CONSULTAZIONE ONLINE ISCRITTI ED ELETTORI DEL PD DELL’AREA METROPOLITANA MILANESE

questionario

Succede a Milano, da un’idea di Francesco Laforgia, parlamentare Pd.

Qui trovate il link al questionario sottoposto a iscritti ed elettori.

Si può indicare il tipo di governo, affrontare la questione delle (benedette) commissioni e indicare una via per affrontare il tema del finanziamento ai partiti.

[ da news@pdmilano.net ] Il Paese sta attraversando una delle fasi più difficili della Repubblica. La crisi economica e la crisi della politica e delle istituzioni rischiano di saldarsi in un legame pericoloso. Il Pd è pienamente consapevole del momento delicato e sta cercando di affrontare questo passaggio con il massimo della serietà e della responsabilità. Pensiamo però che una fase così grave debba essere affrontata insieme, condividendo ansie, aspettative e scelte.
Il Pd è un partito di iscritti ed elettori che negli scorsi mesi si sono recati nei nostri circoli e nei gazebo per votare in occasione delle primarie. A loro vorremmo rivolgere alcune domande per capirne i pensieri, condividendo così le scelte delicate che si stanno assumendo in queste settimane. Abbiamo pensato ad una consultazione online per raggiungere questi obiettivi, che rimarrà aperta fino a lunedì 15 aprile alle 23. La compilazione del questionario richiede non più di cinque minuti. 
Come gruppo dirigente milanese ci faremo carico del compito di riportare i risultati di questa verifica al gruppo dirigente nazionale, previa integrazione di questi risultati con le riflessioni che stanno emergendo in questi giorni nei dibattiti dei circoli e all’interno degli organismi dirigenti.
Annunci

Pubblicato il 11 aprile 2013, in POLITICA NAZIONALE con tag , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 1 Commento.

  1. A proposito di:
    FINANZIAMENTO PUBBLICO DEI PARTITI POLITICI
    vorrei evidenziare un problema forse sfuggito a chi ha predisposto il questionario.

    I “grandi” finanziatori sono in grado di influenzare abnormememte i programmi dei partiti.

    Se non si porrà un limite all’entità dei contributi, e l’obbligo di rendere pubblico l’elenco dei finanziatori, ci si troverà (ancora) con partiti che sceglieranno programmi e strategie in base al volere dei finanziatori/proprietari, e non invece in base ai suggerimenti degli iscritti e dei simpatizzanti.

    Un po’ come in Formula 1:per avere una buona auto servono buoni sponsors.
    Così nei partiti: per avere più soldi da spendere in propaganda si potrà “ammettere” qualche “deviazione” rispetto ai principi sostenuti…
    (vedi rapporti tra partiti, banche e media)

    Una indagine su “chi sostiene e finanzia chi” in nazioni come ad esempio gli USA aiuta a comprendere molti retroscena sulla politica interna ed estera perseguita dai vari Presidenti.

    Buon lavoro
    Franco

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: