PD: non consentiremo a Grillo di incendiare il Paese

20131211-005724.jpg“Grillo distilla quotidiano veleno contro le istituzioni adottando toni e contenuti apertamente eversivi”. Lo ha dichiarato Alessia Moroni, nuova responsabile della giustizia, membro della segreteria del PD.

“E’ stato abbondantemente superato ogni limite accettabile: se già erano gravi gli attacchi al Capo dello Stato, le liste di proscrizione di stampo fascista contro giornalisti e parlamentari, ora si arriva addirittura a fomentare rivolte di piazza incitando le forze dell’ordine a venire meno alle loro funzioni.

E’ un gioco pericolosissimo – ha detto Moroni – che può avere conseguenze tragiche. Abbiamo ancora negli occhi quanto avvenuto pochi mesi fa quando uno squilibrato ferì due carabinieri di cui uno in maniera grave. Se Grillo ritiene che questa sia la strada per avere più consenso sappia di aver imboccato la strada sbagliata. Chi gioca col fuoco rischia di bruciarsi. Certo non gli consentiremo di incendiare il Paese”.

“E’ inutile che Bebbe Grillo continui a scagliarsi contro le fondamenta della nostra democrazia costituzionale”, ha ribadito il presidente dei senatori del PD Luigi Zanda.

“La Polizia di Stato, l’Arma dei Carabinieri, la Guardia di Finanza, tutte le Forze armate italiane hanno garantito settant’anni di vita democratica e continueranno a farlo con convinzione, lealtà e professionalità, senza farsi imbambolare dagli inviti sovversivi di chi non perde occasione per cercare di indebolire la nostra convivenza civile e pacifica”.

Il leader di un movimento politico presente in Parlamento con un cospicuo numero di rappresentanti non dovrebbe ogni giorno cercare di aizzare parti della società contro altre. Dovrebbe piuttosto prospettare soluzioni concrete ai problemi dei cittadini”, ha concluso Zanda.

Danilo Leva, componente della Commissione Giustizia, ha definito quelle di Grillo “parole vigliacche e criminali
Se pensa di coprire il vuoto di idee e di valori del suo partito cercando facile consenso, ha scelto la soluzione più lesiva per l’intero Paese.

Di cattivi maestri ne abbiamo già avuti, con le tragiche conseguenze del caso. Giocare al tanto peggio tanto meglio è una scelta vigliacca e criminale, fatta esclusivamente sulla pelle delle persone. Si tratta di parole che richiedono una condanna netta e decisa da parte di tutte le forze politiche”.

“Grillo vuole scardinare i fondamenti della democrazia – ha dichiarato Emanuele Fiano responsabile Sicurezza del PD – mentre da Torino, da Savona e da molte altre città si contano i feriti tra le forze dell’ordine e decine e decine di segnalazioni di minacce ricevute da negozianti per obbligarli alla serrata, non si può rimanere indifferenti a queste parole del leader dei Cinque Stelle, che sembrano provocazioni ma che possono diventare un pericolo reale”.

Annunci

Pubblicato il 11 dicembre 2013 su Uncategorized. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: