ORFINI: “GIUSTO DIALOGARE CON SILVIO, FINO A IERI CI STAVAMO AL GOVERNO”

matteo-orfini1La Repubblica, 16 gennaio 2014 – Intervista a Matteo Orfini

Attento Renzi, non si può incontrare Berlusconi nella sede del Pd: Alfredo D`Attorre, area Cuperlo, mette in guardia il segretario sul rischio di “baciare il rospo”. Ma il leader dei Giovani turchi, Matteo Orfini, dissente.
Giusto incontrare Berlusconi? 
«Certo, se riconosciamo che la legge elettorale è una priorità del paese, è ragionevole che il nostro segretario dialoghi a 360 gradi con tutte le forze politiche. A partire da quelle di maggioranza, ma cercando un rapporto anche con le opposizioni».
Eppure Renzi venne messo in croce quando andò ad Arcore… 
«Una situazione del tutto differente. Noi del Pd protestammo molto quando il Porcellum fu approvato a maggioranza dal centro destra e ora bisogna essere coerenti».
Proprio lei, uno dei leader della sinistra del Pd, spezza una lancia a favore del dialogo con il Cavaliere? 
«Quando in direzione votammo le larghe intese io mi espressi per il no, ma poi con Berlusconi ci abbiamo fatto un governo insieme, che si è interrotto solo al momento della decadenza e solo perché Forza Italia è uscita dalla maggioranza. Mi sembra un po` più che un semplice colloquio».
Tuttavia Berlusconi non era stato ancora condannato… 
«Sono contrario ad alimentare questa deriva grillina tra di noi. Finché Berlusconi, ci piaccia o no, rappresenta un pezzo importante del parlamento, bisogna parlarci».
E la questione “estetica” di un condannato che varca il portone del Pd? 
«Proprio perché è stato condannato abbiamo votato la sua decadenza da senatore e sancito la sua ineleggibilità. Mala funzione politica- io dico purtroppo ancora gliela riconoscono milioni di elettori e i parlamentari del suo partito. Incontrarlo non significa comunque far decidere la nostra posizione da Berlusconi. Siamo noi che dobbiamo stabilire quale legge elettorale sia più utile per il paese».
Oggi c`è la direzione del Pd, cosa proporrà? 
«Trai sistemi offerti alla discussione da Renzi a mio avviso possiamo valutare il doppio turno e un sistema spagnolo corretto, diverso però da quello enunciato dal segretario. Io sarei per il modello ispano-tedesco, che mitiga i difetti dello spagnolo, come quello immaginato da Salvatore Vassallo».
Nel menù di Renzi il sistema peggiore qual è? 
«Per me è il Mattarellum, perché obbliga a mettere in piedi coalizioni per vincere ma che poi non riescono a governare. Senza contare che il Mattarellum ti impedisce di presentare il simbolo del Pd costringendoti a inventarti delle ammucchiate tipo l`Unione. Ma, intrecciata alla legge elettorale, c`è un`altra questione che la direzione dovrà chiarire».
Quale? 
«Quella del rapporto fra il partito e il governo. Figuriamoci se non condivido la necessità che il governo faccia un salto di qualità, molte cose non funzionano, ma il Pd deve dimostrare di saper aiutare il governo, non solo metterlo in difficoltà. Il paese ne ha bisogno: non possiamo continuare con questa ambiguità giocando due parti in commedia».
Annunci

Pubblicato il 16 gennaio 2014, in POLITICA NAZIONALE con tag , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: