VERSO IL CONGRESSO DEL PD: DISCUTIAMONE TUTTI

PD_BUCCINASCO_Congresso_bGuido Morano Segretario del Circolo PD

L’intervento di Arboit apre in qualche modo il dibattito precongressuale del nostro circolo non solo per i nostri iscritti ma ovviamente per tutti gli “interessati”. E già questa affermazione rappresenta un impegno importante: fare in modo che questo confronto non sia, come purtroppo spesso in passato, ristretto a pochi, ma possa coinvolgere almeno il “popolo delle primarie”. È un impegno che credo tutto il circolo di Buccinasco si assume convinti come siamo che “sbrigare” la pratica congressuale non è cosa che riguarda solo il PD, ma è cosa che riguarda il futuro del nostro paese.

Tra le poche certezze che ci consegna l’attualità politica vi è che nonostante i tanti guai, non c’è futuro per una politica di sinistra in Italia senza un PD forte. E quindi Renzi si, Renzi no, primarie aperte o chiuse, e via discutendo, sono tutte questioni che ci auguriamo possano coinvolgere tanti cittadini.

Detto questo e preso questo impegno, le questioni aperte sono tante e, come si dice, la confusione sotto il cielo è tanta. Personalmente mi auguro che il dibattito non si riduca a uno scontato confronto tra persone e personalità, ma possa approfondire i temi del “che fare e in che modo”. Certo sarà difficile e non solo per la complessità dei temi, ma credo perché la sensazione di impotenza della politica e diciamo della democrazia, ha ormai pervaso tutta la società. La percezione di vivere in un mondo complesso nel quale le scelte politico economiche di un Paese pur importante come l’Italia hanno scarso peso e influenza su percorsi e strategie scelte altrove da poteri e uomini fuori da ogni controllo, è forte. Interrompere una deriva di sfiducia sempre più profonda verso “la politica”, causata non solo dal degrado comportamentale di questi anni in Italia, è ritengo il primo dovere per il nostro congresso. Abbiamo come sinistra il dovere di riconsegnare alla democrazia e alla politica credibilità e questo passa attraverso la proposizione di scelte chiare e praticabili in campo economico e sociale e attraverso comportamenti chiari e trasparenti di chi  di queste scelte si fa promotore.

Riconsegnare ai nostri giovani un percorso di speranza è quello che dovrà uscire dal nostro congresso. Perché questo è in gioco.

Chiuso, infatti, in qualche modo e in tempi al momento incerti, l’anomala esperienza del Governo Letta, il congresso del PD dovrà dire ai cittadini italiani dove vogliamo portare il Paese. Se non vogliamo riconsegnare l’Italia a una nuova era di vetero berlusconismo e se non vogliamo che si approfondisca la frattura tra Paese e politica a tutto vantaggio del qualunquismo sfascista, dobbiamo riconquistare la fiducia e la credibilità incredibilmente persi in pochi mesi.

Credo anche io che questo possa passare non solo attraverso slogan e proposte serie in campo economico a difesa di chi sta oggi pagando prezzi umani pesantissimi, ma forse e ancor di più in termini di comportamento personali di quelle che Arboit definisce le “oligarchie di partito”. Tutti ci auguriamo che in questi mesi i personalismi e le sceneggiate sui media lascino spazio alle idee e alle proposte, che rapidamente si arrivi alla definizione delle regole per arrivare, diciamo entro l’anno, al congresso.

Personalmente ritengo che la scelta del segretario del nostro partito è più opportuno che venga fatta con primarie riservate ai nostri iscritti, consentendo di votare anche a chi decide di iscriversi solo per questo o all’ultimo minuto. Mentre per la scelta del candidato premier, figura diversa per profilo e ruolo dal segretario di un partito, che è pur sempre una associazione politica, è meglio che si facciano primarie aperte a tutti i cittadini che vogliono esprimersi sul futuro capo del governo. Ecco ho lanciato un tema che sta monopolizzando il dibattito precongressuale, ma che mi auguro non rimanga il solo. Presto avremo tesi e ipotesi da parte dei tanti concorrenti alla carica di segretario e sono certo non mancheranno, anche sul questo sito, le occasioni per confrontarci su temi forse più “alti”.

Annunci

Pubblicato il 5 luglio 2013, in POLITICA LOCALE con tag . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: