BUCCINASCO, NUOVI GUAI SUL PGT: AL SINDACO E AL SUO VICE AVVISO DI PROSECUZIONE INDAGINI

Francesca Santolini, Il Giorno, 12 novembre 2013

Due avvisi di prosecuzione delle indagini preliminari, uno diretto al sindaco Giambattista Maiorano, l’altro al vice sindaco, Rino Pruiti. La magistratura torna — se mai si fosse fermata — a occuparsi di Buccinasco, il Comune alle porte di Milano che solo un anno fa è stato commissariato dopo l’arresto dell’allora sindaco Loris Cereda e di alcuni amministratori e imprenditori coinvolti in un maxi giro di tangenti nella concessione di alcuni appalti. Dopo un anno di reggenza del commissario straordinario, nel 2012 le elezioni amministrative hanno portato a un cambio della guardia: l’amministrazione pidiellina ha lasciato il posto a una coalizione di centrosinistra.

Nuovo colore ma vecchi problemi. Infatti, dopo la visita della Guardia di finanza due mesi fa al quinto piano del Comune — dove ha sede l’Ufficio tecnico dell’ente — e il sequestro di un computer in uso a un dipendente comunale, ieri pomeriggio sono stati recapitati ai vertici dell’amministrazione gli avvisi di proroga delle indagini preliminari con invito a nominare un avvocato di fiducia. Il provvedimento, che si notifica alle parti indagate od offese — secondo alcune indiscrezioni — sarebbe figlio di un’indagine aperta nel 2012, prima ancora dello stralcio che avrebbe interessato il dipendente comunale. Oltre alla prosecuzione delle indagini è stata notificata anche la facoltà di presentare memorie entro cinque giorni dalla notifica dell’atto. A oggi, non ci sono ancora certezze su quello che è il capo di imputazione contestato nel documento ai due, ma pare che l’inchiesta fosse incentrata sul Pgt che è stato adottato nei primi mesi del 2013 e approvato nel mese di luglio. I reati ipotizzabili potrebbero essere quello di corruzione o turbativa. «Nessun avviso di garanzia ci è stato notificato — spiegano il sindaco Giambattista Maiorano e il vice sindaco Rino Pruiti —. Tramite un avvocato nominato dalla Procura ci è stato semplicemente comunicato il proseguimento delle indagini che circa due mesi fa hanno portato la Guardia di finanza a sequestrare il computer di un dipendente comunale. Abbiamo accolto la notizia con la massima serenità, fiduciosi nel lavoro di indagine della magistratura. Non possiamo rilasciare ulteriori informazioni perché qualsiasi dichiarazione potrebbe danneggiare le indagini in corso».

Annunci

Pubblicato il 12 novembre 2013 su POLITICA LOCALE. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: