IL BILANCIO DEL CIRCOLO DEL PD DI BUCCINASCO

Teresa Memo

La politica ha dei costi alti, troppo alti. Il governo fin dal suo insediamento ad aprile si è impegnato ad operare scelte che andranno nella direzione di una riduzione dei costi della politica. Il 13 dicembre ha varato un decreto che con un percorso di 3 anni porterà all’abolizione del finanziamento pubblico ai Partiti. Ma ogni cittadino ha anche il diritto di poter verificare quanto, come e dove vengono spesi i soldi di tutti, a qualunque livello, dal livello nazionale a quello locale.. Per questa ragione gli  Amministratori comunali di Buccinasco hanno scelto di rendere pubblici i propri redditi. E noi del PD, nell’intento di perseguire gli stessi criteri di trasparenza, abbiamo deciso di pubblicare il bilancio del Circolo di Buccinasco, con la speranza che ognuno possa leggere non solo le cifre ma anche le nostre modalità di lavoro: come essere presenti sul territorio,  con quali strumenti.

Perché in questo momento e non fra un mese, allo scadere dell’anno solare, come abbiamo sempre fatto? Semplicemente perché questo è per noi un momento di bilancio, consuntivo e preventivo. Il congresso di un Partito è anche questo, non solo il momento delle votazioni Primarie per l’elezione del Segretario.

Per chi ha la pazienza di leggere la tabella che pubblichiamo (leggi), pensiamo sia utile aggiungere qualche spiegazione e/o commento.

Il tesseramento  67 sono le persone iscritte per l’anno in corso. Come è possibile vedere, una delle due voci in attivo è proprio quella del tesseramento, infatti ogni tessera viene pagata alla struttura provinciale in misura di 30 €, e 15 per i giovani fino a 29 anni.  Quindi i 1040 euro che sono rimasti sono soldi dei nostri iscritti e di nessun altro.

Funzionamento del Circolo A parte un piccolo importo di spese bancarie, in questa voce c’è quello che spendiamo per la sede in cui ci incontriamo. Molti ricorderanno che il PD alla sua nascita (2007) e per circa 3 anni ha utilizzato la ex sede dei Democratici di Sinistra in via Don Minzoni. È stato con molto rammarico e con più che legittimi dubbi che abbiamo deciso di lasciare quella sede, che era stata pagata anni prima dagli iscritti del Partito Comunista di Buccinasco. Negli anni, con i cambiamenti avvenuti, questo patrimonio (come molti altri nel milanese) è andato ad una Fondazione che ha il compito di sostenere, attraverso attività di formazione politica, la vita dell’attuale Partito Democratico.

Il nostro Circolo ha deciso di uscire da quella sede perché le spese da sostenere erano troppe per le nostre possibilità, in particolare le spese condominiali (si trattava di un negozio) erano troppo alte per noi.

Dal 2010 abbiamo sottoscritto con l’Amministrazione Comunale una convenzione che ci consente di utilizzare una stanza della Cascina Robbiolo per 2 volte alla settimana.

Iniziative politiche Ogni iniziative, anche la semplice assemblea degli iscritti,  porta con sé, di norma, spese per il materiale di propaganda (stampato o ciclostilato, diffuso) e la necessità di una sede. Questa è la voce spese che abbiamo sostenuto quest’anno. Tenendo presente che la nostra comunicazione utilizza quotidianamente il web. Il nostro sito è la nostra vetrina, la nostra bacheca, come è giusto che sia.

All’interno di questa voce si trovano anche gli importi (in entrata e in uscita) che riguardano le Primarie di domenica 8 dicembre 2013.  Quella giornata ha avuto dei costi a livello locale, e non solo, che sono stati coperti da ogni donna e da ogni uomo che ha partecipato, collaborando così non solo alla scelta del Segretario nazionale ma anche alle prossime iniziative politiche che il nostro Circolo riterrà utile organizzare. Quindi il nostro GRAZIE ai 1184 cittadini di Buccinasco che sono venuti.

Sottoscrizioni In questa voce troviamo i versamenti dei nostri amministratori, non dei Consiglieri Comunali, che percepiscono 16 euro netti a seduta (di Consiglio o di Commissione) con cui devono pagarsi tutte le spese, compreso il premio dell’apposita assicurazione per gli amministratori locali (mediamente 170 euro all’anno). Nel passato tale copertura era a carico del bilancio Comunale. Versano invece parte del proprio percepito il Sindaco, l’unico Assessore designato dal nostro Partito e un Consigliere che fa parte del CdA della struttura per anziani Pontirolo.

Chiusura operazioni 2012 Semplicemente sono stati chiusi i conti relativi alle Primarie del dicembre 2012 e ci sono state rimborsate dai Circoli dei comuni limitrofi parte delle spese sostenute per un’iniziativa politica comune.

Per concludere un commento. Il nostro Circolo vive, è attivo, grazie alla generosità (di denaro e di tempo), alla volontà  e all’intelligenza di un gruppo non numeroso (iscritti e militanti)  unito dalla convinzione che senza la politica organizzata non ci può essere democrazia e futuro per la collettività. È questo pensiero, pur con tutte le differenze e le difficoltà che viviamo ogni giorno, che ci fa sentire appartenenti a un unico gruppo, a un unico Partito che ha l’ambizione di voler essere portatore di uguaglianza, giustizia, legalità.

Annunci

Pubblicato il 17 dicembre 2013 su POLITICA LOCALE. Aggiungi ai preferiti il collegamento . 2 commenti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: