25 MAGGIO, ELEZIONI EUROPEE. VOGLIAMO CAMBIARE L’EUROPA

cropped-pd_bandiereDomenica 25 maggio si vota per il rinnovo del Parlamento europeo.
Insieme alla capolista Alessia Mosca nella circoscrizione Nord Ovest i candidati lombardi sono Patrizia Toia, Antonio Panzeri, Sergio Aureli, Luigi Morgano, Paolo Sinigaglia e Francesca Zaltieri.

A Buccinasco trovi i Banchetti e Gazebo PD:

– SABATO ORE 10 P.ZZA SAN BIAGIO

– DOMENICA PARCO SPINA AZZURRA DALLE 16 

 

Come si vota

Scheda grigia: si vota domenica 25 maggio dalle 7 alle 23.00.
Fai una croce sul simbolo del PD. Si possono esprimere TRE PREFERENZE (non più di due per lo stesso genere)

Per saperne di più:
I candidati della circoscrizione Nord Ovest
Le schede dei candidati lombardi
I materiali per la campagna elettorale
Lo speciale del Ministero dell’Interno

PD_flyer_A5_fronte

 

VOGLIAMO CAMBIARE L’EUROPA

Oggi cambiare l’Europa è possibile: i partiti aderenti al Partito Socialista Europeo, e tra questi il PD,  hanno la possibilità vincendo le elezioni , di governare il processo di rinnovamento europeo.

La destra conservatrice europea, a cui aderisce Forza Italia che sbraita contro l’Europa, ha condotto in questi 5 anni, una politica di sacrifici e di rigore finanziario che ha condotto al disastro economico che viviamo.

Non sono i “tedeschi “ che vanno sconfitti, ma i partiti neoliberisti d’Europa e la loro politica. Non è l’uscita dall’euro che salverà l’Italia, ma il rilancio dell’economia, la difesa del lavoro, il sostegno ai giovani.

Questo è possibile solo votando in Italia il PD, e in Europa gli altri partiti della sinistra che sostengono l’unione delle nazioni europee, ma con una forte svolta economica.

LE PROPOSTE DEL PD IN SINTESI:

• Aumentare gli investimenti per favorire l’inserimento lavorativo dei giovani

•Avviare una politica creditizia di sostegno al processo di reindustrializzazione dell’Europa

•Sostenere  con investimenti l’innovazione delle imprese e la formazione dei lavoratori

• Prevedere per tutti i paesi l’introduzione del salario minimo garantito

•Aumentare gli stanziamenti per investimenti pubblici nelle infrastrutture a difesa dell’ambiente

•Garantire una politica degli accessi e della immigrazione che sia veramente europea e non ricada come ora  solo sui paesi di confine come l’Italia

•Dare alla Banca europea l’autonomia e gli spazi per una politica monetaria espansiva e di sostegno ai paesi più deboli

•Sostenere in campo agricolo e alimentare le tante realtà regionali che offrono qualità e tradizione di cui l’Italia è campione

•Dare finalmente ai cittadini europei la piena consapevolezza di appartenere ad una unica entità sociale e politica e non a una pura struttura burocratico verticistica come purtroppo è stato in questi anni

Le vicende della vicina Ucraina dimostrano come sia ancora fragile la pace in Europa e come sia ancora latitante una vera politica europea che sappia sganciarsi dalla tutela americana, per garantire la pace e la sicurezza dei suoi cittadini in un progetto di avvicinamentodelle nazioni e dei popoli europei. Solo l’Europa unita e democratica potrà garantire ai suoi cittadini una speranza in un mondo sempre più travagliato da conflitti etnici e religiosi nel quale la competizione economica e il potere delle grandi multinazionali rischiano  di trascinare il mondo in una spirale di povertà.

Annunci

Pubblicato il 14 maggio 2014, in POLITICA NAZIONALE con tag , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 10 commenti.

  1. Perchè ripetere la “favola” degli 80 euro in busta paga senza ricordare che saranno solo per alcuni lavoratori dipendenti, ma non per pensionati, partite IVA, artigiani, piccoli imprenditori, incapienti. agenti di commercio e molti altri …
    E che ci sono molti dubbi sulla copertura, col rischio che si debba restituire a Luglio quando preso a Maggio…
    E che il decreto potrebbe anche non essere trasformato in legge, e decadere…
    E che per dare 80 euro ad alcuni sono aumentate le tasse per molti altri (carburanti, conti corrrenti, fondi pensione, canone RAI, ritardi nei rimborsi IRPEF, eccetera)
    E che il decreto potrebbe essere persino incostituzionale, visto che non applica il criterio della tassazione progresiva?

    Non è che il PD a forza di frequentare Berlusconi, grande “statista” ed “amico” (di Renzi) ha imparato che a forza di ripetere ossessivamente un concetto, occupando le TV a tutte le ore, allora i cittadini credono a qualsiasi promessa?

    Idem per la cosiddetta (da Renzi) riforma delle Province e del Senato: non c’e nessuna intenzione di abrogarle, ma solo di impedire agli elettori di poter votare i propri rappresentanti.
    Taglio dei costi: praticamente ZERO, taglio della rappresentatività: TUTTO.
    Casta VINCE, popolo PERDE!

    Non mi aspettavo di vedere anche il PD di Buccinasco, dove ci sono molte persone serie, trasformato nel portavoce delle “favole” di Renzi!

    Quale sarà il prossimo passo: dare un premio alla società che paghiamo per occuparsi del verde per l’ottimo lavoro svolto?

    Per favore, con l’affetto che posso provare verso amici che sbagliano,,,Sveglia!
    Franco

  2. P.S. 1: In ogni caso: che c’entrano le promesse di Renzi col programma per le elezioni Europee?
    I Parlamentari PD vorrebbero andare al Parlamento Europeo per applicare la ricetta di Renzi, ed aumentare le tasse a tutti per dare 80 euro ad alcuni elettori, togliere il voto ai cittadini per trasformare e Province e Senato in organismi di nominati, eccetera?

    P.S. 2: Che c’entra la foto di Renzi? Non è candidato, ed anche se lo fosse sarebbe ineleggibile.
    Lo usate come candidato civetta, o è solo un trucco per far cadere sulle sue spalle il pessimo risultato che vi attendete?
    Franco

  3. Caro Franco, quello che hai letto qui è un post sul blog del sito PD di Buccinasco che fornisce 3 informazioni:
    a) sabato e domenica ci saranno banchetti e gazebo Pd nel ns Comune (spero di incontrarti)
    b) comunica le modalità per votare il 25/5 e offre le schede dei candidati PD lombardi (mettendo nel colonnino a dx schede e video correlati)
    c) sottolinea il messaggio che “Vogliamo cambiare l’Europa” (dopo il tentativo concreto in atto di cambiare l’Italia in atto dal Governo e dal suo Premier). Il titolo del post infatti è “VOGLIAMO CAMBIARE L’EUROPA”.

    Non ti piace questo governo? Non ti piace come agisce Matteo Renzi?
    Non ti piacciono i candidati al Parlamento Europeo PD e le loro proposte?
    Legittimo.
    Non ti piace il PD e vorresti vedere altri rappresentanti in Parlamento e nel tuo Comune?
    Legittimo.
    Settimana scorsa, al parco Spina Azzurra sotto il porticato della Fagnana, sono venuti a trovarci Patrizia Toia e Paolo Sinigalia.
    Domani e domenica faremo i gazebo. Ogni martedì sera in Robbiolo si riunisce il circolo PD.
    Farò il rappresentante di lista in Mascherpa, come sempre.
    Vorrei confrontarmi con te, mi piacerebbe.
    Non ti farò cambiare idea, ma cercherò di esporre la mia posizione in amicizia come sempre.

    In campagna elettorale si utilizzano le risorse che si hanno.
    Renzi sicuramente è una risorsa del Pd.
    I candidati civetta sono altri… ad esempio i candidati 5stelle alle europee che non si sa nemmeno chi siano…
    Un caro saluto
    Stefano

  4. Ciao Stefano
    Patrizia Toia.

    Il segno del rinnovamento del PD.
    Era già consigliere Regionale 20 anni fa…
    Per Lei non vale il limite dei numero di mandati consecutivi che il PD aveva previsto per tutti gli eletti?

    Ne ha gia fatti due al Parlamento Europeo (eletta nel 2004 e nel 2009), e due al Senato (eketta nel 1996 e nel 2001)

    Tra l’altro sarà tra le persone che non potranno lamentarsi dell’astensionismo alle prossime elezioni europee, visto che Lei stessa aveva invitato a non andare a votare ai referendum abrogativi del 2005, allo scopo far fallire il referendum per mancanza di quorum, come poi avvenuto, rendendo inutile il voto dei milioni di persone che invece in quell’occasione a votare erano andati!.

    Franco

    Fonti:
    http://www.patriziatoia.eu/home/index.php?option=com_content&view=article&id=37&Itemid=257
    http://it.wikipedia.org/wiki/Patrizia_Toia

  5. A buccinasco come negli altri comuni d’Italia abbiamo la ritenuta irpef comunale dell’anno in corso ed anche l’acconto dell’anno successivo.Nonostante la raccolta differenziata(quindi guadagni per chei gestisce i rifiuti) paghiamo una tassa sulla spazzatura vergognosa ed adesso arriva anche la TARES.Poi dicono che il PD diminuisce le tasse….ma finitela siete tutti uguali destra,sinistra,centro ……..praticamente uno schifo

  6. Tassa rifiuti di Buccinasco ? – 11% in media rispetto a quella provinciale. – 13% in media rispetto alla Tarsu dell’anno scorso. Tassa rifiuti e addizionale irpef non c’azzeccano NULLA tra loro. La tassa rifiuti deve coprire per legge il 100% della spesa per i rifiuti, raccolta e smaltimento. L’addizionale irpef serve per pagare gli stipendi e tenere aperte le scuole ecc.

    Antonio ma di che parli ?

  7. “Lo usate come candidato civetta, o è solo un trucco per far cadere sulle sue spalle il pessimo risultato che vi attendete?”
    Gatti, scusa, una piccola autocritica per la previsione?
    Ho letto la tua analisi del voto, prima di tutto spero di aver capito le tue considerazioni, disponibile a ripensare il tutto.
    Mi pare che si sia scatenata l’abitudine da parte di alcune formazioni, quelle che perdono, nell’accusare quelle che vincono di non aver risolto il problema dell’astensionismo ( tra l’altro problema che in Itala è molto inferiore alla media europea), ma l’astensionismo è un problema equamente diviso tra tutti, visto che evidentemente nessuno ha avuto “fascino” sufficiente. Nel caso di queste elezioni il caso emblematico è M5S che avrebbe dovuto smuovere l’astensionismo e invece ha perso una valanga di voti.
    Altra cosa che forse da alcuni un po’ tignosi, anche di Buccinasco, è stata poco notata, in un periodo di “muoia la partitocrazia con tutti Filistei”, ha vinto un partito. A Buccinasco anche più che altrove, quindi? Nessuna considerazione su questo?
    Se ho ben capito tu ritieni che, passami il termine, ci sia stata una “congiura” mediatica a favore dei 3 grandi partiti, ma poi ha vinto uno solo, e credo tu possa essere d’accordo sul fatto che nelle politiche Bersani non è stato meno “esposto” di Renzi. Tra l’altro fino al 16/5 sembravi convinto che questa sbornia mediatica non sarebbe servita a niente. Ancora una cosa, ci sono partiti che hanno superato il quorum di un pelo e altri che sono rimasti lontanissimi, comunque tutti ad una distanza siderale da chi ha vinto. Anche se avessero fatto vedere la Giannini, per dirne una, giorno e notte, forse la situazione non sarebbe cambiata. Del resto mi chiedo quando i rappresentanti della “sinistra radicale” si porranno il problema di essere un partito del e per il popolo che non va oltre il 4%, popolo bue!
    Magari pensare che potrebbe anche essere che il tratto di Renzi, che fa politica con seria leggerezza e che, hai ragione, si assume dei rischi enormi, per fare però qualcosa che evidentemente agli italiani da fiducia e in cui sperano, sia quello che serviva. Sai quando ho capito che il PD avrebbe potuto vincere? Quando ho letto della folla oceanica, così l’ha definita il Corriere, presente al concerto di Einaudi al Sempione, per Piano City, quelli sono italiani che sperano, ancora.
    Che poi ci sia ancora da remare tanto è poco ma sicuro, in tutte le mie esperienze in azienda ho imparato che la cosa peggiore è quando si passa il tempo a decidere quale voga usare o si pensa che la barca prima o poi si muoverà da sola.
    Scusami la lunghezza, ma c’è un’altra cosa che sinceramente mi sembra sorprendente, perfino la De Girolamo a RAI 3 dopo il collegamento con la sede del PD ha detto: ” tutti stiamo parlando di Renzi, ma le immagini ci hanno mostrato un gruppo di giovani ( infiltrato Zanda) che hanno responsabilità, non basta il leader, o il centro destra capisce questa cosa o non c’è gara”. Mia moglie io già da tempo ci chiedevamo, ma perché lo capiscono quelli di destra e non lo capiscono i nostri amici di ” sinistra ” ?
    Mi scuso ancora per la lunghezza, spero di aver ragionato senza fette di salame sugli occhi, sempre interessato a confrontarmi con persone serie e attendibili.
    Saluti.

    Paolo Caimi

  8. Buogiorno Paolo Caimi
    Nessun problema a dire che ho sbagliato le previsioni!
    Avevo persino pronosticato un PD sotto al 20%,,con una percentuale di astensione vicina al 50%! Ho competamente sbagliato!

    il PD di Renzi (sottolineerei DI RENZI perchè mi sembra qualche cosa di diverso dal PD che ho contribuito a fondare) ha preso più voti di quanti ne avesse presi alle politiche 2013.
    Agli elettori è piaciuto di più Renzi che Bersani.
    Non lo capisco, mi dispiace, ma così è.

    Ho fatto autocritica sul mio blog, non sono venuto qui “in casa d’altri” a tediare, ma visto che mi inviti a farlo, e se sono gradito agli amministratori del blog, provo a proporre alcune riflessioni.
    Non ho la verità in tasca, sono un dilettante che prova a fare dei ragionamenti. Mi riservo di ascoltare e cambiare idea…

    Non intendo correre sul carro del vincitore come ho visto che altri hanno fatto (anche politici locali). Renzi ha fatto troppe promesse e per ora (secondo me) non ne ha mantenute.
    Semplicemente non mi fido delle sue promesse, come prima non mi fidavo di quelle di Berlusconi.
    Forse sono scottato dalle promesse di onestà e competenza che mi ero “bevute” ai tempi della Democrazia Cristiana; troppe “bravi candidati, tutti casa e chiesa”… pescati a rubare!. Spesso persone che avevo votato, e per le quali avevo suggerito di votare! Avevo 18 anni, mi ero lasciato affascinare da qualche amico più grande. Spero di essermi vaccinato e di non ricaderci!

    In questi ultimi mesi di lontananza dall’impegno politico ho scoperto che posso vivere senza essere iscritto o sostenitore di un partito. In questo momento non faccio quindi politica “partitica”, ed alle ultime europee sono tra coloro che hanno scelto per chi votare nelle ultime settimane prima del voto.

    Condivido alcune tue obiezioni sulla sinistra, anzi sono ancora più critico di te verso leaders che hanno dilapidato in pochi anni una percentuale vicina al 10% dei voti! Come hanno fatto! Perchè hanno cambiato nome ed alleati ad ogni turno elettorale? Penso che peggio di me si sentano i militanti che ci hanno creduto e ci credono, che si impegnano gratuitamente e quotidianamente. Spero in un Nuovo Centro Sinistra, ma non so come potrebbe nascere e crescere.

    Penso che il Movimento 5 Stelle abbia portato ai seggi anche elettori che altrimenti si sarebbero astenuti. Da questo punto di vista lo considero un lavoro meritorio e non un fallimento: meglio milioni di elettori che votano Grillo piuttosto che milioni di elettori che non votano dicendo “tanto sono tutti uguali”. Mi sembra interessante che il movimento 5 Stelle tenti di fare un lavoro di formazione e di volontariato dal basso, proponendo persone nelle amministrazioni locali per una selezione verso ruoli più importanti.

    A mio parere è meglio che chi si oppone allo status quo sia rappresentato negli organi elettivi, senza invece puntare ad “extraparlamentarizzare” le critiche, come avverrebbe con le riforme elettorali e costituzionali in discussione in Parlamento, entrambe sostenute da Renzi. Uno dei motivi per i quali non lo sostengo!

    Mi scuso anch’io per la lunghezza,
    Spero di aver dato alcuni spunti, e sono sempre interessato a confrontarmi con persone serie e attendibili.(citazione…!)

    Buona giornata
    Franco Gatti

  9. Gatti,ciao, ovviamente il riferimento ai risultati era solo una piccola provocazione. Neanche i più ottimisti potevano prevedere, ho letto l’articolo che hai inserito sul tuo blog a proposito dei sondaggi, non stento a credere, l’ho visto fare anche in azienda.
    Per il resto, adesso il lavoro incombe, vediamo se stasera posso mettere insieme qualche idea.
    Per quanto riguarda le riforme istituzionali, ti segnalo un vecchio intervento di Pietro Ingrao ripubblicato sul Corriere di qualche giorno fa, diciamo che dà da pensare.
    Saluti.
    Paolo Caimi

  1. Pingback: CARTA E PENNA: SCAMBIO DI OPINIONI SULLE ELEZIONI DEL 25 MAGGIO | PD Buccinasco

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: