attivi la ragione assieme alla vista. Allora saltan fuori le magagne, la retorica demagogia, e i giochi delle tre carte fatti con le parole, giochetti che se ne fregano del principio di non contraddizione, perché il punto è polemico, non razionale, perché bisogna fare propaganda elettorale.

Un esempio? È accaduto ieri mattina, sul quotidiano “Il Giorno”: una plateale prova della tesi che ho esposto sopra. Flagranza di reato direi. Da antologia del teatrino della politica.

Il tema è l’emergenza sicurezza a Buccinasco. La giornalista registra, credo fedelmente, le dichiarazioni del Capo del Movimento 5 stelle di Buccinasco. È il capo, ma lui maestro di retorica e demagogia (come del resto i gran visir di M5s Grillo e Casaleggio) rifiuterebbe con falso sdegno l’attribuzione di ruolo, e dichiarerebbe certamente che lui non lo è, è solo un servo inutile del popolo italiano, che il movimento…, che la rete… che la democrazia diretta… e per finire che “uno vale uno”. Che cosa dichiara al quotidiano “Il Giorno” il capo di M5s di Buccinasco che ha personalmente organizzato la manifestazione sulla sicurezza contro l’amministrazione di centrosinistra di Buccinasco?

 

«Vorrei fare una precisazione, la grande manifestazione di sabato appartiene ai cittadini di Buccinasco, non ha connotazioni partitiche o politiche – spiega Alberto Schiavone, portavoce dei 5 Stel – le che hanno aiutato a coordinare e organizzare l’evento. Per l’occasione saremo tutti cittadini di Buccinasco e nient’altro: persone attive e animate soltanto dall’amore per la nostra città e dalla preoccupazione per quello che sta diventando, indignati dalle continue favole raccontate dall’Amministrazione comunale, che assume tecnici inutili invece di “arruolare” vigili e compra tablet e smartphone per i consiglieri comunali invece che telecamere per il controllo del territorio. Siamo decisi a rispondere alle loro chiacchiere con i fatti, per questo ci riuniamo per dire tutti insieme: “Basta, riprendiamoci Buccinasco”».

 

La contraddizione è lì, smaccatamente presente. L’avrete certamente vista anche voi. Io l’ho vista. Vediamo se siamo d’accordo.

Il testo nella prima parte va via liscio come l’olio, cioè da «Vorrei fare…» fino a «amore per la nostra città ». Dice in sintesi siamo cittadini, solo cittadini, la politica e le sue risse non c’entra, non sono presenti «connotazioni partitiche o politiche», siamo solo cittadini preoccupati per il problema della sicurezza a Buccinasco.

Poi il tono cambia radicalmente. La svolta radicale, assolutamente contradditoria con quanto precede, fa perno sulla frase «dalla preoccupazione per quello che sta diventando». La prima parola della frase concorda con il senso del testo che precede: la preoccupazione del cittadino è certamente conseguente all’amore per la città. Le ultime parole della frase «quello che sta diventando» sono invece la miccia che fa scoccare la bomba politico-demagogica, lo squillo di tromba che annuncia l’ingresso nel discorso della politica vera, quella dei partiti, e non dei liberi cittadini. Così si fa ingresso trionfale, ma da imbroglioni, nelle disprezzate «connotazioni partitiche».

E infatti subito dopo parte la filippica contro la Giunta Maiorano: da «indignati» fino a «loro chiacchiere con i fatti». Qui si affastellano in un minestrone confuso tutte le numerose malefatte di questa Giunta assolutamente indegna di governare Buccinasco: continue menzogne, reiterata incompetenza, per non parlare delle ombre giudiziarie continuamente citate altrove. Vien da dire: che schifo!!! Caricare a testa bassa la Giunta Maiorano a me pare sia una legittima iniziativa, ma che si caratterizza come squisitamente partitica, insomma direi proprio non priva di «connotazioni partitiche». Il partito (si certo, movimento ecc.) M5s ce l’ha a morte con la Giunta Maiorano e suona legittimamente la grancassa mascherandosi da “i cittadini”.

È però lo slogan finale, la chiave di lettura di tutto il discorso, il luogo dove si manifesta smaccatamente l’intenzione partitica della manifestazione: «Basta, riprendiamoci Buccinasco»: Riecheggia l’idea dell’assalto al Palazzo, un assalto che, fino a quando saremo in democrazia, non possono fare i cittadini con i forconi in mano perché e contro la legge, ma invece possono fare solo i partiti presentandosi alle elezioni e chiedendo il voto e la forza della rappresentanza ai cittadini raggruppati in partiti (ci sono le liste civiche o il movimento ma sempre partiti alla fine sono).

Per chi non l’avesse capito siamo in campagna elettorale. È iniziata la campagna elettorale per le amministrative di Buccinasco del 2017. E d’altra parte il cittadino di buon senso sa già che siamo sempre in campagna elettorale, che la campagna elettorale non smette mai.

Levatevi la maschera, sedicenti cittadini.

Annunci

Pubblicato il 26 settembre 2014 su AMMINISTRAZIONE COMUNE, BUCCINASCO, LEGALITA', POLITICA LOCALE. Aggiungi ai preferiti il collegamento . 19 commenti.

  1. Ragionamento arzigogolato e un po’ forzato, David. La spiegazione, a mio avviso, è più semplice e, in ossequio al principio del Rasoio di Occam, la spiegazione più semplice, di norma, è quella giusta.
    I cittadini decidono di manifestare pubblicamente la propria preoccupazione e di chiedere un cambiamento su un tema delicato e sensibile come quello della sicurezza. A questo punto occorre stabilire se la manifestazione e le richieste dei cittadini siano legittime e sensate, come mi sembra che tu riconosca, oppure “inutili e insensate” come sostiene il tuo Segretario Morano. Nel primo caso la conseguenza, logica e scontata, è che si punti il dito contro chi ha la responsabilità, oggi, di operare le scelte che, evidentemente, non si sono finora rivelate all’altezza chiedendo un cambiamento. La contraddizione, stante le premesse, è nel tuo ragionamento!

    In definitiva, o ti allinei al pensiero del tuo Segretario, bollando la manifestazione come “inutile e insensata”, perché avete fatto il massimo e non si può fare altro o, se riconosci che i cittadini stanno legittimamente manifestando le proprie preoccupazioni, non puoi trasformare il tutto, banalizzandolo, come mera campagna elettorale. Non lo è! E’ una richiesta di sensibilizzazione e attenzione da parte dei cittadini!

    I cittadini chiedono, a voi che, oggi, avete l’onore e l’onere di governare, di ascoltare la loro voce e di mettere in atto dei cambiamenti per fronteggiare l’emergenza: o la richiesta è legittime e sensata e voi avete il dovere di darvi da fare per rispondere alle richieste dei cittadini (e, come logica conseguenza, avete delle responsabilità per non averlo fatto prima), oppure non c’è nulla che possiate fare, avendo già fatto tutto il possibile, e i cittadini stanno facendo richieste “inutili e insensate”. Decidi tu, ma la botte piena e la moglie ubriaca non le puoi avere. C’è qualcosa (di concreto) che potete fare per andare incontro alle richieste della cittadinanza, sì o no?

  2. Andrea fa il furbetto, se ci saranno più di 10 persone alla manifestazione diranno che loro di città ideale (con Cortiana al seguito) hanno fatto una manifestazione vincente contro i comunisti che governano il comune (comunisti è uno dei termini usati dal leader massimo di città ideale forte delle sue 39 preferenze alle ultime amministrative), se invece non va nessuno diranno che i cittadini hanno fallito.

    Domanda: è vero o non è vero che il sig. Alberto Schiavone è il referente per la questura della manifestazione? Se è vero – come sappiamo che è vero – le chiacchiere stanno a zero 😉

    Per evitare equivoci mi dichiaro favorevole a qualsiasi manifestazione civile e pacifica e parteciperò da osservatore all’evento.

    • Mi fa piacere: a domani allora, così saremo in undici e potremo gridare al trionfo 😉

      Suvvia, siamo seri, l’obiettivo della manifestazione era sensibilizzare l’Amministrazione su un tema sentito e delicato da parte della cittadinanza per ottenere risposte concrete e fattive (e non le solite chiacchiere che qualcuno della maggioranza si ostina propinare). Direi che, almeno in parte stando alla risposta di Arboit, l’obiettivo è già stato raggiunto, se non altro come confronto all’interno della maggioranza tra chi ritiene che si possa fare di più e chi, come il Segretario Morano, ritiene che meglio di così non si possa fare.

      PS A dire che sono i cittadini a fallire, finora, è stato il fan sfegatato del vicesindaco, tal manolete, parlando delle fantomatiche ronde padane.

  3. Andrea, non occorre essere Guglielmo di Ockham per comprendere che problemi ed esigenze concrete possono essere strumentalizzati per ragioni di potere. Si è trattato di mettere in evidenza la strumentalizzazione, che c’è, ed è clamorosa e plateale.
    Si è trattato non tanto di farla lunga, come è mio solito, ma di fare notare delle clamorose stonature. Lo scrivere e il parlare a volte dicono molto di più di quello che chi scrive o chi parla hanno intenzione di dire, proprio perché chi scrive e chi parla si tradisce, trdisce delle intenzioni che non vorrebbe mettere in piazza.

    Poi ci sono le questioni serie e sono due.
    1) Le amministrazioni locali possono fare per ragioni giuridiche e per ragioni di soldi ben poco in termini di sicurezza.
    2) Del poco che si può fare c’è chi fa di più e ci chi fa di meno. A Buccinasco a che punto siamo? Domanda non solo legittima, ma doverosa da parte del cittadino onesto (politicamente onesto intendo). Si tratta di rendere conto alla città. Sacrosanto! Si può fare di più? Si, questa Maggioranza ritiene che si possa fare di più soprattutto consorziando i Comuni. Sul giornale locale “Sì o No” è apparsa la settimana scorsa una proposta di Maiorano. Su quello in distribuzione durante questo fine settimana e comparsa una adesione alla proposta maiorano dei Sindaci di Cesano, Trezzano e Corsico. Ora si tratta di riempire le parole con i fatti, di passare dal dire al fare. I cittadini dei Comuni misurino la politica fra un po’ su questo proverbialmente difficile passaggio.

    Poi c’è la propaganda. Cavalcare la questione sicurezza in termini di emergenza per dare per l’ennesima volta addosso alla Giunta Maiorano è una menzogna. E con le menzogne non si fa del bene ne a se stessi ne alla città. Si fa propaganda, e direi che tutto sommato la si fa anche male, perché in questo caso la furbizia, l’inganno, è clamorosamente scoperto e visibile.

    • Ciao David, si può filosofeggiare a piacere, ma torno a ribadire: la soluzione più semplice, di norma, è quella giusta. Confermando, e mi rallegro che tu abbia l’onestà intellettuale di ammetterlo, che si può fare di più, confermi che le lamentele dei cittadini sono fondate e che la manifestazione, contrariamente a quanto pensa il tuo Segretario, è utile e sensata.

  4. Ciao David,
    secondo me,tanto per cominciare, il nostro Sindaco ha difettato in comunicazione sul Buccinasco Informazioni con un articolo che gli ha portato solo danno ed era meglio che lui riflettesse meglio sul pubblicarlo o meno….invece di riflettere sulla Sicurezza e la percezione di sicurezza…!
    Non ha nemmeno evidenziato che la vostra Amministrazione ha assunto dei nuovi Agenti di Polizia Locale.
    Poi, dopo il can can delle opposizioni, esce un articolo sul Giorno in cui si annunciano corsi di formazione per Agenti di Polizia Locale che si addestrerebbero anche al tiro con la pistola in situazioni di azione localmente verosimili…..e l’imminente uso ti telecamere per la sicurezza stradale con ricerca targhe etc. etc. …ed entrambe le cose non erano state minimamente prese in considerazione in precedenza sul BucciInfo ed anzi si evidenziava la tutela della privacy( per i ladri, in questo caso…) nell’uso delle stesse telecamere….!!!
    Si è passati dal banalizzare e minimizzare i problemi al …state tranquilli che adesso prendiamo bene la mira e spariamo….!!
    Non mi pare un bel modo di comunicare o di trasmettere sicurezza ai cittadini.

    P.S.
    lo sa il Sindaco che cos’è la PROPRIETA’ PRIVATA ?
    O la proprietà privata serve solo per pagargli le tasse…..

  5. Andrea, io filosofeggio, è un vizio che mi deriva dalla mia pratica di gioventù con Platone e Aristotele. Tu invece fai il sofista facendomi dire cose che non ho detto.
    Affermo:
    1) che si può fare di più sulla sicurezza
    2) che i cittadini percepiscono una situazione di insicurezza, ma non solo a Buccinasco, ma è anche vero sanno ben poco della competenze che la legge assegna ai sindaci nel campo della sicurezza quindi è facile trarli in inganno
    3) che la manifestazione era e resta strumentale e propagandistica, e lo dimostrano soprattutto i modi e i toni (le parole, le opere e le omissioni).

    E sul punto 3 i fatti parlano più delle nostre parole. A proposito di cavalcare strumentalizzando!!! Un fatto nuovo casca proprio a fagiolo. Eccolo:

    «Sabato mattina parteciperò alla manifestazione pubblica dei cittadini di Buccinasco sulla sicurezza. Per stare vicino alla gente, per ascoltare i problemi del territorio, delle famiglie e dei singoli individui.
    Questa Amministrazione non è stata in grado di garantire la popolazione su uno dei diritti imprescindibili di un buon governo: la sicurezza. E’ giusto che i cittadini scendano in piazza per chiedere a gran voce di potere uscire di giorno e di sera in tranquillità , di poter esercitare il proprio lavoro senza paura di furti e rapine, di poter mandare i propri figli in una scuola sicura, che non sia vittima spesso e volentieri di atti vandalici.
    Per questo sabato sarò accanto a loro.
    Dichiarazione di Serena Cortinovi, Capogruppo Fratelli d’Italia Alleanza Nazionale-Forza Italia.»

    CLAMOROSO!!! Il centrodestra di Buccinasco alleato del Movimento 5 Stelle contro la Giunta di Centrosinistra.
    Altro che cittadini! Il gioco delle tre carte, l’ignobile farsa continua. E il copione della farsa prevede che Serena Cortinovi, Capogruppo del Centrodestra, si metta la maschera della cittadina.
    Questo è un fatto che mette in modo definitivo, chiaro, limpido e lampante, il bollino rosso della strumentalizzazione sulla manifestazione.

    • La realtà è molto più semplice, David, e il fatto che il Sindaco sia stato invitato a sfilare coi cittadini ne è una solare conferma; certo lui ha rifiutato dicendo che aveva cose più importanti da fare (?!?), ma la richiesta gli è stata fatta (VEDI)!

      Credo che sia un dovere di ogni esponente istituzionale dialogare con i cittadini, ascoltare le loro ragioni e le loro preoccupazioni.

      Così si è espresso Fiorello Cortiana – anche lui presente, insieme all’altro Consigliere di Coalizione Civica, Filippo Errante, alla manifestazione – mostrando una sensibilità del tutto diversa da quella del Sindaco.

  6. Roberto, è vero che questa amministrazione non comunica abbastanza. Spesso comunica anche male perché capita sempre qualche pierino che ha la fregola di farsi bello lui e non comunicare veramente, in modo serio, preciso, informato e soprattutto condiviso, quello che sta facendo la Giunta Maiorano. Miglioreremo. Te lo garantisco personalmente.
    Qui non si tratta di banalizzare ma di dire la verità senza farsi prendere la mano dalle chiacchiere, da qualunque parte provengano. E cioè:
    1) che ci siano differenze a volte abissali tra la percezione del problema e la realtà del probblema penso che si una cosa assodata; i ben informati (professionisti del mestiere) mi dicono in via informale che le statistiche mostrano un calo a Buccinasco degli atti di delinquenza; attendiamo la documentazione richiesta dal Sindaco per mettere nero su bianco;
    2) la sicurezza dei cittadini è importante, ci stiamo lavorando, stiamo vagliando soluzioni differenti e ne sperimenteremo altre, perché bisogna essere capaci di rischiare, di provare a fare delle cose e poi anche essere capaci di fare verifiche per vedere se funzionano o no, e se non funzionano cambiare;
    3) la più importante carta vincente è mettersi inseme come comuni; è più facile perché adesso Cesano, Trezzano, Corsico sono come noi guidati dal Centrosinistra e da giovani capaci e molto intrapprendenti; ma è anche difficile perché c’è un grosso lavoro da fare, perché i comuni non sono abituati a lavorare insieme, perché i comuni hanno situazioni finanziare e burocratiche differenti ecc.
    Potrei dire ti prometto che… ma so che, giustamente, mi faresti una grande risata, grande e grossa come te.

  7. Ciao David , dai pochissimi dati che ho io………sono aumentati notevolmente i piccoli furti sulle auto di notte, gomme comprese , ed i furti in abitazione ; sembra di essere tornati agli anni 70 quando ti rubavano il frontalino dell’auto ed adesso ti rubano il navigatore…..!!
    Se hai del tempo libero fatti un giro dai miei colleghi di Buccinasco e trovamene solo uno che dice che invece diminuiscono le denunce…..!!
    Poi ci sono anche quelli che per danni di poco conto non hanno tempo da perdere dai Carabinieri a fare la denuncia o non ci vanno perché non sono nemmeno assicurati !!

    Se per voi la sicurezza è veramente importante allora dovete dire ai vostri rappresentanti a Roma che devono votare CONTRO il Decreto Svuota Carceri e CONTRO l’Amnistia e CONTRO l’Indulto….altrimenti ci state solo prendendo in giro. Fine del discorso!! Amen.

  8. La manifestazione c’è stata, di solito il primo tema è la partecipazione, ieri alle 9.45 sono andato alla Fagnana, per farmi un’idea personale ed evitare le notizie di seconda mano ( mi ricordo il BI dove le iniziative dell’Amministrazione di centrodestra erano sempre un successo). Non sono mai stato bravo nel valutare il numero dei presenti, direi che erano meno di 100, forse anche di 60, qualcuno ha scritto che di Buccinasco non erano neppure 20. Ho assistito alla partenza ( un po’ mesta?) del corteo, oggi ho saputo che aveva già perso qualche pezzo: la “ cittadina “ Cortinovi aveva scoperto di essere in mezzo ai rappresentanti di un altro partito, quindi a suo dire di cittadini “indipendenti” pochi. Sinceramente però non capisco cosa si poteva aspettare la “ cittadina “ dopo aver firmato la sua partecipazione con tutte le sigle di partito possibili, cosa fatta del resto anche da Cortiana. Avevo letto senza bandiere, ma se uno annuncia la propria presenza, e la firma politicamente, è come se fosse una bandiera umana, o no? Insomma un po’ da ridere.
    Ma veniamo alle cose importanti, un’iniziativa che vede la partecipazione dei cittadini è sempre una cosa importante, che non può essere sminuita, a meno che non ci riescano gli stessi organizzatori. Prima sostenendo che si tratta di un’iniziativa dei cittadini, per poi presentarsi, a sentire Cortinovi, con spiline e, a sentire altri cittadini, con truppe “cammellate”. Insomma il tentativo di prendersi una rivincita sui deludenti risultati delle europee non è riuscito alla grande. Ovviamente c’è qualcuno che, nel classico stile politichese di una volta, sostiene che le presenze erano un “centinaio” e che è stata davvero bello trovarsi, ma forse, cosa che gli capita, fa riferimento ad un “ evento inesistente”.
    Originale anche l’idea di chiedere al Sindaco di unirsi all’iniziativa, leggendo i comunicati e i volantini sembrava che il colpevole di tutto fosse lui, sarebbe stato ben ridicolo vederlo in una manifestazione contro se stesso.
    Così ha avuto la pessima idea di fare una conferenza stampa, in cui ha parlato di tutto, in particolare di come fosse sbagliata la manifestazione (una pacifica manifestazione non è mai sbagliata) e non ha parlato delle uniche due cose di cui, a mio parere, avrebbe dovuto dare conto: i dati in confronto con quelli storici e quali azioni intendeva concordare con la tenenza dei Carabinieri, unici preposti ad intervenire su questi temi. Già i dati, qualche giorno fa ho letto su un blog l’intervento di un cittadino che segnalava come i box del suo condominio fossero stati aperti, è successo anche nel mio condominio, più di una volta, tra il 1994 e 1996. I dati non risolvono, ma ovviamente aiutano a capire le dimensioni e priorità di un problema, banalmente in quale lasso di tempo avviene la maggior parte dei fatti delittuosi ? Tra l’altro quello che il Sindaco non sembra aver capito è che gli organizzatori della manifestazione, rivolgendosi a lui e non alle istituzioni preposte, hanno rafforzato il suo ruolo di intermediario, colui a cui i cittadini si possono rivolgere per sostenere le proprie cause, lo riconoscono come l’istituzione più vicina, quella che forse non può risolvere, ma certamente può farsi portavoce e promotore delle soluzioni.
    Anche alcuni esponenti del PD hanno pensato di infilarsi in discorsi, da qualcuno definiti filosofici, rispetto a questa manifestazione. Senza valutare che l’unica cosa che li doveva preoccupare era capire quanto il tema fosse davvero sentito e stimolare la maggioranza ad un comportamento conseguente. Hanno dato l’idea di sopravvalutare l’attuale opposizione e di non avere il polso della situazione tra i cittadini. Tra l’altro uno dei promotori ci ha voluto dire che sui presenti solo due erano stati direttamente interessati dal problema, quindi neppure i coinvolti si sono presentati, o sono molto pochi, o hanno capito che l’iniziativa aveva altri obiettivi.
    Insomma chi è impegnato in politica a Buccinasco ( non li chiamo politici, mi sembra insensato nei confronti di persone, più o meno capaci, che dedicano il loro tempo alla cosa pubblica ) non ne sono venuti fuori bene, in particolare le bandiere umane.
    Saluti.
    Paolo Caimi

    P.s. mi scuso per la lunghezza

    • Come detto c’è stato che ha sentito il dovere di mettersi in ascolto nei confronti delle richieste della cittadinanza come Cortiana ed Errante, chi si è sentito il dovere di snobbarli, come Morano (manifestazione inutile e insensata), e chi li ha accuratamente evitati in quanto aveva cose più importanti da fare, come il Sindaco; il tutto condito da varie altre sfumature, alcune, tutto sommato anche con note positive, come Arboit, nel difficile equilibrio tra ascolto e diniego, altre, a mio avviso, molto sgradevoli, come il tono sarcastico del vicesindaco che su questi temi si permette di fare ironia. Ognuno ha dato la propria risposta, i cittadini, ciascuno con la propria sensibilità, valuteranno quale sia stata la più consona.

      I partecipanti erano circa un centinaio, novanta o centodieci non cambiano la sostanza. Tanti? Pochi? Un segno, di questi tempi con il 50% di astensionismo alle urne, a mio avviso molto positivo (chi ha il polso su iniziative analoghe, sa che quel numero è significativo). Quante vittime? Alcune certamente, altre, magari, solo sfiorate. Nel mio condominio, dentro e davanti, ci sono stati furti in appartamento, furti nei box, furti nelle auto, furti di biciclette e via discorrendo. Non credo la situazione sia molto diversa nelle altre zone. Sono stati raccontati due episodi significativi, non gli unici due episodi accaduti a Buccinasco!

      La manifestazione aveva lo scopo dichiarato di dare un scossone e di focalizzare l’attenzione della maggioranza su un tema delicato e attuale che sembrava sottovalutato (e direi che da quanto è emerso e sta tuttora emergendo l’impressione era corretta). Gli accadimenti futuri diranno se l’obiettivo è stato centrato o meno; per ora direi che ha smosso le acque.

      Chi rappresenta il Comune a livello locale? Chi se non Sindaco, Giunta e maggioranza? A chi avrebbero dovute essere indirizzate le richieste? Chi ha il potere di intervenire in materia, ad esempio, potenziando e migliorando la funzione della Polizia Locale, integrandone l’operatività con le altre forze del territorio e dei Comuni limitrofi? Morano si ostina a dirci che non si può fare nulla che non sia già stato fatto! Io, ovviamente, non la penso affatto così e, fortunatamente non sono il solo.

      La manifestazione, contrariamente a quanto sostenuto dalla maggioranza che, evidentemente insicura, si percepisce sempre sotto assedio (degli sciacalli e dei poteri forti) non era “contro” il Sindaco, ma per la città, per chiedere (sperando poi di ottenere risposte soddisfacenti) maggiore attenzione rispetto al tema della sicurezza. Il Sindaco, quindi, avrebbe potuto parteciparvi, ma aveva cose più importanti da fare.

      Attendiamo pure i numeri ufficiali … davvero dobbiamo attendere i numeri? Perché i numeri non ci sono, non li hanno? Li richiedono solo se i cittadini domandano a gran voce, con una manifestazione pacifica, civile e ordinata, più sicurezza? Altrimenti non sanno di cosa si stia parlando? E’ questo che di dici Paolo? Beh, non male, davvero: una dimostrazione tangibile dell’interesse avuto finora per la materia. I numeri, tra l’altro, ci dicono cosa sia stato denunciato, non cosa sia stato commesso, due valori che, spesso e volentieri per questi episodi di microcriminalità, sono molto diversi.

  9. Andrea D. vede io ho rispetto dei numeri e non faccio sconti a senso unico.
    Infatti ho evidenziato la mancanza del Sindaco. Ho detto anche che qualsiasi manifestazione pacifica è importante, ma trovo ridicolo quanto sto leggendo a proposito della partecipazione a quella di sabato ( ripeto c’ero), sarebbe molto meglio dirci tutti che c’è un problema di coinvolgimento dei cittadini, ma è un problema comune, altrimenti non si capisce come un blog con migliaia di lettori e un partito in crescita ( prima delle europee) non arrivino a 100 persone su un tema così di pancia. Questa mancanza di rispetto per l’intelligenza degli altri, insieme alla patente incoerenza tra le dichiarazioni di “cittadini indipendenti” e la presenza delle bandiere umane, non ho letto nessun post degli organizzatori che stigmatizzava i comunicati a firma politica ( Cortinovi non è tornata all’ovile politico ci è sempre stata) e le spilline danno davvero da pensare, anche a quelli duri di comprendonio.
    Saluti.
    Paolo Caimi

    • Paolo, la difficoltà a smuovere le persone c’è e oggi è persino più difficile, molto più difficile, che in passato: non vanno nemmeno a votare, figuriamoci se si prendono la briga di andare a manifestare. Nessuno lo nega o lo ha negato, qui o altrove. Per questo ribadisco, per chi ha il polso di queste iniziative (e tu sei fra questi), il numero dei partecipanti era, nel nostro contesto, significativo!

      Ci sono, a Buccinasco, esponenti “politicamente schierati” che hanno deciso di porsi in ascolto rispetto alle richieste della cittadinanza e sono scesi con i cittadini in piazza e altri che hanno preferito voltar loro le spalle avendo cose più importanti da fare.

      La manifestazione non era targata politicamente e vi ha aderito chi voleva. Niente striscioni, niente bandiere, niente stendardi, nessuno vessillo o simbolo sui volantini o sul materiale di propaganda/promozione dell’evento.

      PS Giusto per essere precisi:tu alla manifestazione non c’eri! L’avrai seguita in diretta, dal vivo, stando ai margini, che è una cosa diversa! Forse ti avrebbe fatto bene sfilare con noi.

  10. I numeri ufficiali a livello Italiano ci sono eccome….ma evidentemente qualcuno pensa che Noi di Buccinasco guardiamo troppa televisione e quindi la percezione della insicurezza cresce….siamo influenzabili psicologicamente per quanto avviene in altri luoghi…..

    Le carceri Italiane sono talmente piene che nel Decreto Salva Italia c’è lo SVUOTACARCERI che è una vergogna che grida vendetta :
    8 euro al giorno di risarcimento ai ladri detenuti in spazi ristretti e decurtazione del 10% della pena…… !! Li paghiamo e li mandiamo fuori in anticipo…..invece di costruire nuove carceri o aprire quelle che ci sono già e che non si inaugurano……per non pagare altro personale penitenziario ed aumentare la spesa pubblica e magari creare anche nuovi posti di lavoro…..!!
    E il rispetto per chi chiede Giustizia e certezza della pena dove lo mettiamo ?

  11. Niente, non vogliono capire: NON POTEVA FUNZIONARE E NON FUNZIONERA’ MAI UNA MOBILITAZIONE CONTRO IL SINDACO SU QUESTI ARGOMENTI ! Avete fatto un danno con questa iniziativa cercando di strumentalizzare un problema, come del resto fate su qualsiasi problema esista.

  12. Perché oltre a tutto il resto siete anche curativi? battuta.
    Resto dell’idea che per sapere quante persone ci sono ad una manifestazione possa anche bastare fotografarla, questo serve per il numero, per la qualità ci vuole altro, ma è garantita dalla spillina !!
    Che sia difficile smuovere le persone l’ho scritto io, infatti si pensa di essere furbi usando la pancia, ma non sempre funziona, neanche con “migliaia di lettori”, anche su questo forse una riflessione seria sarebbe opportuna.
    Tra l’altro quando si scrive ” era, nel nostro contesto, significativo!” si sta sui vetri, più che sulle uova, insomma si dice che è un contesto piccolo.
    Saluti.
    Paolo Caimi

    • Il contesto è quello di Buccinasco, che ha caratteristiche e risposte di un certo tipo.

      Per il resto non mi dilungo perché conosci bene la catena Suspect, Prospect, (Lead, Opportunity) e Customer.

  13. Condivido in pieno quanto afferma Mauro G. nel commento delle ore16:45.

    Il “nemico” non è il Sindaco ….ma i ladri…….!!

    Invece di una manifestazione sarebbe stato più utile per tutti Noi di Buccinasco trovarsi la sera alla cascina Robbiolo e confrontarci sull’argomento Sicurezza e su quanto espresso dal nostro Sindaco sul Buccinasco Informazioni …così avrebbe percepito molto meglio il messaggio di tutti i cittadini, ANCHE QUELLI CHE LO STIMANO, che fino ad adesso hanno subìto in silenzio.

    A Buccinasco le responsabilità politiche stanno anche nel fatto di aver subito troppo passivamente lo smantellamento sistematico del Corpo di Polizia Municipale passato da 27 Agenti al minimo stico di 15…..un dimezzamento operativo di fatto anche se non proprio matematico…. !! Non mi stancherò mai di dirlo ! Non ve la perdono sta cosa….!!

    A cosa serve avere due Comandanti a Buccinasco quando si viene investiti mortalmente sulle strisce pedonali ? A cosa servono le telecamere in questi casi…..a niente!!

    Bisogna fare più prevenzione con la presenza fisica dei Vigili sulle strade perché è l’unico modo per dare il senso di sicurezza a chi rispetta le regole e per far capire a chi ha intenzione di sgarrare…che verrà punito !!
    Non dovrebbe essere difficile da capire questa cosa…..e a Buccinasco le vie principali e gli “assi di scorrimento” sono solo praticamente tre…..quindi molto facili da controllare con solo tre auto e sei Agenti di polizia locale almeno nelle ore di punta.
    Una sola auto della Polizia Locale schierata in Chiesetta e ben visibile non basta .
    Unite le forze operative con i Carabinieri e incominciate a far vedere che ci siete…..!!
    Oddio, non tutti i giorni ,per carità……altrimenti è militarizzazione del territorio…..!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: