CONGRESSO PD: LA DIREZIONE APPROVA LE REGOLE. PRIMARIE L’8 DICEMBRE

PD_BUCCINASCO_Congresso_b(AGI) – Roma, 27 settembre 2013, 15:15

La direzione del Pd ha approvato le regole per il congresso del partito. Il testo ha ottenuto la quasi unanimità, con un solo astenuto. Resta confermato l’8 dicembre per primarie del Pd. Entro il 6 novembre si terranno i congressi provinciali e di circolo, poi si partirà con la fase nazionale. La convenzione nazionale si terrà il 24 novembre, mentre dal 25 presenteranno le liste. Prevista una sola lista per ciascun candidato.

L’unico astenuto durante la votazione, a differenza di quanto appreso in un primo momento, non è Nico Stumpo. Si tratterebbe, a quanto riferito da diversi presenti, di Graziano Milia, presidente della Provincia di Cagliari.

La direzione del Pd si è conclusa subito dopo il voto sulle regole congressuali. La riunione era stata aperta dalla relazione del segretario Guglielmo Epifani che poi aveva dato la parola a Stefano Bonaccini per illustrare l’accordo sulle regole. Subito dopo il voto e la fine della direzione, che però Epifani ha annunciato essere convocata ad oltranza vista la difficile situazione politica, Stumpo ha smentito di essersi astenuto sulle regole del congresso del Pd, approvate questa mattina dalla direzione del partito. «Io ho votato a favore, ho lavorato due giorni per fare sì che le regole si potessero approvare all’unanimità», ha spiegato il deputato del Pd. «Se il clima è tale che qualcuno si prodiga a far sapere notizie false, siamo in presenza di cialtroni che non meritano attenzione», ha tenuto ad aggiungere.

«La direzione è convocata permanentemente, è chiaro che dovesse esserci la precipitazione delle cose la direzione valuterà il da farsi». Così il responsabile organizzazione del partito Davide Zoggia a margine della direzione democratica spiega i prossimi passaggi che prevedono l’avvio del congresso, le primarie l’8 dicembre ma che potrebbero risentire di una eventuale precipitazione della situazione politica. «La direzione è l’organo che può decidere se modificare il percorso, se ci fosse un precipitare della situazione la direzione valuterà per il meglio» ha spiegato Davide Zoggia, rispondendo alla domanda dei giornalisti che gli chiedevano se, alla luce delle dimissioni dei parlamentari Pdl e dei rischi che esse comportano per la tenuta del governo, ci sia la possibilità di un rinvio del congresso: «Stiamo lavorando per fare il congresso nei tempi previsti, la direzione è convocata in maniera permanente e valuterà ora per ora quanto sta accadendo, in particolare dopo il colloquio Letta-Napolitano».

Annunci

Pubblicato il 27 settembre 2013, in POLITICA LOCALE con tag . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: