Renzi: “Disoccupazione allucinante, primo atto il Jobs Act”

“La disoccupazione è al 12,9%. Cifra allucinante, la più alta da 35 anni. Ecco perché il primo provvedimento sarà il jobs act”

20140228-214337.jpg
“La disoccupazione è al 12,9%. Cifra allucinante, la più alta da 35 anni. Ecco perché il primo provvedimento sarà il jobs act”. Così il premier Matteo Renzi su Twitter commenta i dati emersi dalle rilevazioni dell’Istat.

Secondo l’Istituto nazionale di statistica, nella media del 2013, il tasso di disoccupazione raggiunge il 12,2% in confronto al 10,7% di un anno prima. L’incremento interessa entrambe le componenti di genere e tutto il territorio, in particolare il Mezzogiorno dove arriva al 19,7%.

Il tasso di disoccupazione aumenta anche per la componente straniera, passando dal 14,1% del 2012 al 17,3% del 2013. L’indicatore sale dal 12,7% al 16,6% per gli uomini e dal 15,7% al 18,2% per le donne. Il tasso di disoccupazione giovanile 15-24 anni cresce di 4,7 punti percentuali, arrivando al 40,0%, con un picco del 53,7% per le giovani donne del Mezzogiorno.

A gennaio 2014 sono occupati 937 mila giovani tra i 15 e i 24 anni, in calo dello 0,7% rispetto al mese precedente (-7 mila) e del 9,4% su base annua (-97 mila). Il tasso di occupazione giovanile, pari al 15,6%, diminuisce di 0,1 punti percentuali rispetto al mese precedente e di 1,5 punti nei dodici mesi.

Il numero di giovani inattivi è pari a 4 milioni 372 mila, in diminuzione dello 0,3% nel confronto congiunturale (-14 mila) e in aumento dello 0,5% su base annua (+20 mila). Il tasso di inattivitá dei giovani tra 15 e 24 anni, pari al 72,9%, cala di 0,2 punti percentuali nell’ultimo mese mentre cresce di 0,7 punti nei dodici mesi.

Annunci

Pubblicato il 28 febbraio 2014, in POLITICA NAZIONALE con tag . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 1 Commento.

  1. Questi sono dati da paura e non so cosa abbia in serbo di fare il presidente del Consiglio però è evidente che qualunque debba essere inserita in un contesto di”sistema ” ovvero in un ampio pacchetto di provvedimenti che, a 360 gradi, coinvolgano altri temi: favorire un aumento dei consumi (che senso ha aumentare il prezzo dei carburanti da domani, x esempio, quando già il loro consumo è diminuito per l’alto prezzo e quindi anche il gettito fiscale?) ; proteggere la classe media che è quella che garantisce i consumi (mica possono garantirli i pochi ricchissimi che preferiscono gli
    investimenti finanziari) ; connettere l’uscita dagli studi scolastici con il mondo lavorativo senza inutili pause; garantire contrattazioni e contratti personalizzati negli enti pubblici; annullare l’evasione fiscale. Buona notte.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: