ORTI COMUNALI: CHE SIANO VERAMENTE UNA OPPORTUNITÀ PER TUTTI

orti_alpinidi Guido Morano

Da tempo il Comune di Buccinasco dispone di 2 aree in Via Degli Alpini e in Via dei Lavoratori suddivise in numerosi orti, che vengono periodicamente assegnati mediante bando, a chi ne fa domanda.

La creazione di queste aree, di proprietà del Comune e che quindi sono un bene di tutti, è nata per rispondere alla domanda sia culturale sia sociale di numerosi cittadini che giunti all’età della pensione sentono il bisogno o di recuperare una tradizione delle loro origini contadine o di mantenere un impegno che dia la sensazione di “rimanere attivi”. Sono ormai numerosi i cittadini che hanno percorso questa esperienza, da diversi anni con grande soddisfazione personale, ma il cui impegno ha avuto anche significativi “ritorni” sulla comunità: le feste che periodicamente organizzano gli “ortisti”, l’ospitalità agli orti che ad ogni stagione ricevono le scolaresche di Buccinasco in visita in Via degli Alpini, ne sono un  esempio.

Le esigenze che con la creazione degli orti sono state in questi anni ampiamente soddisfatte, sono ancora tutte presenti, ma sarebbe ingiusto ignorare alcuni nuovi bisogni che col tempo si sono consolidati nella società. Proprio nel caso degli orti sarebbe ingiusto “difendere il proprio orticello”, come dice il famoso proverbio, senza “guardare oltre il proprio orticello”.

La crisi economica sta drammaticamente allargando il numero dei cittadini di tutte le età senza reddito e con scarse probabilità di trovarlo a breve. È cresciuto anche il numero di giovani, in possesso di titoli di studio, vanamente alla ricerca di un’occupazione. L’esperienza, denominata comunemente degli “orti urbani”, sorta in numerose città anche di grandi dimensioni, testimonia del fatto che la disponibilità di uno spazio da coltivare, anche piccolo, non è più soltanto un bisogno degli anziani, un’offerta per pensionati volonterosi che vogliono continuare a dare un senso alla loro vita, ma potrebbe anche essere un sostegno importante per quei cittadini di tutte le fasce di età che più altri sentono gli effetti dalla crisi economica. Si tratterebbe in questo caso di garantire un’attività, a contatto con la natura e quindi anche con finalità “ambientaliste” che, anche in minima parte, possa alleviare i morsi della crisi economica.

Per questo ritengo che di questa nuova realtà si debba tenere conto nella redazione del prossimo bando di accesso agli orti, rivedendo i criteri anagrafici e di reddito per l’ottenimento di un orto. Concediamo un pezzo di terra agli anziani, ma anche ai meno anziani in difficoltà economiche.

E non possiamo, credo, nemmeno ignorare la possibilità che giovani in cerca di occupazione, ma in possesso di titolo di studio compatibile con la gestione di un orto, periti agrari o laureati in agraria, vogliano integrare, con un’attività manuale, quanto appreso a scuola. Anche per questi soggetti, va opportunamente riservato uno spazio negli orti comunali, un’opportunità che consolidi la loro esperienza professionale, che accresca le loro oggi purtroppo limitate,  possibilità di occupazione.

Annunci

Pubblicato il 22 maggio 2013, in POLITICA LOCALE con tag , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 1 Commento.

  1. Osservazioni ragionevoli e fondate che ripropongono un tema troppo spesso sottovalutato: la necessità di ottimizzare l’accesso a risorse scarse, cioè a quei beni e servizi per i quali la domanda supera di gran lunga l’offerta. Quale che sia il criterio, produrrà inevitabilmente degli esclusi. Vista la situazione socio-economica contingente forse sarebbe stato opportuno valutare la possibilità di ampliare l’offerta e visto che il PGT non ancora stato approvato, magari i margini ci sarebbero.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: