UNA RIFLESSIONE TECNICO-GIURIDICA RAZIONALE: ABOLIRE LA BOSSI-FINI?

di David Arboit

I fatti di Lampedusa hanno aperto una discussione sul tema dalla immigrazione clandestina sicuramente utile per il nostro paese. Le modalità con cui è stato portato avanti il tema denunciano però ancora una volta le dinamiche perverse del circo mediatico italiano. Se da un lato ci sono ragioni per parlare di “teatrino della politica”, che anche sulla questione immigrazione ha esibito i suoi abituali spettacoli, diventa sempre più evidente che esiste un “circo dei mass media” dove la spettacolarità delle esibizioni e certamente non meno notevole di quelle del teatrino della politica.

Di questo si occupano due giuristi che hanno esaminando il tema della immigrazione clandestina in modo analitico e professionale hanno scoperto il coacervo di ignoranze e superficialità che hanno caratterizzato la discussione della opinione pubblica. Da quanto osservato in questo caso specifico sorge una domanda: è ancora possibile che nel luogo definito “opinione pubblica”, visti gli elementi che e le dinamiche che lo costituiscono oggettivamente, possa ancora essere realizzata una comunicazione effettivamente razionale e realmente informata? Siamo alle soglie della definitiva scomparsa della possibilità di una opinione pubblica come luogo di un dibattito razionale?

Da Diritto Penale Contemporaneo n° 2 2013

di Luca Masera (professore di Diritto penale all’università di Brescia) e Francesco Viganò (Professore di Diritto Penale all’università di Milano)

Abolire la Bossi-Fini (leggi)

Annunci

Pubblicato il 16 ottobre 2013 su POLITICA NAZIONALE. Aggiungi ai preferiti il collegamento . 1 Commento.

  1. Mi auguro che in tanti si prendano la briga di leggere il documento segnalato (VEDI) che, nonostante qualche tecnicismo (non per nulla è pubblicato su una rivista specializzata in diritto), risulta comunque comprensibile nel suo insieme. Mi sembra utile riportare almeno il paragrafo conclusivo:

    Di tutto ciò dovrebbero discutere le forze politiche, assai più che del ‘reato di clandestinità’ – che proprio nessuna influenza spiega su fenomeni di proporzioni bibliche come quelli cui assistiamo in questi giorni, e che andrebbe semmai eliminato per una folla di ragioni assai fondate, ma dallo scarso appeal comunicativo.
    Ma il guaio è che i problemi reali sono troppo difficili per essere affrontati con poche battute a effetto, come quelle che occorrono per ‘passare’ nei notiziari televisivi, o per indurre migliaia di lettori a firmare improvvisati appelli. Molto meglio, se si vuole guadagnare voti, aggrapparsi a qualche facile slogan a effetto, come appunto “aboliamo la Bossi-Fini”.
    Poco importa, poi, se non sia neppure chiaro quale legge si intenda abolire.

    Ci aggiungiamo anche la battaglia per lo ius soli?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: